Lunedì Apple ha presentato nuovi computer MacBook Pro e tre nuovi chip che alimenteranno i suoi computer portatili e desktop; l'azienda ha dichiarato di aver riprogettato le sue unità di elaborazione grafica (GPU), una parte chiave del chip in cui Nvidia domina il mercato.

Apple ha presentato M3, M3 Pro e M3 Max, oltre al nuovo Macbook Pro, durante un evento online.

Apple ha assistito a una rivitalizzazione del suo business Mac, raddoppiando circa la sua quota di mercato fino a quasi l'11% dal 2020, quando si è separata da Intel e ha iniziato a utilizzare i suoi chip personalizzati come cervello delle macchine, secondo i dati preliminari di IDC.

"Il progresso più grande è rappresentato dalla GPU", ha dichiarato Johny Srouji, capo chip di Apple.

I chip personalizzati di Apple, che utilizzano la tecnologia di Arm Holdings, hanno garantito ai suoi Mac una migliore durata della batteria e, per alcune attività, prestazioni migliori rispetto alle macchine che utilizzano il sistema operativo Windows di Microsoft.

La scossa di Apple sul mercato ha spinto Qualcomm a raddoppiare i suoi sforzi per realizzare chip basati su Arm per Windows, e la scorsa settimana ha dichiarato di voler rilasciare un chip più veloce e più efficiente dal punto di vista energetico rispetto ad alcune offerte di Apple. La scorsa settimana Reuters ha riferito che anche Nvidia intende entrare nel mercato dei PC già nel 2025.

In Apple, il Mac ha raggiunto 40,18 miliardi di dollari di fatturato per l'anno fiscale 2022, pari a circa l'11% del fatturato. Sebbene si tratti di un aumento del 14% rispetto all'anno fiscale precedente, le vendite di quest'anno sono rallentate insieme al resto dell'industria dei PC, che ha subito un crollo post-pandemia.

Gli analisti prevedono che l'M3 sarà realizzato con la tecnologia di produzione a 3 nanometri di Taiwan Semiconductor Manufacturing Co, che utilizza la stessa tecnologia per realizzare i chip dei modelli di fascia alta dell'iPhone 15. (Servizio di Stephen Nellis a San Francisco; servizi aggiuntivi di Shivani Tanna e Jahnavi Nidumolu a Bengaluru e di Peter Henderson e Sayantani Ghosh a San Francisco).