Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrati
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Notizie
Tutte le notizieSocietÓIndiciValute/ForexMaterie PrimeCriptovaluteETFTassiEconomiaTematicheSettori

Una nuova scoperta: Tre belle italiane

30-01-2023 | 12:40

L'Italia dispone di un considerevole bacino di belle aziende industriali di medie dimensioni. Ecco tre societÓ la cui storia borsistica Ŕ relativamente recente e che presentano dei buoni fondamentali: la specialista dei test sui semiconduttori Technoprobe, la regina degli yacht Sanlorenzo e la polivalente del settore ferroviario Salcef.

Technoprobe:

Technoprobe è entrata in Borsa nel febbraio 2022. Con un azionariato stabile, per il 79,2% di proprietà della famiglia Crippa, quest’azienda lombarda è specializzata nello sviluppo e nella produzione di schede sonda. Per assicurarsi che i semiconduttori funzionino, è necessario testarli. È qui che entrano in gioco le preziose schede sonda di Technoprobe. In parole povere, una scheda sonda è costituita da aghi sottilissimi (parliamo di centesimi di millimetro) che toccano i terminali dei semiconduttori e, tramite un segnale elettrico, si collegano a un tester.

Technoprobe è la numero due al mondo in un mercato da 1,65 miliardi di dollari che crescerà del 12,8% all'anno entro il 2027 (fonte: sito web di Technoprobe). Nel 2021, la quota di mercato dell'azienda era del 28% contro il 26% dell'anno precedente. L'azienda è ben posizionata in quanto le barriere all'ingresso per eventuali nuovi concorrenti sono elevate: i costi di ricerca e sviluppo sono molto alti (Technoprobe dispone di 4 siti di ricerca e sviluppo) e gli iter per ottenere l’approvazione per operare sono lunghi.

Il fatturato mostra una crescita del 30% all'anno tra il 2018 e il 2021, che lo scorso anno ha raggiunto i 392 milioni di euro. Questa dinamica è superiore a quella del mercato. Il margine netto viene fuori all’elevato livello del 30% nel 2021, ovvero 119 milioni di euro. Infine, l'azienda, che non ha debiti, ha raccolto 645 milioni di euro dalla sua IPO così da poter soddisfare le esigenze di investimento, che sono elevate in questo settore. Technoprobe non ha quantificato un piano a medio termine, ma ha confermato i suoi obiettivi per la fine del 2022, ovvero un fatturato di 550 milioni di euro e un margine EBITDA del 44%.

Evoluzione del fatturato di Technoprobe in milioni di euro tra il 2015 e il 2021

La capitalizzazione di Technoprobe è più del doppio di quella della concorrente americana FormFactor, in quanto i margini dell'azienda italiana sono i più alti del mercato. Tuttavia, la valutazione di Technoprobe è più bassa: il suo rapporto prezzo/utili è di 26 per quest'anno rispetto ai 35 di FormFactor. Il titolo dell'azienda italiana ha raggiunto l'11,5% dall'IPO di febbraio scorso.

Technoprobe è un'azienda che opera in un mercato in rapida crescita. Il secondo posto a livello mondiale le permette di guardare serenamente al futuro, dato l'enorme bisogno di semiconduttori e quindi di schede sonda. L'azienda, che non ha debiti, è già cresciuta esternamente in passato con l'acquisizione di Microfabrica nel 2019. Ciò nonostante, terremo d'occhio l'impatto dei tassi d'interesse che, quando aumentano, incidono sulla capitalizzazione delle aziende tecnologiche in crescita.

Punti di forza:

  • Una posizione solida come numero due al mondo in un mercato in forte crescita dove i potenziali nuovi operatori devono affrontare elevate barriere all'ingresso.
  • Margini record per il settore.
  • Nessun debito, avendo così una visione serena del futuro.

Punti deboli:

  • L'impatto dell'aumento dei tassi d'interesse, deleterio per i titoli growth.
  • L'azienda è esposta a un unico mercato e dipende dal settore dei semiconduttori, che rimane ciclico.

