I risultati preliminari del National Transportation Safety Board degli Stati Uniti dopo un incidente con un aereo MAX 9 indicano una scarsa qualità di produzione da parte di Boeing, ha dichiarato mercoledì l'amministratore delegato di Ryanair Michael O'Leary, aggiungendo però che la sua flotta non è stata colpita.

Un tappo della porta che è volato via da un jet MAX 9 di Alaska Airlines a metà volo il 5 gennaio sembrava mancare di quattro bulloni chiave, secondo il rapporto preliminare dell'NTSB pubblicato martedì.

"Penso che siamo preoccupati perché evidenzia, come dire, la scarsa qualità di produzione di Boeing... ma non pensiamo che riguardi la nostra flotta di Boeing 737 o il MAX 8 che gestiamo", ha detto a Reuters a margine di un evento a Lisbona.

"Ma non c'è dubbio che la maggiore supervisione da parte della FAA a Seattle rallenterà le cose. Non siamo ancora sicuri se ciò influirà sulle nostre consegne da qui alla fine di giugno", ha aggiunto.