Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrazione
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     

BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A.

(BDB)
  Rapporto
Tempo differito Borsa Italiana  -  17:35 29/09/2022
2.670 EUR   -2.55%
28/09Sorgenia: con Banco di Desio per rinnovabili a Pmi
DJ
31/08Banco Di Desio E Della Brianza S P A: Proroga dello stato di emergenza per gli eventi meteorologici verificatesi nel territorio delle province di Como, Sondrio e Varese.
PU
30/08Banco Di Desio E Della Brianza S P A: Segnalazione Attacco di Smishing (Phishing via SMS) per i clienti HB in corso
PU
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieCalendarioSocietąFinanzaDerivatiFondi 
RiassuntoTutte le notizieRaccomandazione analistiAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settore

Banco Desio: risultati consolidati al 30 giugno 2022

29-07-2022 | 09:35

COMUNICATO STAMPA

BANCO DESIO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2022

Utile netto consolidato del primo semestre 2022, pari ad Euro 54,1 mln in netta crescita rispetto allo stesso periodo 2021 (+46,9%) con ROE annualizzato al 9,0% (+3,7 pts rispetto al H1 2021)

Margine operativo pari ad Euro 107,9 mln, in miglioramento rispetto al H1 2021 (+18,4%) spinto dall'incremento dei ricavi ad Euro 239,8 mln (+7,3%) e dalla crescita dei volumi

Cost income ratio a 58,0% nel H1 2022 (-4,3 pts rispetto al H1 2021)

Confermate solidità patrimoniale e qualità dell'attivo

Desio, 28 luglio 2022 - Il Consiglio di Amministrazione del Banco di Desio e della Brianza S.p.A. ha approvato la "Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022". Nella tabella seguente si riassumono i principali indicatori economici e patrimoniali di periodo.

  • Utile netto consolidato in netta crescita a 54,1 milioni di Euro (+46,9%).
  • Redditività in aumento (ROE annualizzato al 9,0%) con oneri operativi stabili e costo del rischio sotto controllo.

REDDITIVITÀ

 Migliora la gestione operativa (+18,4%) per effetto di una crescita dei proventi (+7,3%).

 Cost income ratio al 58,0%

 Commissioni nette +1,7% in crescita nonostante il contesto negativo di mercato per il

contributo dei ricavi derivanti da flussi transazionali, bancassicurazione e gestioni

patrimoniali (+5,8% su prodotti assicurativi, +13,6% su GPM e +1,5% su distribuzione OICR)

 Impieghi verso la clientela ordinaria a 11,5 miliardi di euro (+3,4%) con ulteriori erogazioni

SOSTEGNO

a famiglie e imprese nel corso del semestre per 1,11 miliardi di euro.

 Crediti Ecobonus/Sismabonus acquistati per circa 0,3 miliardi di euro.

AL'ECONOMIA

 Raccolta diretta in aumento pari ad Euro 12,5 miliardi (+0,3%)1.

E CRESCITA

 Raccolta indiretta pari ad Euro 16,3 miliardi (-9,3%, di cui clientela ordinaria in calo del

9,3%).

 Incidenza dei crediti deteriorati in riduzione: NPL ratio lordo2 al 3,7% (4,1% al 31 dicembre

2021) e netto al 1,9%.

AFFIDABILITA'

 Rigorosa valutazione dei crediti e solidi livelli di coverage sui crediti deteriorati al 50,2%

e sui crediti in bonis allo 0,92%.

