Le recenti acquisizioni di aziende infrastrutturali da parte di gestori di fondi come BlackRock e General Atlantic probabilmente stimoleranno altre operazioni nel settore, ha dichiarato a Reuters il responsabile delle infrastrutture globali dell'investitore sovrano australiano QIC.

Il mese scorso BlackRock ha pagato 12,5 miliardi di dollari per Global Infrastructure Partners, che ha un portafoglio che include l'aeroporto britannico di Gatwick.

Giorni dopo, la società di private equity General Atlantic ha acquistato l'investitore infrastrutturale britannico Actis.

Transazioni come queste probabilmente spingeranno i rivali a guardare ad accordi simili, soprattutto perché la scala può avvantaggiare i gestori di fondi in alcune aree dell'infrastruttura, secondo Ross Israel, responsabile dell'infrastruttura globale presso il QIC da 103 miliardi di dollari australiani (66 miliardi di dollari).

"Quando si verifica un numero, si ottiene un'indicazione di valore e se qualcuno è interessato, inizia un dialogo", ha detto in un'intervista.

"I concorrenti di coloro che hanno effettuato acquisizioni vedono la necessità di eguagliare questo valore e quindi penso che molto probabilmente vedremo altre transazioni nascere sulla base di quel prezzo di mercato e di quel peg".

Creata dal Governo dello Stato del Queensland nel 1991 per finanziare le pensioni del settore pubblico, QIC gestisce un portafoglio di infrastrutture di circa 33 miliardi di dollari australiani, che comprende partecipazioni nell'aeroporto di Bruxelles e in Thames Water.

I commenti di Israel arrivano nel contesto di una serie di guadagni record per i nuovi fondi infrastrutturali. La società di investimenti KKR & CO ha dichiarato all'inizio di questo mese di aver raccolto 6,4 miliardi di dollari per la più grande infrastruttura dell'Asia-Pacifico fino ad oggi.

A dicembre, Brookfield Asset Management ha raccolto 28 miliardi di dollari per il suo più grande fondo infrastrutturale. (1 dollaro = 1,5356 dollari australiani) (Servizio di Lewis Jackson; modifica di Miral Fahmy)