Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietąMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Usa : Biden e Yellen a caccia di sostegno per piano infrastrutturale

19-05-2021 | 08:58

MILANO (MF-DJ)--Il presidente Usa, Joe Biden, e la segretaria al Tesoro, Janet Yellen, hanno promosso il piano infrastrutturale e fiscale dell'amministrazione definendoli vitali affinchè gli Stati Uniti possano competere a livello globale, mentre la Casa Bianca e i legislatori repubblicani continuano a lavorare per raggiungere un accordo per rinnovare ponti, strade e la connessione Internet a banda larga.

Biden si è recato ieri a Dearborn, in Michigan, per visitare il Rouge Electric Vehicle Center di Ford Motor, usando tale occasione per promuovere il suo piano infrastrutturale da 2.300 miliardi di dollari, che include finanziamenti per i veicoli elettrici. Il presidente ha sostenuto che le sue proposte contribuirebbero a creare posti di lavoro e a rendere gli Stati Uniti più competitivi con Paesi come la Cina.

"Il futuro dell'industria automobilistica è elettrico", ha detto, aggiungendo che "la vera domanda è se saremo in testa o rimarremo indietro nella corsa verso il futuro. E se costruiremo questi veicoli e le batterie che servono qui negli Stati Uniti o in altri Paesi".

La visita del presidente per portare avanti le sue priorità interne è arrivata mentre sta affrontando una crescente sfida di politica estera, a causa del violento scontro tra Israele e il gruppo militante di Hamas. Dearborn ha una considerevole popolazione arabo-americana e alcune proteste erano in corso nella città ieri.

Biden ha espresso il suo sostegno lunedì sera per un cessate il fuoco in una chiamata con il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, dopo le pressioni di alcuni democratici, tra cui la deputata Rashida Tlaib (D., Michigan), l'unica palestinese-americana al Congresso, affinchè facesse di più per porre fine alle ostilità. Biden si è rivolto a Tlaib nelle sue osservazioni di ieri, definendola una combattente e dicendo che prega affinchè "sua nonna e la sua famiglia stiano bene", riferendosi alla famiglia della deputata che si trova in Cisgiordania.

Il presidente è quindi tornato al suo piano infrastrutturale, che fornirebbe 174 miliardi di dollari per i veicoli elettrici, compresi i finanziamenti per la costruzione di stazioni di ricarica e sconti e incentivi per gli americani per l'acquisto di auto elettriche. Alcuni repubblicani hanno affermato che il pacchetto include troppi finanziamenti per l'industria dei veicoli elettrici e vogliono che Biden dia la priorità alla riparazione di strade e ponti.

La proposta prevede interventi su strade e ponti, nonché l'ampliamento dell'accesso a Internet a banda larga e l'aumento dei finanziamenti per la ricerca e lo sviluppo. Per contribuire a pagare il pacchetto, Biden ha proposto di aumentare l'aliquota dell'imposta sulle società dal 21% al 28% e di aumentare anche le tasse sui guadagni esteri delle società statunitensi.

Biden ha detto di essere aperto a un compromesso. Un gruppo di senatori repubblicani ha incontrato ieri i funzionari dell'amministrazione per parlare di un piano infrastrutturale alternativo. "Crediamo di poter trovare un accordo bipartisan. Ma non fare nulla non è un'opzione", ha detto Biden.

I repubblicani del Senato che hanno partecipato alla riunione hanno affermato che il gruppo ha discusso della tempistica per la spesa infrastrutturale proposta e delle modalità alternative per pagarla, aggiungendo che questa settimana prevedono di ricevere una risposta dalla Casa Bianca.

Mentre la proposta della Casa Bianca da 2.300 miliardi dollari prevede una spesa spalmata su otto anni, il piano del partito repubblicano da 568 miliardi di dollari distribuisce il denaro in cinque anni. I repubblicani hanno detto che qualsiasi accordo sulla spesa dipenderà dall'arco di tempo del pacchetto e il senatore Roger Wicker, un partecipante all'incontro, ha detto che sosterrà un piano di otto anni. I principali esponenti repubblicani hanno affermato di poter sostenere una spesa fino a 800 miliardi di dollari. "Non sarei sorpreso se finisse per essere un pacchetto di otto anni, penso che sia realistico", ha detto Wicker, il massimo repubblicano della Commissione Commercio, Scienza e Trasporti del Senato. "Le infrastrutture richiedono tempo per essere costruite", ha aggiunto.

I repubblicani hanno rifiutato gli aumenti fiscali proposti daalla Casa Bianca e i legislatori hanno affermato di aver discusso di varie alternative per il finanziamento del pacchetto durante la riunione di ieri.

