Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
  1. Home
  2. Azioni
  3. Italia
  4. Borsa Italiana
  5. Banca IFIS S.p.A.
  6. Notizie
  7. Riassunto
    IF   IT0003188064

BANCA IFIS S.P.A.

(IF)
Prezzo in differita. Tempo differito Borsa Italiana - 15/10 17:35:59
17.01 EUR   -0.06%
15/10L'agenda della prossima settimana
DJ
15/10B.IFIS: il 20/10 paga dividendo 2019 pari a 1,10 euro/azione
DJ
14/10BORSA: equity in progresso, in luce le banche
DJ
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingAgendaSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivati 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Imprese : B.Ifis, sempre pi¨ digitale il rapporto con le banche

14-09-2021 | 10:54

MILANO (MF-DJ)--La relazione umana e di fiducia è importante, anzi fondamentale nella scelta del partner bancario per le piccole e medie imprese italiane che sono sempre più a loro agio nell'utilizzo dei canali digitali. Queste le principali evidenze dell'ultimo Market Watch realizzato da Banca Ifis in collaborazione con Format Research,

su un campione rappresentativo di oltre 500 Pmi. Dal punto di vista della leva finanziaria, le aziende sono oggi fortemente ancorate all'autofinanziamento ma hanno saputo utilizzare al meglio i finanziamenti garantiti e agevolati previsti dal Governo, investendo nello sviluppo del business.

Queste le principali evidenze dell'ultimo Market Watch realizzato da Banca Ifis (e anticipato da MF) in collaborazione con Format Research, su un campione rappresentativo di oltre 500 Pmi. Dal punto di vista della leva finanziaria, le aziende sono oggi fortemente ancorate all'autofinanziamento ma hanno saputo utilizzare al meglio i finanziamenti garantiti e agevolati previsti dal Governo, investendo nello sviluppo del business.

Tre è il numero di banche alle quali, in media, si rivolge una Pmi, un numero che sale oltre le quattro se si guardano alle imprese con più di 50 addetti. Per il 95% degli imprenditori, avere più banche è una necessità: rende possibile scegliere a quale istituto rivolgersi, riconoscendo il valore della specializzazione. Internet è oggi considerato dalle Pmi un canale privilegiato: l'online banking è scelto nel 64% dei casi (percentuale che sale al 77% nei comparti Agroalimentare e Automotive) per molteplici servizi finanziari. In caso di richiesta di credito, le aziende italiane preferiscono tuttavia il rapporto diretto con un consulente in filiale (65%) ma già il 35% usa le piattaforme digitali per le operazioni di finanziamento.

Secondo il Market Watch sono tre le principali voci del funding di una Pmi: l'autofinanziamento (52%), il credito bancario a medio e lungo termine (22%) e il credito bancario a breve termine (10%). La composizione è rimasta inalterata durante la pandemia e non è previsto alcun cambiamento del mix nel post Covid.

L'ampio ricorso all'autofinanziamento è coerente con il processo che le piccole e medie imprese italiane hanno intrapreso dopo la seconda crisi del 2011/2012 per conseguire una maggiore autonomia finanziaria. Non meraviglia l'incidenza del credito bancario a medio e lungo termine funzionale allo sviluppo degli investimenti dal primo Piano Industria 4.0 del 2017 in poi.

Lo scudo pubblico aiuta a guardare al futuro La pandemia ha fatto registrare una crescita del 24% nel ricorso alle garanzie statali sui prestiti e a finanziamenti agevolati. Se nel periodo pre-Covid circa il 36% delle imprese ne faceva uso, oggi la media è salita al 60% ma nel tempo è destinata a scendere al 45%. Coinvolti tutti i settori produttivi: la minor incidenza è dell'Automotive (46% le imprese coinvolte) mentre Agroalimentare, Sistema Casa e Meccanica superano il 70%. Quanto all'utilizzo, ben il 71% delle Pmi ha infatti impiegato le risorse per investimenti materiali, immateriali e R&S con punte nei settori della Chimica & Farmaceutica (94%), Agroalimentare (80%) Logistica & Trasporti (78%). Il 14% delle aziende ha scelto di investire nella formazione, il 6% nel risparmio energetico e sostenibilità ambientale, nel 3% dei casi si sono lanciate nuove aree di business.

In tempo di crisi gli strumenti pubblici di sostegno sono serviti anche a sostenere la liquidità (57% delle Pmi) e nel 21% dei casi per far fronte al pagamento degli stipendi, percentuale che raddoppia al 42% nel comparto Moda, uno dei più colpiti dalla pandemia.

com/cce

MF-DJ NEWS

1410:51 set 2021

(END) Dow Jones Newswires

September 14, 2021 04:53 ET (08:53 GMT)

Tutte le notizie su BANCA IFIS S.P.A.
15/10L'agenda della prossima settimana
DJ
15/10B.IFIS: il 20/10 paga dividendo 2019 pari a 1,10 euro/azione
DJ
14/10BORSA: equity in progresso, in luce le banche
DJ
13/10BANCA IFIS S P A: Comunicazione ai sensi dell'art.31 del Codice di Corporate Governance
PU
13/10BANCA IFIS S P A: distribuisce il dividendo 2019 pari a 1,10 euro per azione
PU
13/10B.IFIS: distribuisce dividendo 2019 di 1,10 euro per azione
DJ
13/10PMI: B.Ifis, per leadership efficienza e motivazione del team al 1* posto
DJ
12/10TOP STORIES ITALIA: banche, tegola mediazione su cessione Npl
DJ
12/10BANCHE: arriva diktat mediazione su Npl (Sole 24 Ore)
DJ
08/10TOP STORIES ITALIA: Mcc verso rush finale per 150 filiali Mps ma niente brand
DJ
Pi¨ notizie
Dati finanziari
Fatturato 2021 569 M 660 M -
Risultato netto 2021 86,7 M 101 M -
Indebitamento netto 2021 - - -
P/E ratio 2021 10,8x
Rendimento 2021 4,09%
Capitalizzazione 910 M 1 055 M -
Capi. / Fatturato 2021 1,60x
Capi. / Fatturato 2022 1,55x
N. di dipendenti -
Flottante 45,8%
Grafico BANCA IFIS S.P.A.
Durata : Periodo :
Banca IFIS S.p.A.: grafico analisi tecnica Banca IFIS S.p.A. | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica BANCA IFIS S.P.A.
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRialzistaRialzistaRialzista
Evoluzione del Conto di Risultati
Consensus
Vendita
Acquisto
Raccomandazione media ACCUMULARE
Numero di analisti 5
Ultimo prezzo di chiusura 17,01 €
Prezzo obiettivo medio 15,84 €
Differenza / Target Medio -6,88%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Frederik Geertman Chief Executive Officer
Mariacristina Taormina Head-Central Finance Directorate
Sebastien Egon von FŘrstenberg Chairman
Francesco Peluso Head-Compliance
Daniele Umberto Santosuosso Independent Director