 Liquidità sotto controllo con indicatore LCR a 170,28%

 Confermata la solidità patrimoniale del Gruppo Banco Desio con CET1 al 15,15%

SOLIDITÀ

Coefficienti4

Banco Desio Brianza

Gruppo Banco Desio

Gruppo Brianza Unione5

CET 1

16,11%

15,15%

11,20%

PATRIMONIALE3

TIER 1

16,11%

15,15%

12,01%

Total Capital

16,11%

15,15%

13,08%

  • Incluse operazioni di pronti contro termine di raccolta con clientela istituzionale per Euro 230 milioni (Euro 208 milioni al 31 dicembre 2021).
    2 Al netto dei crediti deteriorati classificati nella voce "Attività in via di dismissione".
    3 In base al provvedimento della Banca d'Italia comunicato al Banco di Desio e della Brianza S.p.A. e alla capogruppo finanziaria Brianza Unione di Luigi Gavazzi e Stefano Lado S.A.p.A., in data 18 maggio 2022, al Gruppo "CRR" Brianza Unione sono stati assegnati i seguenti requisiti minimi di capitale da rispettare a conclusione del Supervisory Review and Evaluation Process (SREP): CET1 ratio pari al 7,35%, vincolante - ai sensi dell'art. 67-ter TUB - nella misura del 4,85% (di cui 4,50% a fronte dei requisiti minimi regolamentari e 0,35% a fronte dei requisiti aggiuntivi) e per la parte restante dalla componente di riserva di conservazione del capitale, Tier1 ratio pari al 9,00%, vincolante nella misura del 6,50% (di cui 6,00% a fronte dei requisiti minimi regolamentari e 0,50% a fronte dei requisiti aggiuntivi) e per la parte restante dalla componente di riserva di conservazione del capitale e Total Capital ratio pari all'11,15%, vincolante nella misura dell'8,65% (di cui 8,00% a fronte dei requisiti minimi regolamentari e 0,65% a fronte dei requisiti aggiuntivi) e per la parte restante dalla componente di riserva di conservazione del capitale.
    4 In applicazione alle disposizioni transitorie introdotte dal Regolamento (UE) 2017/2395 del 12 dicembre 2017 e successive modifiche.
    5 I ratio consolidati a livello di Brianza Unione di Luigi Gavazzi e Stefano Lado S.A.p.A., società controllante il 50,41% di Banco di Desio e della Brianza S.p.A., sono stati calcolati in base alle disposizioni degli articoli 11, paragrafi 2 e 3 e 13, paragrafo 2, del Regolamento CRR.

Pagina 1

***

Il Consiglio di Amministrazione del Banco di Desio e della Brianza S.p.A., riunitosi in data 28 luglio 2022, ha approvato la "Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2022" (di seguito anche "Relazione"), redatta ai sensi dell'art.154-ter del D.Lgs. 58/1998 ("Testo Unico della Finanza"), attuativo del D.Lgs. n. 195 del 6 novembre 2007 (c.d. "Direttiva Trasparency") e predisposta in conformità ai principi contabili internazionali applicabili riconosciuti nella Comunità Europea ai sensi del Regolamento Comunitario n. 1606 del 19 luglio 2002, ed in particolare dello IAS 34 - Bilanci intermedi, nonché alle disposizioni della Banca d'Italia emanate con la Circolare n. 262 del 29 ottobre 2021 (7° aggiornamento).

La Relazione è stata predisposta anche per le finalità di determinazione del risultato del periodo ai fini del calcolo dei fondi propri e dei coefficienti prudenziali.

Per quanto riguarda i criteri di rilevazione e valutazione, la Relazione è redatta in conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS in vigore alla data di riferimento come di seguito riportato nella sezione "Criteri di redazione".

Si richiama la specifica informativa dedicata alla descrizione del contesto di riferimento in cui è stata predisposta la presente informativa finanziaria, ancora condizionata dal contesto pandemico, nonché delle incertezze e dei rischi significativi a questo correlati che possono avere un impatto anche significativo sui risultati previsti che dipendono da molti fattori al di fuori del controllo del management.

Gli importi delle tabelle e degli schemi della Relazione sono espressi in migliaia di Euro.

I prospetti contabili della presente Relazione sono soggetti a revisione contabile limitata da parte di KPMG S.p.A. per la computabilità del risultato intermedio nei fondi propri.

Pagina 2

Informativa relativa agli impatti della guerra in Ucraina

L'escalation nelle tensioni geopolitiche internazionali culminate con l'invasione armata del territorio ucraino da parte della Russia e l'approvazione di un'ampia gamma di sanzioni finanziarie e commerciali nei confronti di Mosca hanno accelerato l'impennata dei prezzi dell'energia e delle materie prime accentuando la spirale inflattiva.