 

Sanlorenzo:

Sanlorenzo è il secondo produttore al mondo di yacht di lusso. L'azienda produce un numero limitato di imbarcazioni (117 nel 2021), prediligendo modelli su misura. Con quattro siti produttivi tutti nel sud della Liguria, Sanlorenzo si colloca in un mercato di nicchia in piena espansione. Secondo Forbes, nel mondo ci sono 19 volte più miliardari rispetto al 1987, e il numero di persone che vogliono trascorrere una vacanza di lusso al mare è in continua crescita.

Grazie alla sua immagine di marca, Sanlorenzo è ben posizionata per trarre vantaggio da questo impulso. Il fatturato dell'azienda è aumentato di 2,5 volte tra il 2017 e il 2021, fino a raggiungere i 586 milioni di euro. Solo nel primo semestre del 2022, era pari a 345 milioni di euro, con una crescita del 31% rispetto al primo semestre del 2021. Con un portafoglio ordini di 1,4 miliardi di euro al 30 giugno 2022, la visibilità per i prossimi anni è molto buona. Alla luce di questi solidi dati, l'azienda ha rivisto al rialzo le prospettive di crescita per la seconda metà dell'anno: prevede un fatturato tra i 720 e i 740 milioni di euro e un utile netto tra i 68 e i 70 milioni di euro, con un aumento del 35% rispetto al 2021.

Dinanzi al contesto inflazionistico delle materie prime e dell'energia, l'azienda ha migliorato il suo mix di prodotti a favore dei grandi yacht, essendo questi più redditizi. Sanlorenzo non ha avuto difficoltà ad aumentare i prezzi, vista la sua clientela dal potere d'acquisto molto elevato. Il management si è concentrato sull'aumento dell'efficienza tramite l'acquisizione, nel 2021, di un'unità produttiva dedicata ai prodotti compositi, favorendo l'internalizzazione. Infine, i contratti di approvvigionamento con i fornitori sono rigorosamente negoziati a prezzi prestabiliti e su base pluriennale, consentendo all'azienda di avere un buon controllo dei costi (Sanlorenzo lavora con 1.500 aziende artigiane). Grazie a questo lavoro interno svolto dal management, il margine netto ha raggiunto il livello record del 9,4% per il primo semestre del 2022 contro l'8% dell'anno precedente.

Evoluzione dei margini netti di Sanlorenzo dal 2017

Il mercato ha decisamente compreso la qualità di Sanlorenzo e la capitalizzazione è aumentata di 2,3 tra il 2019 e il 2022. Tuttavia, dato il calo generale dei mercati nel 2022, l'attuale multiplo degli utili è di 17,8: inferiore alla sua media triennale di 20,9. Ancor di più che la crisi della catena di approvvigionamento e l'inflazione non pesano sui margini dell'azienda, conseguenza di un forte potere di determinazione dei prezzi.

Punti di forza:

  • Gran parte della produzione realizzata su misura (più redditizio).
  • Forte crescita in linea con una domanda molto elevata.
  • L'azienda possiede un forte potere di determinazione dei prezzi.

Punti deboli:

  • Sebbene l'azienda sia solo leggermente colpita dalla carenza di componenti, dagli impatti geopolitici e dai problemi della catena di fornitura, la situazione va tenuta sotto controllo.
  • I volumi di trading sono un po' ridotti: il capitale scambiato giornalmente è inferiore a 1 milione di euro.

