Login
E-mail
Password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
  1. Home
  2. Azioni
  3. Italia
  4. Borsa Italiana
  5. Davide Campari-Milano N.V.
  6. Notizie
  7. Riassunto
    CPR   NL0015435975

DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V.

(CPR)
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingAgendaSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivati 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Davide Campari Milano N : Campari Group annuncia i risultati del primo trimestre 2021

04-05-2021 | 11:13

Forte crescita a doppia cifra di tutti gli indicatori di performance in un trimestre di bassa stagionalità, amplificata da una base di confronto favorevole e dalla Pasqua anticipata

Dinamica positiva dei brand nel canale off-premise, guidata dai sostenuti consumi domestici

Lancio della divisione RARE, un nuovo approccio dedicato per affermare Campari Group tra i principali

player nel segmento di luxury spirit negli Stati Uniti e nei principali mercati globali

PRIMO TRIMESTRE 2021-RISULTATIIN SINTESI

  • La crescita guidata dai mercati a maggiore esposizione off-premise,in particolare Nord America e Nord Europa, e dai mercati emergenti, che con la ripresa di Giamaica, Brasile e Argentina, ha compensato la debolezza del canale on-premise nonché del canale Global Travel Retail, ancora influenzati negativamente dai lock-down.
  • Vendite nette pari a €397,9 milioni, con una variazione organica pari al +17,9% (o +10,5% variazione totale), o del +12,1% rispetto al primo trimestre 2019.
  • EBIT rettificato pari a €68,5 milioni, variazione organica pari a +63,6%, +520 punti base (o +6,7%, -90punti base di diluizione rispetto al primo trimestre 2019), principalmente a una base di confronto favorevole.
  • Utile di Gruppo prima delle imposte rettificato pari a €64,1 milioni, in crescita del +84,7%. Utile di Gruppo prima delle imposte pari a €64,8 milioni, in aumento del +112,1% dopo rettifiche complessive positive per €0,7 milioni.
  • Debito finanziario netto a €1.067,9 milioni al 31 marzo 2021, in calo di €35,8 milioni rispetto a €1.103,8 al 31 dicembre 2020, principalmente dovuto alla buona generazione di cassa.

Milano, 4 maggio 2021-Il Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano N.V. (Reuters CPRI.MI-Bloomberg CPR IM) ha approvato le informazioni finanziarie aggiuntive al 31 marzo 2021.

Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer: 'Nel complesso abbiamo registrato un inizio d'anno molto sostenuto e soddisfacente, con i nostri brand in buono stato di salute, grazie ai consumi domestici sostenuti. Ciononostante, l'andamento in questo trimestre a bassa stagionalità è stato amplificato anche da una base di confronto favorevole e dall'effetto della Pasqua anticipata. Guardando al resto dell'anno, oltre ad attenderci un marginale peggioramento delle previsioni sui tassi di cambio1, permangono volatilità e incertezza a causa delle restrizioni in corso e delle tempistiche delle campagne vaccinali nell'Unione Europea, che stanno particolarmente influenzando il canale on-premise e il canale Global Travel Retail. Al contempo, si prevede che il buono stato di salute dei brand permanga, alimentato da sostenuti investimenti di marketing, che sono previsti accelerare nella stagione di punta degli aperitivi, oltre che da una graduale riapertura del canale on-premise e dalla continua crescita del canale e-commerce.

Con l'obiettivo di conquistare operatori del settore e consumatori di fascia elevata nel mercato degli spirit super premium e oltre, siamo lieti di annunciare il lancio della divisione RARE, un nuovo approccio dedicato al segmento degli spirit di alta gamma, in cui intendiamo affermarci tra i principali player negli Stati Uniti e nei principali mercati globali.'.

1 Previsione fornita al mercato nell'annuncio dei risultati dell'anno 2020 del 18 febbraio 2021: effetto cambi e perimetro negativi su EBIT rettificato nel 2021 rispettivamente pari a -€13 milioni (sulla base di un cambio medio stimato EUR/USD di 1,21 nell'anno 2021) e -€9milioni circa.

