(Alliance News) - Le borse europee sono contrastate, nella metà giornata di martedì, dopo il rilascio dei dati sull'inflazione di Italia ed Eurozona, e dopo l'uscita del PMI che denota, per la prima volta dall'inizio del 2023, una contrazione nell'attività manifatturiera del nostro paese.

Così, il FTSE Mib è in rialzo dello 0,3% a 27.150,52.

Il Mid-Cap è in rialzo dello 0,1% a 43.473,69, lo Small-Cap cede lo 0,1% a 29.070,16 e l'Italia Growth sale dello 0,2,% a 9.272,10.

In Europa, il CAC 40 di Parigi è in rosso dello 0,5%, il FTSE 100 di Londra è in verde frazionale mentre il DAX 40 di Francoforte è in rosso dello 0,3%.

Quindi, l'inflazione nel nostro paese, è accelerata più del previsto nel mese di aprile, spinta dai beni energetici non regolamentari, secondo la stima preliminare dell'Istat resa nota martedì.

I prezzi al consumo dell'Italia sono cresicuti dell'8,3% su base annua ad aprile dopo essere aumentati del 7,6% a marzo mentre il mercato si attendeva un'inflazione dell'8,2% per aprile.

Nell'area dell'euro, l'inflazione annuale è aumentata ad aprile, secondo la stima flash di Eurostat resa nota martedì.

Secondo la stima preliminare, l'inflazione annua è del 7,0% ad aprile, in accelerazione rispetto al 6,9% di marzo.

Cibo, alcol e tabacco dovrebbero avere il tasso annuo più alto, frenando comunque al 13,6% rispetto al 15,5% di marzo.

Sul principale listino di Piazza Affari a prevalenza rialzista, Campari fa un balzo del 2,4% dopo aver comunicato martedì di aver chiuso il primo trimestre con numeri in forte crescita su base annua, grazie a vendite nette passate a EUR667,9 milioni da EUR534,8 milioni dello stesso trimestre dell'anno precedente.

Bene i bancari con BPER Banca che sale con l'1,9%, UniCredit e Banca Monte dei Paschi di Siena, in verde del 2,2%. Intesa Sanpaolo è in attivo con lo 0,6%.

Male i petroliferi, con Saipem che cede lo 0,9%, mentre Eni perde lo 0,7% e Tenaris è in rosso dello 0,5%.

Il consiglio di amministrazione di Eni ha fatto sapere venerdì di aver approvato i risultati consolidati del primo trimestre, avendo riportato un utile ante-imposte adjusted di EUR4,98 miliardi, in calo del 5,0% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno quando era pari a EUR5,23 miliardi.

Peggio di tutti fa Iveco Group, in calo dell'1,9% mentre in vetta ora c'è STMicroelectronics, in attivo del 2,7%.

Sul Mid-Cap, Tamburi Investment Partners - su dello 0,6% - ha fatto sapere lunedì di aver raggiunto un accordo per acquisire il 51% di Investindesign Spa, società che attualmente detiene la maggioranza del capitale di Italian Design Brands Spa.

TIP, per l'acquisto del 50,7% del capitale di Investindesign investirà EUR72 milioni, attribuendo ad IDB un valore del capitale economico pari a EUR220 milioni.

In fondo, invece, ci sono le azioni B di MFE, in calo del 3,1% mentre Saras che cede l'1,7%.

Sullo Small-Cap, Netweek sale con il 13% e fa meglio di tutti.

PLC è in verde dello 0,7%. Venerdì il consiglio di amministrazione ha approvato il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2022 riportando ricavi in calo a EUR60,6 milioni da EUR67,6 milioni del 2021.

Nel 2022 ha registrato una perdita di oltre EUR15,8 milioni da un utile di quasi EUR3,0 milioni nel 2021.

d'Amico International Shipping - in rosso dello 0,3% - ha reso noto martedì che la propria controllata operativa d'Amico Tankers DAC ha esercitato la sua opzione di acquisto prevista dal contratto di noleggio a scafo nudo relativo alla MT High Trust, una 'MR' di portata lorda pari a 49.990 tonnellate, costruita a gennaio 2016 da Hyundai-Mipo, Corea del Sud, presso i loro cantieri di Vinashin in Vietnam, per un importo pari a circa USD22,2 milioni.

