Accedi
Accedi
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
Registrazione
Oppure accedi con
GoogleGoogle
Twitter Twitter
Facebook Facebook
Apple Apple     
  1. Home
  2. Azioni
  3. Italia
  4. Borsa Italiana
  5. Eni SpA
  6. Notizie
  7. Riassunto
    ENI   IT0003132476

ENI SPA

(ENI)
  Rapporto
Tempo reale stimato Tradegate  -  09:05 04/10/2022
11.46 EUR   +1.90%
08:38ENI: da Goldman Sachs è Buy
MD
03/10Eni collabora con la russa Gazprom, l'austriaca Gas Connect per aprire le forniture di gas da Mosca attraverso l'Austria
MT
03/10L'agenda di domani
DJ
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingCalendarioSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivatiFondi 
RiassuntoTutte le notizieRaccomandazione analistiAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Dl aiuti: extraprofitti, sanzioni doppie per chi non versa entro agosto (Mess)

09-08-2022 | 09:01

ROMA (MF-DJ)--Niente sconti e nessuna possibilità di ravvedimento per gli omessi versamenti del contributo straordinario sui cosiddetti extraprofitti. Anzi le aziende che superano le nuove scadenze, fissate al 31 agosto per l'acconto e alla fine dell'anno per l'acconto, si vedranno raddoppiare la sanzione, che passerà dal 30 al 60% di quanto non versato.

La stretta annunciata la settimana scorsa da Mario Draghi contro le società energetiche che non hanno fin qui aderito al tributo del 25 per cento, scrive il Messaggero, trova la sua forma definitiva nel decreto Aiuti Bis, che nelle prossime ore dovrebbe arrivare in Gazzetta ufficiale. E accanto all'inasprimento delle sanzioni prevede anche una serie mirata di controlli da parte di Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza, che realizzeranno «interventi coordinati» per verificare i comportamenti degli interessati «sulla base di analisi di rischio sviluppate anche mediante l'utilizzo delle banche dati».

Dunque il governo sceglie la linea dura per rispondere alla realtà dei numeri certificata dall'assestamento di bilancio: all'appello mancano buona parte dei 10 miliardi attesi come gettito del tributo. Che prevedeva un prelievo del 25 per cento su una base imponibile stimata in 40 miliardi ma messa in dubbio da vari analisti. Di fatto il problema potrebbe essere non tanto o non solo la volontà di alcuni dei soggetti economici di sottrarsi alla tassa, quanto la valutazione dell'effettivo importo che ciascuno dovrebbe versare.

È ovvio che grandi imprese per di più pubbliche come Eni o Enel non potrebbero in nessun caso venir meno ai propri obblighi verso lo Stato, che è anche loro azionista; ma ad esempio il Cane a sei zampe ha fatto sapere di aver preventivato un pagamento complessivo poco superiore ai 500 milioni. Mentre i piccoli potranno dare cifre comunque esigue.

Dunque resta da vedere se il pugno di ferro alla fine produrrà risultati. Per quanto riguarda l'acconto ci sono in realtà pochi giorni, considerando anche che siamo ormai vicini a Ferragosto. Per il saldo viene di fatto concesso un mese in più rispetto alla scadenza fissata a fine novembre. Come è usuale in questi casi, la norma contiene anche un comma inserito appositamente per derogare allo Statuto dei contribuenti, che vieta di applicare retroattivamente nuove regole fiscali. Il tema era stato affrontato anche nell'incontro di mercoledì scorso tra esecutivo e Cgil, Cisl e Uil. I sindacati hanno chiesto di rafforzare le misure di sostegno alle famiglie eventualmente rialzando l'aliquota del contributo straordinario, che dal 10 per cento originario è già stata portata al 25. Il decreto legge vale circa 15 miliardi, di cui 14,3 ottenuti attingendo alle maggiori entrate fiscali affluite nel bilancio dello Stato, rispetto alle precedenti stime: ma mentre imposte dirette si sono rivelate più abbondanti del previsto (grazie all'aumento dei prezzi ma non solo) il contributo straordinario ha fin qui deluso le attese dell'esecutivo.

