Google ha stipulato un accordo con l'azienda elettrica NV Energy di Berkshire Hathaway per alimentare i suoi centri dati del Nevada con energia elettrica geotermica avanzata, ha dichiarato mercoledì l'azienda tecnologica statunitense.

L'accordo, che è stato inviato agli enti regolatori statali per l'approvazione, aumenterà la quantità di elettricità geotermica priva di carbonio immessa nella rete elettrica locale per le operazioni di Google, portandola a 115 megawatt da 3,5 megawatt in circa sei anni, ha detto Google in un comunicato.

L'accordo arriva mentre le più grandi aziende tecnologiche del mondo sono a caccia di enormi quantità di elettricità per alimentare i loro centri dati in rapida espansione, o magazzini di computer giganti, necessari per supportare tecnologie come l'intelligenza artificiale generativa e il cloud computing.

La partnership fa avanzare Google verso il suo obiettivo di funzionare con energia interamente pulita entro il 2030.

Finora quest'anno, Google ha annunciato l'intenzione di spendere almeno 4 miliardi di dollari per costruire o espandere i centri dati in Indiana, Missouri e Virginia.

Le operazioni globali di Google sono state alimentate dal 64% di energia priva di carbonio, compresi l'eolico e il solare, secondo l'ultimo rapporto ambientale dell'azienda.

La partnership con NV Energy è un nuovo modo in cui le aziende con carichi elettrici emergenti molto grandi e obiettivi climatici possono ottenere la loro energia nei mercati energetici regolamentati.

I mercati regolamentati dell'energia elettrica richiedono che l'energia venga acquistata dall'azienda elettrica locale, anziché direttamente da un generatore di energia, il che può costituire una sfida per le aziende che cercano un'energia completamente pulita.

L'accordo prevedeva il contributo diretto di Google alla pianificazione delle risorse di generazione di energia di NV Energy e lo sviluppo di una struttura tariffaria, denominata Tariffa di Transizione Pulita, che Google vuole replicare in altre parti del Paese.

Duke Energy, che opera in Stati regolamentati, ha annunciato un accordo simile con Google, oltre che con Microsoft e Amazon, alla fine del mese scorso.

Per facilitare l'accordo, NV Energy ha stipulato un contratto di acquisto di energia con lo sviluppatore di geotermia avanzata Fervo Energy, che attualmente fornisce a Google 3,5 megawatt di energia dopo aver avviato un programma pilota con l'azienda tecnologica nel 2021.

Le fonti di energia solare ed eolica dipendono dalla disponibilità del sole e del vento, il che ha indotto le aziende alla ricerca di una solida capacità pulita a prendere in considerazione il nucleare esistente o tecnologie meno utilizzate come la geotermia.

La geotermia, che utilizza il calore sotterraneo presente in natura per produrre elettricità rinnovabile, rappresenta circa il 10% della generazione totale di elettricità in Nevada, la più alta di tutti gli Stati Uniti, secondo l'Energy Information Administration.