Pagina 1 di 8

PRINCIPALI INFORMAZIONI FINANZIARIE PER IL PRIMO TRIMESTRE AL 31 MARZO 2021

Q1 2021

Q1 2020

Variazione

Crescita

Variazione di

Effetto

Variazione

Totale

organica

perimetro

cambi

organica

€ milioni

€ milioni

Vs. Q1 2019

Vendite nette

397,9

360,2

10,5%

17,9%

-0,8%

-6,6%

12,1%

Margine lordo

231,6

209,0

10,8%

17,5%

-0,2%

-6,5%

7,2%

% sulle vendite

58,2%

58,0%

EBIT rettificato

68,5

47,9

43,1%

63,6%

-7,6%

-13,0%

6,7%

% sulle vendite

17,2%

13,3%

EBIT

66,4

42,3

56,8%

Utile del Gruppo

prima delle imposte

64,1

34,7

84,7%

rettificato

Utile del Gruppo

64,8

30,6

112,1%

prima delle imposte

EBITDA rettificato

87,6

67,5

29,9%

45,4%

-4,8%

-10,8%

7,0%

% sulle vendite

22,0%

18,7%

EBITDA

85,5

61,9

38,1%

Indebitamento

finanziario netto

1.067,9

alla fine del periodo*

*Indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2020 pari a €1.103,8 milioni.

ANALISI DELLE VENDITE CONSOLIDATE PER IL PRIMO TRIMESTRE 20212

Le vendite sono state pari a €397,9 milioni, in aumento del +10,5% su base totale, o del +17,9% a livello organico. Se confrontate con il primo trimestre 2019, che rappresenta la base di riferimento invariata rispetto all'impatto Covid-19, la crescita organica è stata pari a +12,1%.

L'effetto perimetro è stato leggermente negativo (-0,8%); l'effetto cambi è risultato negativo e pari a -6,6% principalmente guidato dalla svalutazione del dollaro americano e delle valute dei mercati emergenti.

Analisi della variazione organica per area geografica:

  • Le vendite nell'area Americhe (49,6% del totale) sono cresciute a livello organico del +20,5% (o +20,0% rispetto al primo trimestre 2019). Il mercato principale per il Gruppo, gli Stati Uniti, ha mostrato una performance complessivamente molto positiva (+15,0%, o +16,9% rispetto al primo trimestre 2019), grazie alla continua sovraperformance di Espolòn, Wild Turkey e del portafoglio rum giamaicani, oltre che al recupero delle vendite di Grand Marnier e SKYY Vodka. Gli aperitivi (Aperol e Campari) sono risultati in calo a causa di una base di confronto sfavorevole, in relazione alle vendite anticipate nel primo trimestre 2020 in previsione dell'aumento dei prezzi nel secondo trimestre del 2020, e alle restrizioni nel canale on-premise. La salute dei brand nel canale off-premise permane, nonostante la base di confronto sfavorevole data dalla sostenuta performance nell'anno precedente, legata agli acquisti sostenuti dei consumatori all'inizio della pandemia. I dati di consumo nel canale off-premise per il portafoglio del Gruppo sono risultati in aumento del +14,0% a valore nei primi tre mesi del 2021, crescendo di circa 1,3 volte più velocemente del mercato. Il canale e- commerce ha continuato a crescere in maniera sostenuta, a tripla cifra nel primo trimestre 20213. La Giamaica ha registrato una crescita complessivamente positiva (+33,9%) a fronte di una base di confronto favorevole. Il Canada è cresciuto del +28,2%. Il Sud America ha registrato una crescita molto positiva, beneficiando soprattutto di una base di confronto favorevole.
  • L'area Sud Europa, Medio Oriente e Africa4 (23,8% del totale) ha registrato una performance organica positiva del +6,1% (o -17,9%rispetto al primo trimestre 2019). Il mercato italiano a maggiore esposizione on-premise è risultato solo lievemente in calo (-0,7%,o -24,9%rispetto al primo trimestre 2019), in quanto la flessione del canale on-premise,a causa dei continui lock-down dovuti alla terza ondata della pandemia, è stata quasi interamente compensata dalla forte crescita
  1. Fonti dei dati di consumo off-premise: US: Nielsen data XAOC+Total Liquor, YTD 12 W/E 27/03/2021; Italy: IRI Iper+super+LSP, YTD WE 28/03/2021 value; UK: Nielsen, L12W Data (Q1 2021), Total Coverage Data to 27/03/2021 value; Australia: IRI YTD W/E 21/03/2021; Germany NielsenIQ - Grocery+Drug (LEH+DM) March YTD value.
  2. Dati e stime interne.
  3. Include il canale Global Travel Retail.