Con l'entrata in vigore del provvedimento (ieri si è lavorato tutto il giorno per portarlo alla firma di Mattarella) diventeranno operative tra le altre anche le misure sull'esonero contributivo per i lavoratori dipendenti: un taglio dell'1,2 per cento che si aggiunge a quello dello 0,8 in vigore già da gennaio, sulle retribuzioni che non superano i 35 mila euro l'anno. Dunque i datori di lavoro potranno applicarlo teoricamente già sugli stipendi di agosto, riconoscendo anche la somma spettante a luglio visto che il provvedimento si applica per tutto il secondo semestre del 2022 (inclusa la tredicesima). L'iter parlamentare del provvedimento potrebbe iniziare già domani con la presentazione in Senato, secondo quanto annunciato nei giorni scorsi a Palazzo Madama. Di certo non ci sarà molto tempo, tra le esigenze della pausa estiva dei lavori e quelle della campagna elettorale. E gli aggiustamenti saranno forzatamente limitati.

alu

fine

MF-DJ NEWS

0909:00 ago 2022


(END) Dow Jones Newswires

August 09, 2022 03:00 ET (07:00 GMT)

Titoli citati nell'articolo
Variaz.UltimoVar. 1gen
DL HOLDINGS CO., LTD. -1.38%57300 Prezzo di chiusura.-5.91%
ENEL S.P.A. 3.15%4.357 Prezzo in differita.-38.16%
ENI SPA 3.04%11.242 Prezzo in differita.-8.00%
WTI 1.08%84.219 Prezzo in differita.8.90%
Tutte le notizie su ENI SPA
08:38ENI: da Goldman Sachs è Buy
MD
03/10Eni collabora con la russa Gazprom, l'austriaca Gas Connect per aprire le forniture di ..
MT
03/10L'agenda di domani
DJ
03/10TOP STORIES ITALIA: Descalzi rilancia rigassificatore Gioia Tauro, si..
DJ
03/10BORSA: commento di chiusura
DJ
03/10Eni: per Versalis nuovo brand a insegna sostenibilità
DJ
03/10Borsa Milano annulla calo, corre oil, male lusso, auto, realizzi su B.Ge..
RE
03/10TOP STORIES ITALIA: Descalzi, pronti a garanzia monetaria per sblocca..
DJ
03/10Eni: assegnati premi a ricerca scientifica "Eni Award 2022"
DJ
03/10Gas : Descalzi; sì nuovo rigassificatore fisso, Gioia Tauro da riavviare
DJ
Altre news
Raccomandazioni degli analisti su ENI SPA
Altre raccomandazioni
Dati finanziari
Fatturato 2022 114 Mld 112 Mld -
Risultato netto 2022 12 246 M 12 047 M -
Indebitamento netto 2022 10 662 M 10 489 M -
P/E ratio 2022 3,20x
Rendimento 2022 7,82%
Capitalizzazione 38 978 M 38 345 M -
VS / Fatturato 2022 0,44x
VS / Fatturato 2023 0,42x
N. di dipendenti 32 562
Flottante 68,1%
Grafico ENI SPA
Durata : Periodo :
Eni SpA: grafico analisi tecnica Eni SpA | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica ENI SPA
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRibassistaNeutraleRibassista
Evoluzione del Conto dei Risultati
Consensus
Vendita
Buy
Raccomandazione media Buy
Numero di analisti 23
Ultimo prezzo di chiusura 11,24 €
Prezzo obiettivo medio 16,47 €
Differenza / Target Medio 46,5%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Claudio Descalzi COO-Exploration & Production Division
Francesco Gattei Chief Financial Officer
Lucia Calvosa Chairman
Francesca Zarri Director-Technology, Digital, R&D
Giuseppe Ricci Deputy Chief Operating Officer
Settore e Concorrenza
Var. 1genCapi. (M$)
ENI SPA-8.00%38 345
SAUDI ARABIAN OIL COMPANY9.85%2 092 613
SHELL PLC41.79%179 614
PETROCHINA COMPANY LIMITED-7.20%125 414
TOTALENERGIES SE11.49%119 595
EQUINOR ASA51.80%105 046