I regolatori bancari statunitensi hanno punito venerdì Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs e JPMorgan Chase per le carenze nei piani richiesti per la loro risoluzione sicura in caso di fallimento.

In particolare, la Federal Reserve e la Federal Deposit Insurance Corporation hanno affermato che le banche devono perfezionare le modalità di liquidazione sicura del loro portafoglio di derivati, quando presenteranno i cosiddetti "testamenti biologici" alle autorità di regolamentazione nel 2025.

La FDIC ha inasprito le sue preoccupazioni sul piano di Citi fino a farle diventare "carenze", il che significa che non le ha ritenute credibili, ma la Fed non ha seguito il suo esempio. Se entrambe le autorità di regolamentazione avessero ritenuto il piano di Citi carente, le sarebbe stato richiesto di ripresentare un piano migliorato e avrebbe potuto subire ulteriori restrizioni normative.

Quando le banche presenteranno i prossimi piani, le agenzie hanno anche detto che dovranno occuparsi della pianificazione di emergenza e dell'ottenimento di azioni governative estere necessarie per l'esecuzione dei loro piani, un apparente cenno alle difficoltà che le autorità di regolamentazione hanno affrontato per risolvere in sicurezza il Credit Suisse quando è crollato l'anno scorso.

I regolatori non hanno fornito un feedback critico importante ai piani presentati da Wells Fargo & Co.