Seri Industrial sale con l'1,7% dopo aver fatto sapere che nei primi tre mesi dell'anno ha riportato ricavi per EUR45,0 milioni da EUR44,0 milioni nello stesso periodo dell'anno precedente.

Il consiglio di amministrazione di Elica - in rosso dell'1,4% - ha approvato i risultati del primo trimestre 2023, chiuso con un risultato netto di EUR3,4 milioni rispetto a EUR4,7 milioni del primo trimestre 2022. Il risultato normalizzato è pari a EUR3,9 milioni. Nel primo trimestre 2023, Elica ha registrato ricavi pari a EUR129,0 milioni, "in un mercato caratterizzato da una domanda in contrazione e influenzato dalle misure di destocking attuate dai clienti OEM", si legge nella nota societaria. L'anno scorso nel primo trimestre era pari a EUR144 milioni.

Infine, tra le PMI, Officina Stellare cede lo 0,9%. Il cda ha approvato venerdì il bilancio consolidato al 31 dicembre 2022 riportando un risultato netto di EUR610.000 in calo del 55% da EUR1,3 milioni registrati nell'intero 2021.

Il valore della produzione è pari a EUR13,0 milioni in aumento del 37% da EUR9,5 milioni del 2021.

Fenix Entertainment raggiunge la vetta col 16% dopo aver fatto sapere venerdì che il valore della produzione del primo trimestre 2023 ammonta a EUR7,5 milioni da EUR4,6 milioni del primo trimestre 2022.

Franchi Umberto Marmi - su dell'1,6% - giovedì ha fatto sapere che il totale dei ricavi al 31 marzo è pari a EUR22,7 milioni, in crescita del 7%, rispetto ai EUR21,1 milioni registrati nello stesso periodo dell'anno precedente, con un contributo significativo dalle vendite in Turchia, Corea del Sud e India. Le vendite sul mercato Italiano, al 31 marzo 2023, hanno registrato un aumento del 4%, rispetto ai primi tre mesi del 2022, raggiungendo EUR12,3 milioni pari al 54% del totale ricavi, a conferma del buono stato di salute del mercato domestico.

OSAI Automation System sale del 3,5%. La società ha reso noto venerdì di aver firmato con la proprietaria Immobiliare Besa Srl l contratto preliminare di acquisto della sede operativa di Parella, d'importo complessivo pari ad EUR5,4 milioni circa e con chiusura prevista entro il 31 ottobre.

MeglioQuesto non scambia ancora. La società ha comunicato che il board ha deliberato di dare il via a un aumento di capitale riservato a Pierluigi Ghiani e Francesco Simula da EUR7,0 milioni. L'operazione si svilupperà attraverso l'emissione di 4,0 milioni di azioni ordinarie al prezzo di sottoscrizione di EUR1,75 ciascuna. Dell'importo dell'aumento di capitale, EUR400.000 andranno ad aumentare il capitale sociale della società mentre EUR6,6 milioni saranno allocati a riserva sovrapprezzo.

A New York, il Dow Jones ha chiuso in rosso delo 0,1% a 34.051,70, il Nasdaq ha terminato in rosso dello 0,1% a 12.212,60 e l'S&P 500 ha finito la giornata in rosso frazionale a 4.167,87.

Tra le valute, l'euro passa di mano a USD1,0959 contro USD1,0942 di venerdì in chiusura. La sterlina vale invece USD1,2468 da USD1,2577 di venerdì sera.

Tra le commodity, il Brent vale USD79,10 al barile contro USD80,30 al barile di venerdì sera. L'oro, invece, scambia a USD1.982,62 l'oncia da USD1.991,95 l'oncia di venerdì in chiusura.

Nel calendario macroeconomico di martedì, nel pomeriggio, dagli USA, gli ordinativi dalle fabbriche e alle 1600 CEST il report JOLTs. Alle 2230 CEST, sarà la volta delle scorte settimanali di petrolio.

Di Chiara Bruschi, Alliance News reporter

Commenti e domande a redazione@alliancenews.com

Copyright 2023 Alliance News IS Italian Service Ltd. Tutti i diritti riservati.