Il gruppo alimentare francese Danone ha dichiarato giovedì di iniziare l'anno in corso con fiducia, dopo aver conseguito una crescita delle vendite nel 2023 pari al massimo delle sue previsioni, e di aver migliorato il margine di profitto grazie all'aumento dei prezzi che ha compensato la diminuzione dei volumi.

"Basandoci sullo slancio positivo del 2023, iniziamo questo esercizio finanziario con fiducia nella nostra strategia di rinnovamento", ha dichiarato il CEO Antoine de Saint-Affrique in un comunicato.

Tra i segnali incoraggianti del più grande produttore di yogurt al mondo, Saint-Affrique ha citato i "progressi visibili" dell'attività Essential Dairy and Plant-based (EDP) in Europa e i volumi di vendita del gruppo che sono diventati positivi nel quarto trimestre, grazie alla riduzione dei prezzi.

Per il 2024, Danone ha dichiarato che la sua previsione è in linea con la sua ambizione a medio termine di una crescita delle vendite simili del 3%-5%, con un moderato miglioramento del margine operativo ricorrente.

Il gigante dei beni di consumo, che possiede marchi come l'acqua Evian e Badoit e lo yogurt Activia, ha registrato un fatturato 2023 di 27,619 miliardi di euro (29,84 miliardi di dollari), con un aumento like-for-like del 7%, nella parte alta della sua guidance di crescita delle vendite del 6%-7% e in linea con le aspettative degli analisti.

Il margine operativo per l'intero anno 2023 è salito al 12,6% delle vendite dal 12,2% del 2022, rispetto alle stime medie degli analisti del 12,5%.

Per il quarto trimestre conclusosi il 31 dicembre, le vendite sono cresciute del 5,1%, leggermente al di sopra delle stime del mercato del 5%, con il contributo di tutte e tre le sue attività - EDP, Nutrizione Specializzata e Acque.

Danone, come i suoi rivali Nestle e Unilever, ha aumentato i prezzi per far fronte all'aumento dei costi delle materie prime e della catena di approvvigionamento.

Ma questo ha sollevato preoccupazioni sul fatto che le aziende stessero spingendo i prezzi troppo in là, in una crisi del costo della vita che sta vedendo i marchi privati dei rivenditori rubare quote di mercato.

Con un flusso di cassa record di 2,6 miliardi di euro nel 2023, Danone ha dichiarato che darà un aumento del dividendo del 5% a 2,10 euro.

(1 dollaro = 0,9255 euro) (Relazione di Dominique Vidalon; Redazione di Sudip Kar-Gupta e Rashmi Aich)