Pagina 2 di 8

del canale off-premise, che ha beneficiato anche di una base di confronto favorevole (-24,4% nel primo trimestre 2020) e della diversa calendarizzazione della Pasqua. I dati di consumo nel canale off-premise rimangono sostenuti, con Campari Group che ha sovraperformato il mercato. La Francia è cresciuta del +65,7%, guidata dalla performance positiva dei brand e da una base di confronto favorevole. Il canale Global Travel Retail ha continuato a essere influenzato dalle persistenti e severe restrizioni. Tra gli altri mercati della regione, la Spagna ha registrato un calo a causa della continua debolezza del canale on-premise, influenzato dai lock-down, mentre il Sudafrica ha registrato una crescita supportata dal progressivo rifornimento delle scorte, a fronte di una base di confronto favorevole.

  • L'area Nord, Centro ed Est Europa (17,3% del totale) ha registrato una crescita organica del +16,3% (o +23,7% rispetto al primo trimestre 2019). La Germania ha registrato una solida crescita del +8,1% (o +7,5% rispetto al primo trimestre 2019), grazie ai sostenuti consumi domestici, ulteriormente ampliata da una base di confronto favorevole e dall'effetto della calendarizzazione della Pasqua. I trend di consumo nel canale off-premise rimangono positivi, in crescita a doppia cifra. Il Regno Unito ha mostrato una solida performance (+36,2%), grazie al buono stato di salute dei brand del canale off-premise, che ha sovraperformato il mercato. Il canale e-commerce ha continuato a crescere in maniera sostenuta, in aumento a tripla cifra5. La Russia è risultata positiva (+25,6%), così come gli altri mercati della regione.
  • Le vendite nell'area Asia-Pacifico (9,3% del totale) sono cresciute a livello organico del +42,9% (o +46,0% rispetto al primo trimestre 2019). L'Australia ha registrato una forte crescita del +22,6% (+43,6% rispetto al primo trimestre 2019), nonostante una base di confronto sfavorevole. I dati di consumo nel canale off-premise rimangono positivi. Gli altri mercati della regione hanno mostrato un risultato molto positivo (+128,6%), con Giappone, Nuova Zelanda, Cina e Corea del Sud che hanno beneficiato della ripresa delle vendite dopo i cambiamenti negli assetti distributivi.

Analisi della variazione organica per brand:

