LEIPZIG (dpa-AFX) - I dipendenti delle filiali di Commerzbank sono stati chiamati ad uno sciopero di avvertimento per l'intera giornata di venerdì, a seguito dell'insuccesso del secondo round di negoziati salariali per i dipendenti delle banche private. Secondo il sindacato Verdi, sono stati colpiti i dipendenti di Commerzbank dei consigli di fabbrica della Turingia e di Lipsia, nonché i dipendenti della filiale ComTS di Erfurt, Magdeburgo e Halle. Sono state indette interruzioni del lavoro anche in diversi altri Stati federali, tra cui la Renania Settentrionale-Vestfalia.

Nella contrattazione collettiva a livello nazionale, Verdi chiede un aumento di stipendio del 12,5%, ma almeno 500 euro al mese e un aumento di 250 euro della retribuzione mensile per il personale giovane. "Vogliamo compensare la perdita dei salari reali per tutti i dipendenti", ha detto il negoziatore di Verdi Jan Duscheck. Il sindacato vuole anche ottenere una riduzione dell'orario di lavoro settimanale.

I datori di lavoro hanno nuovamente respinto le richieste salariali all'inizio delle trattative salariali il 6 giugno, ritenendole "chiaramente troppo alte". Le trattative proseguiranno il 17 giugno a Berlino e un terzo incontro è stato organizzato per il 3 luglio a Francoforte./djj/DP/stk