La carenza di aerei si sta trasformando in una fonte di denaro per alcune compagnie aeree, in quanto la scarsità di offerta consente ai vettori di vendere nuovi aerei alle società di leasing a prezzi molto più alti di quelli pagati.

Vettori come Frontier Airlines, con sede a Denver, e l'ungherese Wizz Air hanno registrato guadagni fino a centinaia di milioni di dollari vendendo gli aerei dopo averli consegnati e riaffittandoli per uso proprio. Queste transazioni di vendita e leasing sono state a lungo un modo per le compagnie aeree a livello globale di generare liquidità e alleggerire la pressione sui loro bilanci.

Il mercato ristretto degli aerei di linea ha reso queste operazioni molto più interessanti, con le compagnie aeree statunitensi che quest'anno rappresentano il 24% delle transazioni globali di vendita e leasing, rispetto al 10% del 2022, secondo Cirium Ascend Consultancy.

I vettori passeggeri riceveranno quest'anno il 19% di aeromobili in meno rispetto alle previsioni, a causa dei problemi di produzione di Boeing e Airbus, secondo AeroDynamic Advisory. Inoltre, si prevede che circa 350 jet Airbus A320neo saranno messi a terra tra il 2024 e il 2026 per far fronte a un difetto dei motori Pratt & Whitney di RTX.

Di conseguenza, i prezzi dei nuovi aeromobili sono superiori del 20% rispetto al periodo pre-pandemia, ha dichiarato John Heimlich, capo economista di Airlines for America (A4A), un gruppo industriale che rappresenta i principali vettori statunitensi.

Frontier questo mese ha registrato un guadagno di 71 milioni di dollari nel primo trimestre grazie a questi accordi, con un aumento del 78% rispetto all'anno scorso. Probabilmente registrerà guadagni simili nel trimestre in corso, ha dichiarato Rob Morris, responsabile della consulenza globale di Cirium.

Wizz Air ha registrato un guadagno di circa 245 milioni di euro (266,5 milioni di dollari) nel suo ultimo esercizio finanziario, con un aumento di circa il 146%.

Morris ha descritto il mercato della vendita e del leasing come "molto competitivo", dove il potere di determinazione dei prezzi spetta alla parte venditrice.

Alcuni vettori stanno anche beneficiando più di altri della giusta tempistica degli ordini. Frontier, ad esempio, ha piazzato un grosso ordine nel 2021, quando l'inflazione era relativamente più bassa e la domanda di viaggi aerei non si era ancora ripresa.

Anche compagnie aeree statunitensi come Delta, American e United hanno concluso accordi, ma non così spesso come Frontier. Il vettore discount ha più di 200 nuovi aerei Airbus in ordine per consegne fino al 2029.

Frontier ha dichiarato questo mese che, pur ottenendo gli aerei da Airbus con uno "sconto materiale rispetto al mercato", li sta vendendo ai locatori ad un prezzo molto più alto.

Questa piccola ingegneria finanziaria ha permesso al vettore ultra-low-cost di raggiungere quasi il pareggio nel primo trimestre, preoccupando alcuni analisti che hanno detto che l'attività della compagnia aerea sembra essere diventata più dipendente da questi accordi che dai passeggeri in volo.

"Continuiamo a temere che i guadagni da vendita e leasing fuori misura siano sempre più fondamentali per la redditività di Frontier", ha dichiarato Jamie Baker, analista di JP Morgan.

Ma Frontier vede il suo portafoglio ordini di aeromobili come una "risorsa importante" in un mercato limitato dall'offerta, poiché si prevede che le sfide di produzione presso i costruttori di aerei continueranno.

"È una parte fondamentale dell'attività, la liquidità è reale", ha detto il CEO Barry Biffle agli investitori questo mese.

I locatori condividono questa opinione. Aengus Kelly, CEO del gigante del leasing aeronautico AerCap, questo mese ha previsto che la ristrettezza dei mercati globali dei jet durerà per il resto del decennio.

I PREZZI DI LEASING AUMENTANO

L'aumento dei prezzi dei nuovi aerei significa anche un'impennata degli affitti. Le compagnie aeree stanno spendendo il 30% in più per i leasing di aeromobili rispetto a prima della pandemia, ha stimato Heimlich di A4A.

Il prezzo del leasing per un Airbus A321neo ha raggiunto i 455.000 dollari al mese, secondo i dati di Cirium, con un aumento del 30% dal 2020. Le compagnie aeree non sono tenute a pagare solo gli affitti mensili per la durata dei contratti di locazione, ma anche il compenso per la manutenzione e un deposito di sicurezza.

I ritardi nelle consegne degli aeromobili possono anche mettere in difficoltà le compagnie aeree, soprattutto quelle che dipendono da questi contratti per generare liquidità e gestire le spese, ha dichiarato Courtney Miller, fondatore della società di consulenza Visual Approach Analytics.

La compagnia aerea brasiliana Gol, che quest'anno ha presentato istanza di protezione dalla bancarotta del Capitolo 11 degli Stati Uniti, ha faticato a gestire le elevate spese di leasing e di interessi dopo che Boeing non è riuscita a consegnare gli aerei a un ritmo tale da finanziare le sue operazioni.

La situazione di Frontier non è così disastrosa, ma ha registrato profitti in uno solo degli ultimi cinque trimestri.

"Il tapis roulant delle consegne deve continuare a funzionare per finanziare la compagnia aerea", ha detto Miller. "Cosa succede quando le consegne non riescono a tenere il passo?" (1 dollaro = 0,9195 euro) (Servizio di Rajesh Kumar Singh a Chicago; Servizio aggiuntivo di Tim Hepher a Parigi; Redazione di Rod Nickel)