La Germania ha ottenuto l'approvazione informale dell'Unione Europea per pagare miliardi di euro agli impianti a gas per poter stabilizzare la rete elettrica quando le forniture di energia rinnovabile sono instabili, hanno detto venerdì a Reuters persone che hanno familiarità con i negoziati.

È stato raggiunto un accordo di principio con le autorità di concorrenza dell'UE per il sostegno statale alle utility per lo schema da 10 gigawatt (GW), ma alcuni dettagli per l'approvazione ufficiale devono essere definiti nelle prossime settimane, hanno detto fonti governative e aziendali.

Hanno aggiunto che il Governo tedesco ha ottenuto un accordo su una serie di termini che cambieranno nel tempo, man mano che il programma a lungo termine, noto come Strategia Nazionale delle Centrali Elettriche, si evolverà.

Berlino si aspetta di ricevere un documento dell'UE che delinei l'accordo informale venerdì, hanno detto le fonti.

La Germania sta effettuando una transizione verso le energie rinnovabili, avendo spento l'energia nucleare e cercando di eliminare gradualmente l'elettricità prodotta dal carbone, ma vuole fornire un sostegno statale alle centrali a gas naturale che sostengono la rete durante i picchi di domanda e i minimi di fornitura instabile da parte dell'energia eolica e solare.

Le centrali elettriche devono essere in grado di funzionare anche con l'idrogeno verde, ma la transizione al nuovo combustibile avverrà probabilmente tra il 2035 e il 2040, ha dichiarato il Governo.

Il Ministero dell'Economia tedesco non ha confermato un accordo e ha detto che sono stati fatti ottimi progressi nei colloqui con l'UE.

La Commissione UE ha dichiarato di essere in stretta e costruttiva discussione con le autorità tedesche, ma non ha voluto commentare ulteriormente i dettagli o le tempistiche.

Lo Stato prevede di indire una gara d'appalto per le utility, come RWE, EnBW e Uniper, per costruire e gestire gli impianti. I contratti saranno basati su ricompense finanziarie per l'attesa in quello che è noto come mercato della capacità.

Le aste inverse saranno progettate per assegnare i contratti alle aziende che accettano le sovvenzioni più basse.

Il Ministro dell'Economia tedesco Robert Habeck ha dichiarato giovedì di essere vicino ad un accordo dopo lunghe trattative con l'UE.

Tra i punti critici c'è l'incertezza su quando le centrali passeranno dal gas naturale all'idrogeno, ha aggiunto. La Strategia nazionale per le centrali elettriche è stata presentata a febbraio.