Barrick Gold Corporation ha aumentato le riserve minerali d'oro probabili e comprovate attribuibili di 5,0 milioni di once prima dell'esaurimento del 2023, continuando a mantenere la qualità della base di riserve minerali. Le riserve minerali probabili e comprovate attribuibili sono ora pari a 77 milioni di once a 1,65g/t, in aumento rispetto ai 76 milioni di once a 1,67g/t del 2022. Guidata dalla regione Africa e Medio Oriente, Barrick ha conseguito il terzo anno consecutivo di crescita organica delle riserve auree rispetto all'esaurimento annuale.

Questa costante attenzione alla qualità degli asset ha permesso di sostituire con successo oltre il 140% dell'esaurimento delle riserve auree dell'azienda dalla fine del 2019, aggiungendo quasi 29 milioni di once4 di riserve probabili e comprovate attribuibili o 44 milioni di once di riserve probabili e comprovate su base 100% (escluse le acquisizioni e le cessioni). I programmi di trivellazione di successo a Lumwana hanno favorito la crescita delle riserve di rame provate e probabili di 330 mila tonnellate di rame nel 2023. Di conseguenza, Barrick ha sostituito il 124% dell'esaurimento annuale del rame globale con una qualità costante, mantenendo di fatto le riserve minerali di rame provate e probabili attribuibili di 5,6 milioni di tonnellate allo 0,39% nel 2023.

Le risorse auree misurabili e indicate attribuibili per il 2023 ammontano a 180 milioni di once a 1,06g/t, con altri 39 milioni di once a 0,8g/t di risorse inferite. Le risorse di rame misurabili e indicate attribuibili per il 2023 ammontano a 21 milioni di tonnellate di rame allo 0,39%, con altri 7,1 milioni di tonnellate di rame allo 0,4% di risorse inferite. Le risorse minerarie sono riportate comprensive delle riserve e si basano su un prezzo dell'oro di 1.700 dollari/oz e su un prezzo aggiornato del rame di 4,00 dollari/lb per il 2023.

Il Presidente e Amministratore delegato Mark Bristow ha dichiarato che la strategia di Barrick di investire nella crescita organica attraverso l'esplorazione e la gestione delle risorse minerarie ha distinto l'azienda all'interno del settore, creando un valore reale attraverso la scoperta e lo sviluppo, piuttosto che affidarsi agli aumenti dei prezzi delle materie prime per fornire valore a fusioni e acquisizioni ad alto premio. Simon Bottoms, dirigente del settore Gestione e valutazione delle risorse minerarie, ha dichiarato che le riserve dell'azienda a un prezzo di 1.300 dollari/oz per l'oro e di 3,00 dollari/lb per il rame dimostrano la differenziazione qualitativa delle attività rispetto ai colleghi. La regione Africa e Medio Oriente ha sostituito il 165% dell'esaurimento regionale delle riserve auree del 2023, guidato da Loulo-Gounkoto, con l'estensione del giacimento di Yalea ad alto grado, che ha portato ad un aumento di 1,1 milioni di once delle riserve probabili e accertate attribuibili prima dell'esaurimento.

Anche Bulyanhulu ha ottenuto ottimi risultati grazie all'estensione della mineralizzazione vicino alla superficie di Reef 1 e Reef 2, con studi di fattibilità aggiornati che supportano un portale di accesso con declino in superficie per ciascun Reef, aggiungendo 0,9 milioni di once alle riserve probabili e accertate attribuibili. A Kibali, la perforazione di conversione in corso nel lodo 11000 nel sottosuolo di KCD, combinata con la conversione di alcune risorse del pozzo satellite, ha portato ad un aumento di 0,47 milioni di once delle riserve probabili e accertate attribuibili prima dell'esaurimento. Anche la base di riserve minerali di rame di Lumwana è cresciuta del 6% rispetto all'anno precedente, al netto dell'esaurimento, grazie alle perforazioni di conversione in corso nel pozzo di Malundwe.

Questo ha portato anche all'aggiornamento delle risorse di rame misurate e indicate per Lumwana nel 2023, che ammontano a 7,1 milioni di tonnellate di rame allo 0,52%, con altri 4 milioni di tonnellate di rame allo 0,4% di risorse inferite, che si prevede forniranno le basi per un'attività di rame di livello uno con il completamento dello studio di fattibilità dell'espansione del Super Pit nel 2024. All'interno della regione America Latina e Asia Pacifico, è stato completato uno studio di prefattibilità sull'espansione del bacino di lisciviazione che supporta un pushback aggiuntivo nella fossa aperta di Veladero, con il risultato di riserve auree probabili e accertate attribuibili nel 2023 per la regione, pari a 27 milioni di once a 0,96g/t. Gli aggiornamenti delle risorse minerarie di Reko Diq5 riflettono gli aggiornamenti dello studio di fattibilità in corso, con il risultato di una risorsa mineraria attribuibile misurata e indicata di 8,3 milioni di tonnellate2 di rame allo 0,43% con 14 milioni di once d'oro a 0,25g/t, e una risorsa mineraria attribuibile inferita di 2,2 milioni di tonnellate di rame allo 0,3% con 3,8 milioni di once d'oro a 0,2g/t. In Nord America, i programmi di crescita in corso a Turquoise Ridge, Leeville Underground a Carlin e Robertson a Cortez hanno aggiunto 1,9 milioni di once d'oro su base attribuibile prima dell'esaurimento annuale, sostituendo di fatto oltre l'80% dell'esaurimento annuale. Questo ha portato a sostenere le riserve minerali attribuibili provate e probabili per la regione, pari a 31 milioni di once a 2,45g/t per il 2023.

Allo stesso tempo, le risorse minerarie attribuibili in oro misurate e indicate per la regione si attestano a 68 milioni di once a 2,10 g/t, mentre le risorse attribuibili inferite aggiornate sono cresciute a 18 milioni di once a 2,1 g/t. Guardando al 2024, si prevede che la base di risorse minerarie regionali sarà un fattore chiave della crescita futura. A tal fine, un programma di valutazione completo e un team di studio dedicato valuteranno la lunghezza del giacimento Fourmile, di proprietà al 100 percento, con l'obiettivo di aggiornare le risorse minerarie alla fine del 2024, il che informerà la decisione di Barrick sull'avvio di uno studio di prefattibilità.