 

Salcef Group:

Quest’eccellenza ferroviaria ha il vantaggio di essere una valida risposta a un'economia che emette meno CO2, in un contesto di transizione energetica. È uno dei mezzi di trasporto meno dannosi per l'ambiente: emette 8 volte meno particelle nocive che il trasporto su strada, consuma 6 volte meno energia ed emette 9 volte meno CO2. Non vi sono molte società quotate in Borsa in questo settore. Ecco perché presentiamo quest’azienda quotata in Borsa nel 2020. Salcef si è diversificata nel mercato ferroviario con diverse linee di business. La manutenzione e la costruzione di binari ferroviari rappresentano l'80% del fatturato (l'azienda produce lastre e traverse ferroviarie utilizzate per la costruzione dei binari). Il resto dell'attività consiste nell'installazione e nella manutenzione della segnaletica e dell’infrastruttura elettrica (13% del fatturato). Infine, Salcef esegue lavori di ingegneria civile (costruzione di stazioni, edifici, ponti, viadotti e gallerie ferroviarie) e costruisce macchinari ferroviari. 

Questa diversificazione consente a Salcef di superare ampiamente la crescita del mercato globale delle forniture ferroviarie, stimata al 2,3% (+7,8% in Europa). Il fatturato, realizzato per tre quarti in Italia, è aumentato del 50,9% tra il 2019 e il 2021. Nonostante un margine operativo in lieve calo di 1,1 punti tra il 2020 e il 2021, al 22,1%, il gruppo è fiducioso sulla visibilità, poiché i contratti sono spesso pluriennali e il portafoglio ordini è stato confermato a 1,35 miliardi di euro.

Il gruppo conta di usufruire dei piani governativi per la mobilità sostenibile. Il piano nazionale di ripresa e resilienza prevede 28 miliardi di euro per il settore ferroviario entro il 2026, mentre il piano industriale prevede 110 miliardi di euro per le infrastrutture ferroviarie entro il 2031. Questi investimenti non fanno eccezione e numerosi Paesi hanno adottato più o meno le stesse misure. La Germania, ad esempio, ha investito 86 miliardi nella sua rete ferroviaria. Il gruppo è una risorsa forte e ben posizionata per affrontare i problemi presenti e futuri.

Per trarne vantaggio, Salcef ha deciso dal 2018 di affrontare nuovi mercati attraverso la crescita esterna: due acquisizioni in Germania, una negli Stati Uniti e due in Italia hanno confermato l'obiettivo di diversificazione seguito dal gruppo.

Punti di forza:

  • Un posizionamento originale e promettente.
  • Un potenziale di sviluppo internazionale.
  • Una tematica promettente: il settore ferroviario.

Punti deboli:

  • Un’industria ciclica
  • Una valutazione leggermente elevata nel settore.

ę MarketScreener.com 2023
Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
SALCEF GROUP S.P.A. 1.09%18.5 Prezzo in differita.5.05%
SANLORENZO S.P.A. -1.74%39.55 Prezzo in differita.8.93%
TECHNOPROBE S.P.A. -0.99%7 Prezzo in differita.5.52%
Ultime notizie "SocietÓ"
03:03Le azioni asiatiche seguono Wall Street al ribasso in mezzo al coro dei relatori della Fed
MR
02:40Le quattro banche più grandi dell'Australia si lasciano completamente trasportare dal rialzo dei tassi della banca centrale
MR
01:46La Casa Bianca rinnova la pressione sulle ferrovie per il congedo di malattia retribuito
MR
01:40La Corea del Nord mostra un possibile ICBM a combustibile solido durante una parata notturna - analisti
MR
01:34L'Australia ordina una revisione delle telecamere di fabbricazione cinese negli uffici della difesa
MR
01:33Il gruppo guidato da JIP fa l'offerta finale per l'acquisto di Toshiba-Nikkei
MR
01:30L'utile semestrale di Singapore Exchange è stato sollevato da un'intensa attività di trading in tutti gli asset
MR
01:26Gli episodi di antisemitismo nel Regno Unito sono in calo rispetto ai massimi storici
MR
01:25Sustainalytics declassa i punteggi di governance di tre società Adani
MR
01:18Gli investitori istituzionali sostengono la causa del consiglio di amministrazione di Shell sul rischio climatico
MR
Ultime notizie "SocietÓ"