ZURIGO (awp/ats) - Il presidente di Credit Suisse Axel Lehmann non è entrato nei dettagli del piano di acquisizione da parte di UBS stabilito nel fine settimana culminato nella conferenza stampa di domenica 19 marzo. Nell'assemblea generale della società in corso a Zurigo il 64enne ha detto di non voler commentare in modo approfondito le misure adottate dalle autorità e dai politici.

Un azionista aveva posto numerose domande sulle varie decisioni relative all'acquisizione. In particolare desiderava sapere chi si fosse rivolto per primo a chi e come si fosse sviluppato esattamente il deflusso dei fondi dei clienti in quei giorni.

Chiedeva pure informazioni sul prezzo di acquisto (UBS paga agli azionisti di CS 1 azione UBS per 22,48 azioni CS), pari a 3 miliardi di franchi al momento dell'annuncio. Secondo l'azionista per chiarire tali questioni serve una revisione speciale.

Lehmann non ha voluto nemmeno commentare l'andamento degli affari nel primo trimestre. I dati saranno diffusi il 27 aprile.