EISENACH (dpa-AFX) - Secondo Florian Huettl, CEO di Opel, l'incertezza del mercato delle auto elettriche non rallenterà la tecnologia nel lungo periodo. Il fatto che il governo tedesco abbia lasciato scadere l'obbligo per le auto elettriche alla fine di dicembre e che non ci sia ancora un regolamento successivo "può prolungare il percorso verso l'elettromobilità", ha dichiarato Huettl all'agenzia di stampa tedesca a Eisenach martedì. "Ma non lo fermerà". Anche Opel sta notando una certa riluttanza all'acquisto, ha proseguito.

Opel vuole offrire solo auto elettriche in Europa a partire dal 2028. Huettl ha dichiarato martedì: "Stiamo chiaramente rispettando il nostro piano, anche in termini di velocità. Possiamo far dipendere tutto questo dalla politica solo in una certa misura". Tuttavia, ha senso che i governi stimolino una fase di accelerazione per un periodo di tempo limitato. In Francia, ad esempio, un programma di incentivi per il leasing di auto elettriche è ben utilizzato.

Huettl ha confermato l'obiettivo di Opel di offrire un'auto elettrica a 25.000 euro nei prossimi anni. Per quanto riguarda la differenza di prezzo tra i motori a combustione e le auto elettriche, ha detto: "La prossima generazione di piattaforme elettriche a batteria ci permetterà di raggiungere questa parità di prezzo".

Martedì scorso Opel ha presentato nello stabilimento di Eisenach una versione completamente elettrica del SUV Grandland. Produrre un'auto in Germania comporta delle sfide in termini di costi, ha proseguito Huettl. "Naturalmente è più facile assorbire i costi di un'auto di fascia alta come la Grandland. Nel segmento delle auto piccole è molto più difficile a causa della situazione della concorrenza". La produzione di un'auto piccola come la Corsa in Germania è "impensabile oggi"./dhu/DP/ngu