In un'importante collaborazione a seguito di una gara d'appalto, SUEZ e Maynilad, il più grande concessionario idrico privato delle Filippine, uniscono le forze per portare avanti un progetto trasformativo di trattamento delle acque reflue. Questa iniziativa, sotto gli auspici del Governo filippino, mira a ridurre drasticamente l'inquinamento idrico nella Baia di Manila. Questo progetto sarà fondamentale per proteggere l'ambiente e migliorare la qualità della vita dei residenti.

La Baia di Manila è un importante specchio d'acqua, al centro dell'attività economica del Paese. Tuttavia, anni di scarichi fognari non trattati e di accumulo nella baia l'hanno resa uno dei corpi idrici più inquinati del Paese. SUEZ creerà la Central Manila Sewerage System (CMSS) Water Reclamation Facility per accelerare la riabilitazione della Baia di Manila, dimostrando un impegno ambizioso per il ripristino ambientale.

Situato nella zona portuale di Manila, l'impianto di trattamento da 180 milioni di litri al giorno garantirà che le acque reflue trattate siano conformi alle normative sugli effluenti del Dipartimento dell'Ambiente e delle Risorse Naturali (DENR) delle Filippine, paragonabili agli standard dell'Unione Europea. La riabilitazione avrà anche un impatto positivo sul lago Laguna, collegato al fiume Pasig e fonte fondamentale di acqua potabile per milioni di persone nella regione. Il progetto sfrutterà le tecnologie pionieristiche e innovative di SUEZ, Cyclor Turbo, nel processo di trattamento.

Queste tecnologie compatte, robuste e resilienti sosterranno l'integrità e la qualità degli impianti in uno spazio limitato, per risparmiare terreno, riducendo al contempo l'impronta ambientale complessiva grazie al basso consumo energetico. Inoltre, SUEZ intraprenderà la riabilitazione dell'impianto di pompaggio delle acque reflue di Tondo, vecchio di decenni, e verrà costruito un sistema di trasporto come parte del CMSS per convogliare le acque reflue grezze dai clienti all'impianto di trattamento. Lanciato nel gennaio 2024 e la cui entrata in funzione è prevista per il 2027, il progetto CMSS mira a migliorare la vita di circa 1 milione di persone in un'area di 2.820 ettari.