Gli effetti delle sanzioni hanno gravato anche gli stessi paesi occidentali che le hanno decise e le prospettive macroeconomiche sono oggi molto incerte in quanto l'influenza su di esse dipenderà in larga parte dalle conseguenze del conflitto sulle attività economiche globali e specifiche delle singole imprese.

Per quanto attiene in particolare a Banco Desio, sulla base delle analisi sino ad oggi condotte, non risultano esposizioni dirette nei confronti del mercato russo e di quello ucraino così come l'esposizione della clientela del Banco risulta piuttosto contenuta.

A fronte del basso livello di rischio diretto ad oggi rilevato, non sono comunque da escludere scenari futuri in cui il Gruppo si troverà ad operare derivanti dalle crescenti pressioni sui prezzi dell'energia e delle materie prime e del conseguente rallentamento dell'attività economica nazionale e internazionale a seguito del conflitto.

Un maggior rischio di credito direttamente collegato alla crisi può quindi derivare dalle ripercussioni sui clienti affidati il cui business dipende in modo più o meno marcato dal mondo russo. Sono state pertanto condotte analisi ad hoc sulle controparti operanti nei settori più esposti all'import o all'export con Russia, Bielorussia e Ucraina, ovvero che generano flussi in entrata/uscita verso questi paesi di importo rilevante rispetto al loro volume di affari. Dalle analisi svolte non sono emersi segnali di criticità particolari sul portafoglio impieghi nel suo complesso e non hanno pertanto determinato la necessità di rivedere gli affidamenti concessi. L'attività di monitoraggio su controparti appartenenti a settori potenzialmente suscettibili al conflitto Russia-Ucraina permetterà di garantire una gestione attenta e puntuale del portafoglio crediti nel tempo.

Sono state inoltre diramate specifiche indicazioni operative alle competenti strutture del Banco che sono attivamente impegnate nel monitorare l'evoluzione del conflitto, delle sanzioni attuali e delle ulteriori misure restrittive che saranno adottate dall'Unione Europea nei confronti della Russia allo scopo di adeguare conseguentemente i necessari presidii.

Banco Desio ha voluto essere vicino alla popolazione ucraina con la campagna di raccolta fondi "BANCO DESIO X L'UCRAINA" rivolta alla clientela e con l'iniziativa di crowdfunding "#unitixUcraina" che vede invece coinvolte le risorse interne (per ogni euro donato il Banco ne donerà due).

Pagina 3

Risultati del periodo

Dati patrimoniali consolidati

Il totale delle masse amministrate della clientela al 30 giugno 2022 è risultato di circa 28,8 miliardi di euro, in riduzione di circa 1,6 miliardi di euro (-5,4%) rispetto al saldo di fine esercizio 2021, attribuibile all'andamento della raccolta indiretta (- 9,3%) parzialmente compensato da quella diretta (+ 0,3%).

La raccolta diretta alla fine del primo semestre ammonta a circa 12,5 miliardi di euro ed evidenzia un incremento dello 0,3% che riviene dalla crescita dei debiti verso clientela di circa 0,1 miliardi (+1,1%), parzialmente rettificata dalla riduzione dei titoli in circolazione (-5,0%).

La raccolta indiretta ha complessivamente registrato al 30 giugno 2022 un decremento di -9,3% rispetto al saldo di fine esercizio precedente, attestandosi a 16,3 miliardi di euro. In particolare l'andamento è attribuibile sia alla raccolta da clientela istituzionale (-9,3%) che alla raccolta da clientela ordinaria (-9,3%) per effetto dell'andamento del comparto del risparmio gestito (-9,6%) e del risparmio amministrato (-8,4%).

Il valore degli impieghi verso clientela ordinaria al 30 giugno 2022 si attesta a circa 11,5 miliardi di euro6, in aumento rispetto al dato dell'esercizio precedente (+3,4%), attribuibile principalmente alla crescita dei mutui e finanziamenti a medio lungo termine per effetto delle iniziative offerte a sostegno al sistema produttivo e alle famiglie.