  • Le vendite dei brand a priorità globale (pari al 57% del totale) hanno registrato una crescita organica del +16,2% (o +11,8% rispetto al primo trimestre 2019). Aperol ha registrato una performance complessivamente stabile (+0,1%) in un trimestre a bassa stagionalità. Questo risultato è stato penalizzato dalla variazione negativa delle vendite negli Stati Uniti, guidata da una base di confronto sfavorevole per effetto delle vendite anticipate nel primo trimestre 2020 in vista degli aumenti dei prezzi attuati nel secondo trimestre 2020. L'andamento è stato inoltre penalizzato dalle restrizioni che hanno interessato il canale on-premise. La crescita del brand escludendo gli Stati Uniti è pari al +14,0%. Rispetto al primo trimestre 2019, Aperol è risultato sostanzialmente stabile (-0,1%), con il mercato italiano a forte esposizione on-premise e il canale Global Travel Retail ampiamente colpiti a causa della pandemia. Escludendo l'Italia e il canale Global Travel Retail, la crescita di Aperol è del +25,5% rispetto al primo trimestre 2019. Campari ha registrato una crescita positiva del +6,5%. Come indicato per Aperol, anche la performance di Campari è stata penalizzata dalla base di confronto sfavorevole negli Stati Uniti. Escludendo la crescita nel mercato statunitense, la crescita di Campari risulta pari al +19,8%. Rispetto al primo trimestre 2019, Campari è cresciuto del +6,8%, grazie ai sostenuti consumi domestici, compensando flessioni nei mercati a maggiore esposizione on-premise e il canale Global Travel Retail. Escludendo l'Italia e il canale Global Travel Retail, la crescita di Campari risulta pari a +22,2% rispetto al primo trimestre 2019. I dati di consumo off-premise restano sostenuti nei mercati chiave sia per Aperol che per Campari. Wild Turkey ha mostrato una forte crescita (+30,9%, o +14,7% rispetto al primo trimestre 2019) a fronte di una base di confronto favorevole, guidata dal principale mercato statunitense, grazie al positivo stato di salute della categoria. SKYY ha mostrato una ripresa delle vendite (+10,4%, o +5,4% rispetto al primo trimestre 2019) grazie al mercato chiave statunitense guidato dal rilancio del brand, con la variante core che ha sovraperformato il segmento flavour. I mercati internazionali hanno registrato una crescita a doppia cifra. Grand Marnier (+29,7%, o +16,4% rispetto al primo trimestre 2019) ha mostrato una ripresa delle vendite nel principale mercato degli Stati Uniti, grazie al trend positivo nel consumo domestico di cocktail, ulteriormente ampliata da una base di confronto favorevole. Il brand registra inoltre risultati positivi in Canada e in Francia. La crescita del portafoglio di rum giamaicani (+44,6%, o +49,8% rispetto al primo trimestre 2019) è stata guidata dai principali mercati degli Stati Uniti, Canada e Regno Unito.
  • I brand a priorità regionale (pari al 18% del totale) hanno mostrato una forte crescita (+26,4%, o +19,7% rispetto al primo trimestre 2019), con una solida crescita di Espolòn (+63,9%, o +82,3% rispetto al primo trimestre 2019), Bulldog, The GlenGrant, Cinzano, gli Sparkling Wines (Mondoro e Riccadonna) e Forty Creek che compensano la debolezza del portafoglio amari. I marchi recentemente acquisiti, Montelobos e Bisquit&Dubouché, sono cresciuti, il primo supportato da dinamiche molto favorevoli della categoria negli Stati Uniti, mentre il secondo è stato favorito da una base di confronto

5 Dati e stime interne.

Pagina 3 di 8

favorevole. Il portafoglio Rhum Agricole (Trois Rivières e Maison la Mauny) e Ancho Reyes sono risultati in flessione

  • a causa della loro esposizione al canale on-premise.

  • I brand a priorità locale (pari al 13% del totale) hanno registrato una performance positiva (+25,5%, o +18,6% rispetto al primo trimestre 2019), in quanto l'intero portafoglio è cresciuto a eccezione di Crodino, che ha risentito fortemente delle chiusure nel canale on-premise nel principale mercato italiano, mentre i mercati internazionali sono risultati in crescita.

ANALISI DEI RISULTATI PER IL PRIMO TRIMESTRE 2021

Il margine lordo è stato pari a €231,6 milioni, pari al 58,2% delle vendite, in crescita del +10,8% in valore su base totale.

  • risultato in crescita a livello organico del +17,5%, leggermente inferiore alla crescita delle vendite, portando a una diluizione del margine di -20punti base a causa del mix di vendite sfavorevole, influenzato dalla sovraperformance del brand Espolòn a marginalità inferiore, influenzato dall'elevato prezzo di acquisto dell'agave. La variazione organica rispetto al primo trimestre 2019 è stata del +7,2%, con una diluizione di -260 punti base, a causa di un mix di vendite sfavorevole, guidato dalla sovraperformance di Espolòn e i brand a priorità locale a bassa marginalità, combinati con la debole performance di alcuni aperitivi (Crodino nel mercato italiano).

