Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
Notizie: Ultime notizie
Ultime notizieSocietÓMercatiEconomia & ForexMaterie PrimeTassiLeader della FinanzaPro. della FinanzaAgendaSettori 
Tutte le notizieEconomiaValute & ForexCriptovaluteCybersecurityComunicati stampa

Usa : rinunciano a sanzioni gasdotto Nord Stream 2

20-05-2021 | 09:14

MILANO (MF-DJ)--Il dipartimento di Stato statunitense ha rinunciato alle sanzioni contro la società che gestisce il progetto del gasdotto russo Nord Stream 2, eliminando un ostacolo per il completamento di un progetto che, secondo i funzionari Usa, aumenterà l'influenza di Mosca in Europa.

In un rapporto pubblicato ieri il dipartimento di Stato ha detto che la Nord Stream 2 Ag, la società russa registrata in Svizzera che è dietro il progetto, così come il suo amministratore delegato, Matthias Warnig, si sono consapevolmente impegnati in attività sanzionabili ma ha rinunciato all'applicazione di sanzioni per motivi di sicurezza nazionale.

Il Nord Stream 2 ha testato le relazioni degli Stati Uniti con la Germania, uno dei principali destinatari del gasdotto. Alcuni legislatori statunitensi e funzionari temono che il Nord Stream 2 rafforzi la presa della Russia sul mercato energetico europeo e indebolisca l'Ucraina, che è un partner degli Stati Uniti, ospita una rete per il transito del gas e sta cercando di resistere all'aggressione russa.

Con meno del 10% circa del gasdotto ancora da costruire attraverso le acque danesi e tedesche nel Mar Baltico, il gasdotto di 764 miglia ha ora un percorso più chiaro verso il completamento con la revoca delle sanzioni.

"Le azioni odierne dimostrano l'impegno dell'amministrazione per la sicurezza energetica in Europa, in linea con l'impegno del presidente di ricostruire le relazioni con i nostri alleati e partner in Europa", ha affermato il segretario di Stato Usa, Antony Blinken. "Continueremo a opporci al completamento di questo progetto, che indebolirà la sicurezza energetica europea e quella dell'Ucraina e dei Paesi del fianco orientale della Nato e dell'Ue. La nostra opposizione al gasdotto Nord Stream 2 è incrollabile", ha aggiunto.

Nel suo rapporto di ieri, il dipartimento di Stato ha sanzionato quattro navi coinvolte nella costruzione, tre società che forniscono navi al progetto e un ufficio federale russo, il Marine Rescue Service, che fornisce altre nove navi.

Gli oppositori del gasdotto hanno affermato per diversi mesi che qualsiasi cosa, senza sanzioni contro il Nord Stream 2 AG, avrebbe consentito al progetto di procedere. Le precedenti sanzioni erano rivolte alle società che fornivano navi e servizi per il completamento del gasdotto. Gazprom, la compagnia di gas russa dietro il Nord Stream 2, ha aggirato le sanzioni all'inizio di quest'anno impiegando per la posa di tubi altre navi i cui proprietari, russi, facevano meno affidamento sul sistema finanziario occidentale che le sanzioni proibivano di utilizzare.

L'amministrazione Biden vuole migliorare i legami con Berlino, che sono stati messi a dura prova dallo scetticismo dell'ex presidente Donald Trump sull'alleanza dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico e dalle minacce di tariffe sulle merci tedesche, nonché dalle critiche della cancelliera tedesca, Angela Merkel, alla politica estera 'America First' di Trump.

"Il problema è come affrontare il Nord Stream 2, una cattiva idea, senza rovinare le relazioni con la Germania", ha detto Dan Fried, ex alto funzionario del dipartimento di Stato, che lavora attualmente al think tank Atlantic Council, spiegando che "abbiamo bisogno della Germania perchè ci aiuti nella sfida con Putin".

Il senatore James Risch, un repubblicano dell'Idaho, ha affermato che la decisione indebolirà la leva degli Stati Uniti sulla Russia in vista del vertice programmato tra il presidente Biden e il presidente russo Vladimir Putin, e darà un colpo agli alleati degli Stati Uniti in Europa.

