Il portafoglio di mutui per la casa di Commonwealth Bank of Australia è crollato di 4,5 miliardi di dollari australiani (2,9 miliardi di dollari) nel trimestre di settembre, mentre si sottraeva alla concorrenza spietata, ma il più grande istituto di credito della nazione ha dichiarato che i margini si sono stabilizzati, facendo salire le sue azioni.

L'aggiornamento da parte del creatore di un quarto del mercato australiano dei mutui da 2.000 miliardi di dollari australiani suggerisce che il cambiamento strategico sta dando i suoi frutti: CBA è stata la prima tra le principali banche australiane a smettere di attirare i mutuatari con elargizioni di contanti e con quelli che ha definito tassi di prestito antieconomici - ora dice che la compressione dei margini si è fermata.

Le relazioni sugli utili delle altre cosiddette Big Four australiane, ANZ, Westpac e National Australia Bank, hanno mostrato una riduzione dei margini negli ultimi mesi, in quanto i rialzi dei tassi d'interesse da maggio dello scorso anno hanno stimolato una corsa al rifinanziamento.

CBA ha dichiarato che l'utile di cassa è stato di 2,5 miliardi di dollari australiani (1,6 miliardi di dollari) per il trimestre, con un miglioramento del 3% rispetto alla stima di consenso per il periodo, secondo l'aggregatore di dati Visible Alpha.

La riduzione del portafoglio di mutui ipotecari di CBA "riflette un approccio disciplinato alla determinazione dei prezzi che assicura che i rendimenti marginali per gli azionisti rimangano al di sopra del costo del capitale in un mercato altamente competitivo", ha dichiarato la banca nel suo aggiornamento limitato al primo trimestre.

"I margini dei prestiti per la casa si sono stabilizzati nel trimestre", ha aggiunto, senza fornire cifre.

Le azioni di CBA sono salite fino all'1% nelle contrattazioni mattutine, in linea con il mercato più ampio, poiché gli analisti hanno accolto con favore il risultato dei margini migliore del previsto e un accantonamento minore del previsto per potenziali svalutazioni dei prestiti.

"Con molte tendenze simili a quelle dei colleghi, pensiamo che il mercato prenderà bene il risultato leggermente migliore del NIM", ha detto l'analista di Citi Brendan Sproules in una nota del cliente, usando l'acronimo di margine di interesse netto.

Azib Khan, analista di E&P Financial, ha notato la dichiarazione della banca secondo cui i margini dei prestiti per la casa si sono stabilizzati e ha aggiunto che "sarebbe d'aiuto su questo fronte il fatto che CBA sia stata disposta a rinunciare alla quota di mercato".

Nel suo aggiornamento limitato, CBA ha dichiarato che il profitto in contanti è stato di 2,5 miliardi di dollari australiani (1,6 miliardi di dollari) per il trimestre, che è stato del 3% migliore rispetto alla stima di consenso per il periodo, secondo l'aggregatore di dati Visible Alpha.

(1 dollaro = 1,5686 dollari australiani) (Segnalazione di Himanshi Akhand a Bengaluru; Redazione di Shilpi Majumdar e Shri Navaratnam)