Le spese per pubblicità e promozioni sono state pari a €62,6 milioni, corrispondenti al 15,7% delle vendite, in crescita del +9,6% a valore su base totale. La crescita organica è stata del +14,7%, al di sotto delle vendite, generando un'espansione del margine di +40 punti base in un trimestre a bassa stagionalità. Durante il trimestre, gli investimenti per pubblicità e promozioni sono rimasti concentrati principalmente su attivazioni digitali e sul canale off-premise. La variazione organica è stata del +9,3% rispetto al primo trimestre 2019, con una crescita di +40 punti base.

Il margine di contribuzione, ovvero il margine lordo dopo le spese per pubblicità e promozioni, è pari a €169,0 milioni, corrispondenti al 42,5% delle vendite, in crescita del +11,3% a valore su base totale (+18,5% a livello organico). La variazione organica è stata del +6,4% rispetto al primo trimestre 2019, con una diluzione di -220punti base.

I costi di struttura, ovvero i costi delle organizzazioni commerciali e i costi generali e amministrativi, sono stati pari a €100,5 milioni, corrispondenti al 25,3% delle vendite, -3,3%a valore su base totale. A livello organico tali costi sono calati del -2,2%a valore rispetto al primo trimestre 2020, che non era ancora stato influenzato dalle azioni di mitigazione dei costi (+8,7% nel primo trimestre 2020). Il margine ha registrato un incremento di +490 punti base, guidato da una forte crescita dei ricavi. La variazione organica è stata del +6,2% rispetto al primo trimestre 2019, principalmente guidata dai cambiamenti negli assetti distributivi, mentre l'espansione della marginalità è stata di +130 punti base guidata da una forte crescita dei ricavi.

L'EBIT rettificato è stato pari a €68,5 milioni, corrispondente al 17,2% delle vendite, in aumento del +43,1% a valore su base totale. È cresciuto organicamente del +63,6% a valore, con un incremento della marginalità di +520 punti base, in gran parte dovuto a una base di confronto favorevole (-35,3% e -620 punti base nel primo trimestre 2020). La crescita organica è stata del +6,7% rispetto al primo trimestre 2019, con una diluizione di -90punti base, in gran parte guidata da un mix di vendite sfavorevole. L'effetto perimetro sull'EBIT rettificato è stato del -7,6% (o -€3,6milioni), generando una diluizione di -80punti base principalmente a causa della cessazione della distribuzione di brand di terzi e dell'effetto conclusivo del consolidamento delle strutture di business di nuova acquisizione (diluizione di -90 punti base generata dai costi di struttura). L'effetto cambi sull'EBIT rettificato è stato del -13,0% (o -€6,2milioni), a causa della forte svalutazione di quasi tutte le valute chiave del Gruppo rispetto all'Euro, in particolare il dollaro americano, che ha generato una diluizione del margine di -50punti base, a causa del mix paese e dell'effetto della iperinflazione in Argentina.

Le rettifiche di proventi (oneri) operativi sono state negative e pari a -€2,1milioni, principalmente dovuti ad attività di ristrutturazione in fase di conclusione.

L'EBITDA rettificato è pari a €87,6 milioni, in crescita del +29,9% a valore su base totale (+45,4% a livello organico), corrispondente al 22,0% delle vendite.

L'EBIT (16,7% delle vendite) e l'EBITDA (21,5% delle vendite) sono stati rispettivamente pari a €66,4 milioni e €85,5 milioni.

Gli oneri finanziari netti sono stati pari a €3,4 milioni, in calo di €9,4 milioni rispetto al primo trimestre 2020, principalmente a causa della variazione positiva per effetti cambio per €6,3 milioni (proventi per €3,2 milioni confrontati con oneri per €3,1 milioni nel primo trimestre 2020). Escludendo i proventi su cambi, gli oneri finanziari netti sono stati pari a €6,6 milioni (rispetto a €9,7 milioni nel primo trimestre 2020), evidenziando un calo di €3,1 milioni, nonostante l'indebitamento finanziario netto medio più elevato (€1.085,9 milioni confrontati con €832,3 milioni nel primo trimestre 2020), grazie a un minor costo medio dell'indebitamento finanziario netto (2,4% confrontato con 4,7% nel primo trimestre 2020). Tale

Pagina 4 di 8

decremento è principalmente attribuibile alla minore cedola media sull'indebitamento lordo a lungo termine, grazie alle attività di liability management svolte nel 2020, e al minore effetto di negative carry.