Al 30 giugno 2022 le attività finanziarie complessive del Gruppo sono risultate pari a 4,0 miliardi di euro, con un incremento di circa 0,2 miliardi di euro rispetto al consuntivo di fine 2021 (+4,9%). La politica di investimento a lungo termine (portafoglio held to collect) è caratterizzata da una significativa esposizione in titoli governativi italiani, pur affiancata dalla partecipazione ad operazioni di mercato primario su un selezionato numero di emittenti corporates. E' proseguita la politica di diversificazione con l'inserimento in portafoglio di alcune tranche di ABS ("Asset Backed Securities"), con profilo di rischio contenuto e basso assorbimento patrimoniale.

La posizione interbancaria netta del Gruppo al 30 giugno 2022 è risultata a debito per circa 2,0 miliardi di euro, rispetto ad un saldo sempre a debito per circa 1,7 miliardi di euro di fine esercizio precedente.

Il Patrimonio netto di pertinenza della Capogruppo al 30 giugno 2022, incluso l'utile di periodo, ammonta complessivamente a 1.106,8 milioni di euro, rispetto a 1.088,7 milioni di euro del consuntivo 2021. La variazione positiva di 18,1 milioni di euro è riconducibile alla redditività complessiva di periodo positiva per 36,4 milioni di euro parzialmente compensata dal pagamento del dividendo dell'esercizio 2021.

In data 25 gennaio 2018, il Consiglio di Amministrazione della banca, ha deliberato di aderire alle disposizioni transitorie introdotte dal Regolamento (UE) 2017/2395 del 12 dicembre 2017 volte ad attenuare l'impatto dell'introduzione del principio contabile IFRS9 sui fondi propri e i coefficienti patrimoniali.

Nella seduta del 30 luglio 2020, il C.d.A. ha inoltre deliberato di avvalersi dell'opzione prevista dal Regolamento 2020/873 e quindi del trattamento temporaneo di profitti e perdite non realizzati misurati al valore equo rilevato nelle altre componenti di conto economico per i titoli di debito governativo sul periodo 2020-2022 (fattore di esclusione pari a 1 nel 2020, 0,70 nel 2021 e 0,40 nel 2022).

Con riferimento al Gruppo bancario Banco Desio, i Fondi Propri, dopo l'applicazione del pay out del 40%, ammontano al 30 giugno 2022 a 1.118,9 milioni di euro interamente attribuito a CET1 + AT1, rispetto a 1.131,5 milioni di euro di fine esercizio precedente. Il coefficiente patrimoniale Common Equity Tier1 ratio è risultato pari al 15,2% (15,6% al 31 dicembre 2021). Il Tier1 ratio è risultato pari al 15,2% (15,6% al 31 dicembre 2021), anche il Total Capital ratio è risultato pari al 15,2% (15,7% al 31 dicembre 2021).

Il calcolo dei Fondi Propri e dei requisiti prudenziali consolidati che sono oggetto di trasmissione alla Banca d'Italia nell'ambito delle segnalazioni di vigilanza prudenziale (COREP) e delle segnalazioni statistiche (FINREP)

  • effettuato con riferimento a Brianza Unione di Luigi Gavazzi e Stefano Lado S.A.p.A. che, secondo la normativa europea, si configura come la capogruppo finanziaria del gruppo bancario. I Fondi Propri consolidati calcolati a valere sulla capogruppo finanziaria Brianza Unione ammontano al 30 giugno 2022 ad Euro 965,7 milioni (CET1 + AT1 ad Euro 887,0 milioni + T2 ad Euro 78,7 milioni) rispetto a 973,0 milioni di euro di fine esercizio precedente. Il coefficiente patrimoniale Common Equity Tier1 ratio è risultato pari al 11,2% (11,6% al 31 dicembre 2021). Il Tier1 ratio è risultato pari al 12,0% (12,4% al 31 dicembre 2021), mentre il Total Capital ratio è risultato pari al 13,1% (13,5% al 31 dicembre 2021).

