Secondo gli addetti ai lavori, l'operatore di autobus e treni a lunga percorrenza Flix sta cercando alternative alla sua prevista IPO e sta quindi parlando con investitori finanziari per un ingresso.

Tra questi c'è la società svedese EQT, che potrebbe acquisire una quota di minoranza di Flix, hanno dichiarato giovedì all'agenzia di stampa Reuters due persone che hanno familiarità con i piani. Tuttavia, i colloqui sono ancora nelle fasi iniziali. Citando ambienti finanziari e di private equity, "Handelsblatt" ha riferito che si stava discutendo di una partecipazione del 30 percento. Flix potrebbe essere valutata 3,2 miliardi di euro, ha confermato uno degli addetti ai lavori. Si tratta di una cifra superiore a quella che le banche considerano attualmente raggiungibile con un'IPO.

Flix ed EQT non hanno voluto commentare. Anche altre società di investimento erano interessate a prendere una partecipazione, ha detto un insider. Tuttavia, la start-up, fondata nel 2011, vuole vendere solo una quota di minoranza per mantenere la sua indipendenza. Gli azionisti di Flix includono gli investitori finanziari General Atlantic, Permira, Holtzbrinck Ventures e Silver Lake. La misura in cui un nuovo investitore acquisterà azioni da loro e la quantità di capitale fresco che porterà con sé è ancora in fase di discussione, ha riferito il giornale.

Un anno fa, Flix aveva incaricato tre banche di preparare un'IPO. A quel tempo, si parlava ancora di una valutazione fino a quattro miliardi di euro. Tuttavia, il clima per le nuove emissioni è difficile, nonostante i mercati azionari positivi. Le azioni della catena di profumerie Douglas, ad esempio, hanno perso più di un quarto del loro prezzo di emissione dalla quotazione iniziale in primavera. Flix aveva sempre descritto l'IPO come una delle diverse opzioni per finanziare la sua crescita.

L'anno scorso, la giovane azienda con sede a Monaco di Baviera è cresciuta del 20% dopo la crisi del coronavirus e ha superato per la prima volta la soglia dei due miliardi di euro di fatturato. L'utile operativo rettificato è stato di 104 milioni di euro. Per il 2024, Flix prevede una crescita del fatturato a due cifre e un risultato operativo leggermente migliore.

(Relazione di Alexander Hübner, a cura di Sabine Wollrab. Per qualsiasi domanda, la preghiamo di contattare la nostra redazione all'indirizzo berlin.newsroom@thomsonreuters.com (per la politica e l'economia) o frankfurt.newsroom@thomsonreuters.com (per le aziende e i mercati).