L'utile (perdita) relativo a società collegate e joint venture è stato pari a €2,3 milioni, principalmente dovuto alla rivalutazione positiva generata dalla partecipazione nella joint venture sudcoreana, di cui il Gruppo ha acquisito una quota di controllo nel gennaio 2021.

L'utile del Gruppo prima delle imposte è stato pari a €64,8 milioni, in aumento del +112,1%. L'utile del Gruppo prima delle imposte rettificato, che esclude le rettifiche per proventi (oneri) operativi e finanziari, nonché la rivalutazione al fair value dell'investimento nella joint venture sudcoreana per un ammontare totale netto positivo pari a €0,7 milioni, è pari a €64,1 milioni, in crescita del +84,7%.

L'indebitamento finanziario netto è pari a €1.067,9 milioni al 31 marzo 2021, in calo per €35,8 milioni rispetto al 31 dicembre 2020 (€1.103,8 milioni), grazie al free cash flow positivo generato dal business.

Il rapporto tra indebitamento netto e EBITDA rettificato è pari a 2,5x al 31 marzo 2021, in calo rispetto a 2,8x al 31 dicembre 2020, grazie alla generazione di cassa positiva e alla solida crescita dell'EBITDA rettificato nel primo trimestre 2021.

NUOVE INIZIATIVE

LANCIO DELLA DIVISIONE RARE, UN NUOVO APPROCCIO DEDICATO PER AFFERMARE CAMPARI GROUP TRA I PRINCIPALI PLAYER NEL SEGMENTO DEGLI SPIRIT LUXURY NEGLI STATI UNITI E NEI PRINCIPALI MERCATI GLOBALI

Con il lancio di RARE, una divisione dedicata allo sviluppo dei brand di alta gamma, Campari Group ambisce ad affermarsi come uno dei principali player nel segmento degli spirit luxury negli Stati Uniti e nei principali mercati globali. Attraverso questa iniziativa strategica, Campari Group mira a innescare e accelerare la crescita della propria offerta attuale e futura di prodotti di fascia alta e altissima, ricercando un nuovo e dedicato approccio al brand building e alle strategie commerciali.

Negli Stati Uniti, RARE si concentrerà su tre segmenti di prodotto: Opulent, segmento di fascia più alta con offerta di prodotti luxury che consente a Campari di conquistare una base di clienti dal reddito alto; Boutique, prodotti di nicchia che consentono a Campari di interagire con intenditori di prodotti spirit, consumatori e bartender esperti; Signature, segmento con offerta super premium di base, con prodotti riconosciuti e premiati rappresentativi delle categorie più rilevanti e in più rapida crescita negli Stati Uniti.

Oltre agli Stati Uniti, è previsto uno sviluppo dell'iniziativa RARE, arricchita con le migliori espressioni dal portafoglio dei brand leader del Gruppo, in selezionati mercati europei e in Australia, nonché nel canale e-commerce.

DEPOSITO DI DOCUMENTAZIONE

Le informazioni finanziarie aggiuntive al 31 marzo 2021 saranno rese disponibili al pubblico nella sezione 'Investors' del sito della Società https://www.camparigroup.com/it/page/investorse con le altre modalità normativamente previste.

Inoltre, tramite 'Loket AFM', la documentazione è stata inviata all'autorità olandese per i mercati finanziari (Autoriteit Financiële Markten - AFM), che la renderà disponibile sul sito web all'indirizzo www.afm.nl.

Il Consiglio di amministrazione è responsabile della preparazione delle informazioni finanziarie aggiuntive, comprensive del bilancio consolidato abbreviato e della relazione intermedia sulla gestione al 31 marzo 2021, in conformità con la legge

olandese sulla vigilanza finanziaria ('Dutch Financial Supervision Act') e gli standard finanziari internazionali applicabili (IFRS)

per l'informativa intermedia, IAS 34-'Interim Financial Reporting'.

