(Alliance News) - Anglo American PLC ha dichiarato martedì di essere "soddisfatta" della sua performance di produzione nei primi tre mesi del 2024, mantenendo in gran parte la guidance per l'intero anno, ma tagliando l'obiettivo di produzione per le operazioni di diamanti.

La società mineraria con sede a Londra ha dichiarato che la produzione di rame è aumentata dell'11% a 198.000 tonnellate nel primo trimestre del 2024, rispetto alle 178.000 tonnellate del periodo corrispondente dell'anno precedente. Ma la produzione è scesa del 14% rispetto alle 229.900 tonnellate del quarto trimestre del 2024.

Per i primi tre mesi, la produzione di nichel è scesa del 2% a 9.500 tonnellate su base annua, da 9.700 tonnellate. Su base trimestrale, tuttavia, la produzione è diminuita del 14% rispetto alle 11.100 tonnellate.

La produzione di diamanti nel primo trimestre è stata di 6,9 milioni di carati, in calo del 23% su base annua da 8,9 milioni di carati, mentre la produzione è scesa del 13% da 7,9 milioni di carati nel quarto trimestre.

Anglo American ha ridotto la sua guidance per la produzione di diamanti ad un intervallo compreso tra 26 e 29 milioni di carati, dai 29 e 32 milioni precedenti.

La produzione di carbone siderurgico è aumentata del 7% a 3,8 milioni di tonnellate su base annua nel primo trimestre, da 3,5 milioni di tonnellate, ma la produzione è crollata del 21% rispetto ai 4,8 milioni di tonnellate del quarto trimestre.

Il minerale di manganese è sceso del 7% a 784.000 tonnellate su base annua da 841.000 tonnellate, ed è diminuito del 7,5% da 848.000 tonnellate negli ultimi tre mesi del 2023.

In un documento separato, Anglo American Platinum Ltd, una filiale di Anglo American, ha dichiarato che la produzione di metalli del gruppo del platino è scesa del 7,4% a 834.100 once per il primo trimestre, rispetto alle 901.200 once dei primi tre mesi dello scorso anno. La produzione è diminuita dell'11% rispetto alle 932.2000 once del quarto trimestre del 2023.

Anglo American Platinum ha mantenuto la guidance 2024 tra 3,3 milioni di once e 3,7 milioni di once, rispetto ai 3,8 milioni di once del 2023.

Anglo American ha dichiarato che la produzione di minerale di ferro, incluso il contributo della sua unità Kumba Iron Ore Ltd, è rimasta piatta a 15,1 milioni di tonnellate su base annua nel primo trimestre. Ma la produzione di minerale di ferro è aumentata del 9,4% rispetto ai 13,8 milioni di tonnellate del quarto trimestre.

Per il 2024, Anglo American ha mantenuto la sua stima di produzione tra 58 e 62 milioni di tonnellate, rispetto ai 59,9 milioni di tonnellate del 2023.

Kumba ha avvertito in un documento separato che le sue previsioni per il 2024 sono soggette alla disponibilità di ferrovie e porti di terzi e alle prestazioni in Sudafrica. Prevede una produzione totale compresa tra 35 e 37 milioni di tonnellate, rispetto ai 35,7 milioni di tonnellate dell'anno precedente.

Commentando i risultati del primo trimestre, l'Amministratore delegato di Anglo American, Duncan Wanblad, ha dichiarato che l'azienda è "soddisfatta" della performance dei primi tre mesi.

"Stiamo guidando l'eccellenza operativa in tutti i nostri asset, concentrandoci sulla stabilità e sulla gestione efficace dei costi come leve per fornire un valore significativo attraverso il ciclo", ha detto Wanblad.

"Stiamo portando avanti la nostra revisione degli asset per ottimizzare il valore semplificando e migliorando la qualità complessiva del portafoglio. Con il rame che ora rappresenta il 30% della nostra produzione totale e con il vantaggio di diverse opzioni di crescita del rame ben sequenziate e ad alto valore all'interno del nostro portafoglio nel medio termine, stiamo anche impostando l'attività per fornire e crescere nei principali temi di domanda", ha detto.

Le azioni di Anglo American sono scese del 3,2% a 2.092,00 pence ciascuna a Londra nelle prime ore di martedì. A Johannesburg, sono scese dell'1,8% a ZAR497,09.

Le azioni di Anglo American Platinum sono scese del 3,7% a ZAR703,92. Le azioni di Kumba hanno perso il 5,0% a ZAR437,24.

Di Artwell Dlamini, giornalista di Alliance News

Commenti e domande a newsroom@alliancenews.com

Copyright 2024 Alliance News Ltd. Tutti i diritti riservati.