In data 18 maggio 2022, la Banca d'Italia ha comunicato al Banco di Desio e della Brianza S.p.A. e alla capogruppo finanziaria Brianza Unione di Luigi Gavazzi e Stefano Lado S.A.p.A. la propria decisione sul capitale a conclusione del periodico processo di revisione prudenziale ("SREP"), disponendo che il Gruppo Brianza Unione adotti i seguenti coefficienti di capitale a livello consolidato:

  • Esclusi crediti deteriorati per Euro 7,5 milioni netti classificati nella voce "Attività in via di dismissione".

Pagina 4

  • CET 1 ratio pari al 7,35%, composto da una misura vincolante del 4,85% (di cui 4,50% a fronte dei requisiti minimi regolamentari e 0,35% a fronte dei requisiti aggiuntivi determinati a esito dello SREP) e per la parte restante dalla componente di riserva di conservazione del capitale;
  • Tier 1 ratio pari al 9,00%, composto da una misura vincolante del 6,50% (di cui 6,00% a fronte dei requisiti minimi regolamentari e 0,50% a fronte dei requisiti aggiuntivi determinati a esito dello SREP) e per la parte restante dalla componente di riserva di conservazione del capitale;
  • Total Capital ratio pari al 11,15%, composto da una misura vincolante dell'8,65% (di cui 8,00% a fronte dei requisiti minimi regolamentari e 0,65% a fronte dei requisiti aggiuntivi determinati a esito dello SREP) e per la parte restante dalla componente di riserva di conservazione del capitale.

Risulta confermata la solidità del Gruppo rispetto ai requisiti richiesti.

Pagina 5

Questo è un estratto del contenuto originale. Per continuare a leggere, accedi al documento originale.

Disclaimer

Banco di Desio e della Brianza S.p.A. published this content on 29 July 2022 and is solely responsible for the information contained therein. Distributed by Public, unedited and unaltered, on 29 July 2022 07:34:06 UTC.


© Publicnow 2022
Tutte le notizie su BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A.
28/09Sorgenia: con Banco di Desio per rinnovabili a Pmi
DJ
31/08Banco Di Desio E Della Brianza S P A: Proroga dello stato di emergenza per gli eventi met..
PU
30/08Banco Di Desio E Della Brianza S P A: Segnalazione Attacco di Smishing (Phishing via SMS)..
PU
09/08Banco Di Desio E Della Brianza S P A: Terzo Pilastro di Basilea 3 – Informativa al ..
PU
08/08Bper: no sanzioni Antitrust per ritardo cessione sportelli Unipol Banca
DJ
05/08Banco Di Desio E Della Brianza S P A: Avviso relativo alla disponibilità di documentazion..
PU
29/07Banco Di Desio E Della Brianza S P A: Chiusura estiva servizio di cassa filiali - aggiorn..
PU
29/07Banco Desio: risultati consolidati al 30 giugno 2022
PU
29/07B.Desio : utile cons 1* sem. a 54,1 mln (+46,9% a/a)
DJ
29/07Il Banco di Desio e della Brianza S.p.A. riporta i risultati degli utili per il semestr..
CI
Altre news
Raccomandazioni degli analisti su BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A.
Altre raccomandazioni
Dati finanziari
Fatturato 2021 363 M 355 M -
Risultato netto 2021 54,9 M 53,6 M -
Indebitamento netto 2021 5 562 M 5 433 M -
P/E ratio 2021 7,39x
Rendimento 2021 4,52%
Capitalizzazione 359 M 350 M -
VS / Fatturato 2020 13,5x
VS / Fatturato 2021 16,5x
N. di dipendenti 2 164
Flottante 38,8%
Grafico BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A.
Durata : Periodo :
Banco di Desio e della Brianza S.p.A.: grafico analisi tecnica Banco di Desio e della Brianza S.p.A. | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A.
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRibassistaRibassistaRibassista
Evoluzione del Conto dei Risultati
Dirigenti e Amministratori
Alessandro Maria Decio Chief Executive Officer & Director
Mauro Walter Colombo Chief Financial Officer
Stefano Lado Chairman
Cristina Finocchi Mahne Independent Director
Agostino Gavazzi Director