Il senatore repubblicano, Roy Blunt, ha detto che i partecipanti hanno discusso di partnership pubblico-private e di possibili tariffe sui veicoli elettrici. Wicker ha affermato di aver discusso di una proposta per creare una nuova classe di obbligazioni municipali per le infrastrutture.

Parlando a un evento della Camera di Commercio degli Stati Uniti, Yellen ha cercato di ottenere il sostegno dei leader aziendali, affermando che la proposta di Biden metterebbe le aziende statunitensi su una base migliore per competere all'estero. "Siamo fiduciosi che gli investimenti e le proposte fiscali nel piano per l'occupazione, presi come pacchetto, aumenteranno la redditività netta delle nostre società e miglioreranno la loro competitività globale", ha detto.

"Crediamo che il settore aziendale possa contribuire a questo sforzo sostenendo la sua giusta quota", ha dichiarato Yellen, aggiungendo che "allo stesso tempo, vogliamo eliminare gli incentivi che premiano le aziende per spostare le loro operazioni all'estero e trasferire i profitti in Paesi a bassa tassazione".

I funzionari dell'amministrazione hanno esercitato pressioni sui leader aziendali affinchè sostengano il piano infrastrutturale, affermando che gli investimenti in cose come la formazione professionale e le strade andrebbero a vantaggio delle aziende.

Dopo che Yellen ha parlato ieri, Suzanne Clark, l'amministratore delegato della Camera di Commercio, ha affermato che l'amministrazione ha ragione nel sostenere le infrastrutture ma che la Camera non è d'accordo con la necessità di aumentare le tasse aziendali per finanziare la spesa. "Vogliamo essere lì con loro per farlo, ma ci sono altri modi per finanziarlo", ha detto Clark.

"I dati e le prove sono chiari", ha aggiunto, sottolineando che "gli aumenti fiscali proposti svantaggerebbero notevolmente le imprese statunitensi e danneggerebbero i lavoratori americani e ora non è certo il momento di erigere nuove barriere alla ripresa economica".

Yellen, parlando al Forum globale sulla ripresa economica della Camera di Commercio, ha affermato che le imposte sulle società statunitensi sono al minimo storico dell'1% del prodotto interno lordo e che l'amministrazione sta cercando di riportarle a un livello normale.

Le imposte sulle società come quota del Pil possono essere fuorvianti perché nel tempo una maggiore attività imprenditoriale negli Stati Uniti è passata a forme tassate in base al sistema di imposta sul reddito individuale.

Yellen ha ribadito la sua richiesta di un'imposta societaria minima globale per "fermare la corsa al ribasso" in cui i Paesi competono per gli investimenti offrendo aliquote fiscali più basse.

Se gli Stati Uniti alzano le aliquote fiscali e impongono oneri maggiori sui profitti esteri delle società statunitensi, un'imposta minima globale aiuterebbe a impedire alle società con sede in altri Paesi di avere un potenziale vantaggio. Yellen ha detto che gli Stati Uniti devono investire di più se vogliono competere a livello globale.

"Non abbiamo mantenuto bene la nostra infrastruttura per non parlare di modernizzarla", ha detto, aggiungendo che "non abbiamo sostenuto a sufficienza la ricerca e lo sviluppo pubblico per garantire che l'America manterrà il suo vantaggio tecnologico. Non abbiamo abbracciato gli investimenti nell'istruzione e nella formazione di cui abbiamo bisogno per stare al passo con il cambiamento tecnologico e per competere sul mercato internazionale mentre una volta lo facevamo".

cos

(END) Dow Jones Newswires

May 19, 2021 02:57 ET (06:57 GMT)

Ultime notizie "Economia & Forex"
19:31FASTWEB: lancia Mobile Enterprise
DJ
19:30B.CIVIDALE: conclusa offerta in opzione, sottoscritto 22% delle nuove azioni
DJ
19:20ITA: Lega, mozione per intervento convinto Governo
DJ
19:16CREDIT AGRICOLE: detiene il 99,101% del capitale di Credit Agricole FriulAdria
DJ
19:14ASTE BOND: Usa collocano 24 mld usd Note 20 anni allo 1,795%, cover 2,36
DJ
19:08UE: contratto con Eli Lilly per fornitura trattamento con anticorpi monoclonali
DJ
19:04PNRR: Giallombardo (Ey); riforme e stabilità politica per attrarre investimenti
DJ
18:52Il mercato statunitense è meglio in grado di assorbire potenziali shock di mercato rispetto alla sedia 2008-SEC
MR
18:52ALITALIA: Commissari ad Altavilla, stima brand e' valore minimo perizia
DJ
18:47BCE: attivi bilancio al 17/9 a 8.244,572 mld euro
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"