(Alliance News) - Enel Spa ha fatto sapere martedì di aver lanciato con successo sul mercato europeo l'emissione di un prestito obbligazionario non convertibile, subordinato ibrido perpetuo con denominazione in euro, destinato a investitori istituzionali, per un ammontare complessivo pari a EUR900 milioni.

Il bond ha ricevuto richieste di sottoscrizione in esubero per più di 3 volte, totalizzando ordini per un importo pari a più di EUR3 miliardi.

In dettaglio, l'operazione ha rifinanziato il prestito obbligazionario ibrido perpetuo da EUR900 milioni equityaccounted con prima call date a febbraio 2025 e cedola del 3,500%.

Il prezzo di emissione è fissato al 99,454% e il rendimento effettivo alla prima reset date è pari a 4,875% per anno.

La data prevista per il regolamento è il 27 febbraio e i titoli saranno quotati sul mercato regolamentato della Borsa Irlandese.

La società prevede, inoltre, che ai titoli venga assegnato da parte delle agenzie Moody's, S&P's e Fitch venga assegnato un rating di Baa3/BB+/BBB- e un equity content pari al 50%.

L'operazione riflette la strategia finanziaria del gruppo Enel, si legge in una società in una nota, "finalizzata ad ottimizzare il costo del capitale al servizio degli investimenti industriali del Piano Strategico 2024-2026".

L'emissione coglie, inoltre, "la favorevole finestra offerta dalle attuali condizioni di mercato, per rifinanziare anticipatamente le prossime scadenze del portafoglio di strumenti ibridi della società".

L'operazione è effettuata in esecuzione della delibera del 18 dicembre 2023 del consiglio di amministrazione della società, che ha dato mandato all'emissione da parte di Enel, entro il 31 dicembre 2024, di uno o più prestiti obbligazionari non convertibili, sotto forma di titoli subordinati ibridi.

Il titolo di Enel ha chiuso martedì in

Di Chiara Bruschi, Alliance News reporter

Commenti e domande a redazione@alliancenews.com

Copyright 2024 Alliance News IS Italian Service Ltd. Tutti i diritti riservati.