Google prevede di rilanciare il suo strumento di intelligenza artificiale che crea immagini di persone, messo in pausa la settimana scorsa a causa delle imprecisioni in alcune rappresentazioni storiche, nelle prossime settimane, ha detto lunedì il CEO di Google DeepMind Demis Hassabis.

Google di Alphabet ha iniziato a offrire la generazione di immagini attraverso i suoi modelli Gemini AI all'inizio di questo mese. Alcuni utenti, tuttavia, hanno segnalato sui social media che la generazione di immagini storiche era talvolta imprecisa.

"Abbiamo messo la funzione offline mentre risolviamo il problema. Speriamo di tornare online a breve, nelle prossime settimane, poche settimane", ha detto Hassabis in un panel al Mobile World Congress di Barcellona.

Lo strumento non stava "funzionando come volevamo", ha aggiunto.

Dal lancio di ChatGPT di OpenAI nel novembre 2022, Google è in corsa per produrre un software di intelligenza artificiale in grado di rivaleggiare con quello dell'azienda sostenuta da Microsoft.

Quando Google ha rilasciato il suo chatbot di AI generativa Bard un anno fa, aveva condiviso informazioni imprecise sulle immagini di un pianeta al di fuori del sistema solare terrestre in un video promozionale, facendo crollare le sue azioni fino al 9%.

Bard è stato rinominato Gemini all'inizio di questo mese e Google ha lanciato dei piani di abbonamento a pagamento, che gli utenti possono scegliere per ottenere migliori capacità di ragionamento dal modello AI. (Relazioni di Joan Faus; Redazione di Jan Harvey e Alexander Smith)