(Alliance News) - Lunedì, AstraZeneca PLC ha dichiarato di aver ottenuto una nuova approvazione negli Stati Uniti per il trattamento antitumorale Imfinzi, noto anche come durvalumab, salutando una "nuova importante opzione" per le pazienti.

Il trattamento Imfinzi più chemioterapia è stato approvato dalla Food & Drug Administration degli Stati Uniti per le persone affette da alcune forme di cancro endometriale, un tipo di tumore dell'utero.

Le forme di cancro sono il cancro endometriale avanzato con deficit di riparazione e il cancro endometriale ricorrente, ha dichiarato l'azienda farmaceutica di Cambridge.

L'approvazione si basa sui risultati dello studio di fase 3 che ha dimostrato che Imfinzi più carboplatino e paclitaxel, seguito dalla monoterapia con Imfinzi, ha ridotto il rischio di progressione della malattia o di morte del 58%, rispetto alla sola chemioterapia.

Il tumore dell'endometrio è il quarto tumore più diffuso nelle donne.

"Con la previsione che l'incidenza e la mortalità del tumore dell'endometrio continueranno ad aumentare in modo significativo nei prossimi decenni, è più importante che mai offrire nuove opzioni terapeutiche alle pazienti nel momento più precoce possibile della loro cura. Questa approvazione sottolinea la chiara evidenza che durvalumab più chemioterapia seguita dalla monoterapia con durvalumab offre importanti benefici clinici per le pazienti con tumore dell'endometrio con deficit di mismatch repair", ha detto Shannon Westin, professore di Oncologia Ginecologica e Medicina della Riproduzione presso l'University of Texas MD Anderson Cancer Center, e ricercatore principale dello studio.

Dave Fredrickson, vicepresidente esecutivo dell'offerta oncologica di AstraZeneca, ha dichiarato: "I progressi nel trattamento del tumore dell'endometrio sono stati limitati negli ultimi decenni e l'innovazione continua è fondamentale, poiché si prevede che il peso di questo tumore crescerà in futuro. L'immunoterapia in combinazione con la chemioterapia sta emergendo come nuovo standard di cura in questo contesto, e l'approvazione di Imfinzi offre una nuova importante opzione per le pazienti con malattia con deficit di riparazione di mismatch".

Domenica scorsa, AstraZeneca ha comunicato i risultati dello studio di fase III Echo. Ha mostrato che il suo farmaco Calquence, se usato in combinazione con bendamustina e rituximab, ha dimostrato un miglioramento clinicamente significativo della sopravvivenza libera da progressione nei pazienti con linfoma a cellule mantellari non trattati.

Le azioni di AstraZeneca erano in calo dello 0,2% a 12.488,00 pence ciascuna lunedì mattina a Londra.

Di Tom Budszus, redattore slot di Alliance News

Commenti e domande a newsroom@alliancenews.com

Copyright 2024 Alliance News Ltd. Tutti i diritti riservati.