Foxconn di Taiwan, il più grande produttore di elettronica a contratto del mondo e uno dei principali fornitori di Apple, martedì ha alzato le sue previsioni per il quarto trimestre, grazie alle forti vendite di fine anno per la stagione di punta delle vacanze.

Il quarto trimestre è tradizionalmente la stagione più calda per le aziende tecnologiche di Taiwan, che corrono per fornire smartphone, tablet e altri prodotti elettronici ai principali fornitori, come Apple, per il periodo delle vacanze di fine anno nei mercati occidentali.

Foxconn ha dichiarato in un comunicato che, essendo la seconda metà dell'anno la tradizionale stagione di punta per l'industria tecnologica, le prestazioni dei ricavi nei primi due mesi del quarto trimestre sono state leggermente superiori alle aspettative.

"Pertanto, le prospettive per il quarto trimestre dovrebbero essere migliori rispetto alla guida originale di 'crescita significativa'", ha aggiunto l'azienda, senza approfondire.

Foxconn non fornisce indicazioni numeriche precise.

L'azienda, formalmente chiamata Hon Hai Precision Industry Co Ltd, ha dichiarato che il mese scorso il fatturato ha raggiunto 650 miliardi di dollari (20,65 miliardi di dollari), il secondo più alto registrato per il mese e un aumento del 18% rispetto all'anno precedente, anche se in calo del 12,3% rispetto a ottobre.

I ricavi dei suoi prodotti elettronici di consumo intelligenti, tra cui gli smartphone, hanno registrato una forte crescita su base annua il mese scorso, ma sono arrivati da una base bassa, poiché l'anno scorso la sua principale base di produzione di iPhone a Zhengzhou, in Cina, ha dovuto affrontare le restrizioni legate al COVID.

L'azienda è il principale assemblatore di iPhone di Apple.

Per quanto riguarda i componenti e gli altri prodotti, il fatturato di novembre ha registrato una forte crescita rispetto all'anno precedente "grazie all'aumento delle allocazioni nei prodotti elettronici di consumo intelligenti e all'aumento delle spedizioni nei componenti auto", ha aggiunto.

Il mese scorso Foxconn ha registrato a sorpresa un aumento dell'11% dell'utile del terzo trimestre, aiutato da un aumento del reddito non operativo, ma ha previsto un leggero calo del fatturato per l'anno in corso.

Le azioni di Foxconn quotate a Taipei hanno chiuso in piano martedì in vista della pubblicazione delle vendite di novembre, rispetto ad un calo dello 0,5% del mercato più ampio. (1 dollaro = 31,4710 dollari taiwanesi) (Servizio di Ben Blanchard e Sarah Wu Redazione di David Goodman e Shri Navaratnam)