Disclaimer

Il presente comunicato stampa contiene alcune dichiarazioni previsionali relative a Campari e a Campari Group. Tutte le dichiarazioni incluse nel presente comunicato stampa relative ad attività, eventi o sviluppi attesi, creduti o previsti che si verifichino o che si possano verificare in futuro sono dichiarazioni previsionali. Le dichiarazioni previsionali si basano sulle attuali aspettative e proiezioni su eventi futuri e comportano rischi noti e sconosciuti, incertezze e altri fattori, tra cui, a titolo esemplificativo, i seguenti: volatilità e deterioramento dei mercati dei capitali e finanziari, cambiamenti nelle condizioni economiche generali, crescita economica e altri cambiamenti nelle condizioni di business, cambiamenti nella regolamentazione governativa e altri fattori economici, commerciali e concorrenziali che incidono sulle attività di Campari Group. Questi fattori includono, ma non sono limitati a: (i) variazioni nella normativa, nei regolamenti o nelle politiche dei paesi in cui Campari Group opera; (ii) l'adozione, sia a livello globale sia nei paesi in cui Campari Group opera, di politiche pubbliche

Pagina 5 di 8

Disclaimer

Davide Campari - Milano NV published this content on 04 May 2021 and is solely responsible for the information contained therein. Distributed by Public, unedited and unaltered, on 04 May 2021 09:12:07 UTC.


ę Publicnow 2021
Tutte le notizie su DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V.
17:54DAVIDE CAMPARI MILANO Ná: Campari finanzia primo centro vaccini per lavoratori ..
RE
17:17CAMPARIá: inaugurato con MultiMedica centro vaccinale M.Marelli
DJ
16:13CAMPARI: con Multimedica da' vita a centro vaccinale Marelli a Sesto
DJ
12:34DAVIDE CAMPARI MILANO Ná: Inaugurato oggi a Sesto San Giovanni, alle porte di M..
PU
05/05BORSA: Milano +1,78%, WS vista positiva
DJ
05/05TOP STORIES ITALIAá: Campari, raffica aumenti Tp dopo trimestrale
DJ
04/05TOP STORIES ITALIAá: Campari, brilla con i conti oltre le attese
DJ
04/05BORSA: azionario in calo, WS debole
DJ
04/05CAMPARIá: Kunze-Concewitz, impatti Rare nei prossimi anni
DJ
04/05BORSA: Milano accelera al ribasso; bene Campari, Ferrari giù
DJ
Pi¨ notizie
Dati finanziari
Fatturato 2021 1 925 M 2 334 M -
Risultato netto 2021 268 M 325 M -
Indebitamento netto 2021 1 001 M 1 214 M -
P/E ratio 2021 45,3x
Rendimento 2021 0,57%
Capitalizzazione 11 636 M 14 028 M -
VS / Fatturato 2021 6,56x
VS / Fatturato 2022 6,01x
N. di dipendenti 3 612
Flottante 27,6%
Grafico DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V.
Durata : Periodo :
Davide Campari-Milano N.V.: grafico analisi tecnica Davide Campari-Milano N.V. | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica DAVIDE CAMPARI-MILANO N.V.
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRialzistaRialzistaRialzista
Evoluzione del Conto di Risultati
Consensus
Vendita
Acquisto
Raccomandazione media MANTENERE
Numero di analisti 23
Prezzo obiettivo medio 9,84 €
Ultimo prezzo di chiusura 10,40 €
Differenza / Prezzo obiettivo massimo 15,4%
Differenza / Target Medio -5,31%
Differenza / Target minimo -32,7%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
NomeTitolo
Robert Kunze-Concewitz Chief Executive Officer & Executive Director
Paolo Rinaldo Marchesini Chief Financial Officer & Executive Director
Luca Garavoglia Chairman
Christopher Woods Head-Information Technology
Annalisa Loustau Elia Independent Non-Executive Director
Settore e Concorrenza