CleanSpark Inc. ha annunciato che la fase due del suo campus di mining a Washington, in Georgia, è in funzione. Si prevede che il sito aumenti la potenza di calcolo per il mining di bitcoin della Società (o hashrate) di 1,8 exahashes al secondo (EH/s), portandola a 8,5 EH/s, ovvero oltre la metà dell'obiettivo di 16 EH/s per la fine dell'anno. La fase due del campus di Washington ha una capacità di potenza di 50 megawatt (MW) o poco più di 15.000 macchine di estrazione, di cui circa 10.500 sono già in funzione.

CleanSpark ha acquisito il campus da 36 MW, insieme alle infrastrutture e alle macchine esistenti, per 25,1 milioni di dollari nell'agosto del 2022, e ha investito circa 55 milioni di dollari nella fase due - compresa la costruzione, le infrastrutture e le macchine - che dovrebbe aumentare la capacità energetica totale a 86 MW. Includendo i minatori aggiuntivi acquistati e aggiunti alla fase uno, l'investimento totale dell'Azienda nel campus supera i 100 milioni di dollari ed è già stato completamente finanziato. CleanSpark ha seguito una traiettoria di crescita aggressiva dopo l'ultimo ciclo ribassista iniziato nel 2022.

La sua ultima acquisizione risale al mese scorso, quando ha acquisito un campus di mining di bitcoin chiavi in mano, composto da due siti, a Dellton, in Georgia, per 9,3 milioni di dollari in un accordo interamente in contanti. CleanSpark estrae con la generazione di macchine da mining più efficiente del mercato e utilizza prevalentemente fonti energetiche a basse emissioni di carbonio, che rappresentano oltre il 90% del suo mix energetico.