Lo sviluppatore di gas naturale liquefatto Venture Global, con sede negli Stati Uniti, e il braccio commerciale della più grande azienda energetica privata ucraina, DTEK Group, hanno annunciato giovedì un accordo per la fornitura di gas naturale liquefatto all'Ucraina e all'Europa orientale.

Si tratta del primo accordo importante dell'Ucraina con un esportatore statunitense per la fornitura di GNL.

In base all'accordo, l'unità commerciale D. Trading di DTEK acquisterà carichi dall'impianto Plaquemines LNG di Venture Global in Louisiana dalla fine di quest'anno fino alla fine del 2026.

D. Trading acquisterà anche fino a 2 milioni di tonnellate all'anno di GNL dal terzo impianto di Venture Global, CP2 LNG, per 20 anni.

Attualmente, l'Ucraina non dispone di terminali di rigassificazione per il GNL e la maggior parte dei volumi di gas arriva in Ucraina dalla Slovacchia. DTEK, tuttavia, ha una capacità di rigassificazione contrattuale nei terminali in Europa e potrebbe trasportare questo gas in Ucraina. C'è anche un collegamento via gasdotto con la Polonia, che ha un terminale LNG.

DTEK non è stata immediatamente disponibile per un commento.

L'Ucraina ha dichiarato che non prorogherà l'accordo quinquennale con la russa Gazprom sul transito del gas russo verso l'Europa, quando scadrà alla fine dell'anno, e sta esplorando le opzioni di fornitura alternativa.

L'impianto Calcasieu Pass di Venture Global LNG è stato al centro di una lunga disputa che ha coinvolto aziende energetiche tra cui BP, Shell e altre per l'accesso al GNL dall'impianto.

Lunedì, un'autorità di regolamentazione statunitense ha ordinato a Venture Global LNG di fornire ai clienti documenti sui problemi meccanici e sull'avvio di un impianto della Louisiana.

Le controversie non hanno impedito a Venture Global LNG di firmare accordi di fornitura di GNL, compreso un accordo di 20 anni firmato nel giugno dello scorso anno per fornire alla tedesca Securing Energy for Europe GmbH (SEFE) 2,25 milioni di tonnellate all'anno di GNL.