"L'amministrazione sembra suggerire che in qualche modo è nel migliore interesse degli Stati Uniti consentire il completamento di questo progetto di influenza maligna russo", ha detto in una dichiarazione il senatore Risch, il repubblicano di rango nella Commissione per le Relazioni estere del Senato. "L'amministrazione sta dando la priorità agli interessi della Germania e della Russia rispetto a quelli dei nostri alleati nell'Europa centrale, orientale e settentrionale", ha aggiunto.

La senatrice Jeanne Shaheen, una democratica del New Hampshire, ha dichiarato che "il completamento di questo gasdotto rappresenta una minaccia per gli interessi di sicurezza degli Stati Uniti e per la stabilità dei nostri partner nella regione".

Il gasdotto da 11 miliardi di dollari è volto a trasportare il gas naturale russo in Germania sotto il Baltico e restano da costruire meno di 100 miglia per il suo completamento. La costruzione è ripresa sul serio a febbraio, più di un anno dopo che si è interrotta di fronte all'opposizione dell'amministrazione Trump e agli atti del Congresso che autorizzavano sanzioni contro le aziende e le persone coinvolte nel progetto.

Il Nord Stream 2 consentirà a Gazprom di abbandonare il sistema di transito ucraino che da decenni gestisce la maggior parte delle consegne di gas russo in Europa. I funzionari di Berlino e della Russia hanno definito il Nord Stream 2 un'impresa esclusivamente commerciale che promuove la sicurezza energetica per l'Europa.

Un alto funzionario del dipartimento di Stato ha affermato che la rinuncia alle sanzioni di ieri è in linea con il desiderio degli Stati Uniti di salvaguardare i suoi rapporti con gli alleati.

Un secondo alto funzionario del dipartimento ha detto che l'amministrazione Biden ritiene che nessuna azione che gli Stati Uniti potrebbero intraprendere porrebbe fine al progetto. Per questo la priorità è contribuire a salvaguardare le forniture di gas per l'Ucraina.

Un terzo alto funzionario ha affermato che gli Stati Uniti continueranno ad opporsi al gasdotto e ad avvertire le aziende di prendere le distanze.

"Crediamo che gli Stati Uniti faranno la cosa giusta e revocheranno questa deroga nel prossimo futuro, impedendo il completamento del gasdotto", ha detto Yuriy Vitrenko, amministratore delegato di Naftogaz, la compagnia nazionale di petrolio e gas dell'Ucraina.

La consegna del rapporto di ieri ha coinciso con l'incontro di Blinken in Islanda con il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, settimane prima del probabile vertice di Biden con Putin.

La prossima settimana, Blinken apparirà in un'audizione sul bilancio del dipartimento di Stato davanti alla Commissione per le Relazioni estere del Senato, dove dovrà rispondere alle domande sul Nord Stream 2, ha detto un membro del personale del Senato.

cos

(END) Dow Jones Newswires

May 20, 2021 03:13 ET (07:13 GMT)

Ultime notizie "Economia & Forex"
10:12COMMERCIO ESTERO EXTRA UE: Istat, ad agosto avanzo in calo a 1,6 mld
DJ
10:10ORO, ARGENTO E MONETE AUREE: quotazioni alle 10h00
DJ
10:08RDC: C.Conti, 352.068 lavoratori hanno avuto impiego su 1,36 mln
DJ
10:08EUROZONA: +7,8% a/a consenso massa monetaria M3 agosto
DJ
10:05Aldi UK investirà 1,3 miliardi di stg nei prossimi due anni
MR
10:03EUROZONA: Bce, +1,5% prestiti a imprese agosto da +1,7% luglio
DJ
10:02EUROZONA: Bce, +4,2% prestiti a famiglie agosto da +4,2% luglio
DJ
10:02EUROZONA: Bce, +7,9% a/a massa monetaria M3 agosto
DJ
09:58LAVORO: C.Conti; serve coordinamento centri impiego, Anpal inadeguata
DJ
09:53UK: Governo sospende Competition Act per far fronte a crisi carburante
DJ
Ultime notizie "Economia & Forex"