(Alliance News) - Enel Spa ha comunicato lunedì che, attraverso la sua controllata al 100% Enel Green Power North America Inc., ha firmato un accordo con Ormat Technologies Inc. per la vendita di un portafoglio di asset rinnovabili negli USA.

La cessione avverrà a fronte di un corrispettivo complessivo di USD271 milioni, soggetto agli aggiustamenti consueti per questo tipo di operazioni. Il portafoglio è composto da circa 150 MW di impianti geotermici e solari in esercizio.

"L'operazione è in linea con le priorità strategiche di Enel poiché fa leva sulla rotazione degli asset per promuovere la redditività del capitale investito a supporto dei futuri piani di sviluppo e per realizzare al tempo stesso una progressiva semplificazione della struttura del gruppo", ha dichiarato la società.

Enel prevede che l'operazione complessiva genererà un effetto positivo sull'indebitamento netto consolidato del gruppo pari a circa EUR255 milioni e un impatto negativo di circa EUR35 milioni sull'Ebitda reported del gruppo mentre non avrà impatti sui risultati economici ordinari del gruppo.

La vendita riguarda l'intero portafoglio geotermico di Enel negli USA oltre a diversi piccoli impianti solari.

Questa operazione non modifica il profilo del gruppo Enel negli USA in termini di capacità consolidata rinnovabile, pari a 8 GW, confermando Enel Green Power North America come uno dei maggiori produttori di energia rinnovabile nella regione grazie al suo portafoglio core di impianti eolici, solari e di stoccaggio.

Il perfezionamento della cessione, previsto nei prossimi mesi, è soggetto ad alcune condizioni sospensive consuete per questo tipo di operazioni, tra cui il nulla osta delle competenti autorità Antitrust.

Il titolo di Enel è in calo dello 0,2% a EUR5,64 per azione.

Di Giuseppe Fabio Ciccomascolo, Alliance News senior reporter

Commenti e domande a redazione@alliancenews.com

Copyright 2023 Alliance News IS Italian Service Ltd. Tutti i diritti riservati.