WASHINGTON (Reuters) - I prezzi al consumo statunitensi sono aumentati meno del previsto ad aprile, indicando una ripresa al ribasso dell'inflazione all'inizio del secondo trimestre, e offrendo un nuovo impulso alle aspettative dei mercati per un taglio dei tassi di interesse a settembre.

L'indice dei prezzi al consumo (Cpi) è aumentato dello 0,3% il mese scorso, dopo essere salito dello 0,4% a marzo e febbraio, secondo quanto comunicato dal dipartimento del Lavoro.

Su anno il Cpi registra una crescita del 3,4% dopo essere salito del 3,5% a marzo. Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un aumento dello 0,4% su mese e del 3,4% su base annua.

Escludendo le componenti volatili di cibo ed energia, il Cpi è aumentato dello 0,3% ad aprile, dopo +0,4% di marzo. Su anno Cpi 'core' è aumentato del 3,6% da +3,8% di marzo. Si è trattato della crescita su base annuale più contenuto da aprile 2021.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Andrea Mandalà)