Il California State Teachers' Retirement System ha votato contro la rielezione del presidente della Exxon Darren Woods e del direttore Joseph Hooley, unendosi ad altri sistemi pubblici preoccupati che la causa intentata dalla società energetica contro gli attivisti del clima possa diminuire i diritti degli investitori.

In una dichiarazione inviata da un rappresentante, CalSTRS ha detto che i voti erano "un approccio misurato per ritenere due importanti leader di Exxon responsabili nei confronti degli investitori". Un registro online mostra che CalSTRS ha votato per gli altri 10 candidati amministratori della società.

I voti di CalSTRS per l'assemblea annuale di Exxon del 29 maggio erano in linea con i commenti precedenti di uno dei suoi membri del consiglio di amministrazione, il Tesoriere di Stato Fiona Ma, che esprimeva preoccupazione per la causa. CalSTRS ha comunque adottato un approccio più morbido rispetto all'altro grande sistema pensionistico dello Stato, quello dei dipendenti pubblici, che ha dichiarato che avrebbe votato contro l'intero consiglio di amministrazione.

Nessuno dei due sistemi è tra i 40 maggiori investitori di Exxon, ma hanno svolto ruoli influenti nelle precedenti elezioni dei direttori di Exxon.

A gennaio, Exxon ha fatto causa agli attivisti per bloccare un voto su una proposta climatica da loro presentata, eludendo il consueto processo normativo. Sebbene gli investitori abbiano ritirato la loro risoluzione, Exxon ha continuato la causa, chiedendo le spese legali e altri aiuti.

Giovedì, un giudice statunitense ha permesso alla Exxon di procedere contro uno dei due gruppi di attivisti che aveva citato, Arjuna Capital, con sede nel Massachusetts. Il giudice ha anche detto che Exxon non poteva portare avanti la sua causa contro il gruppo Follow This, con sede in Olanda, in quanto non rientrava nella giurisdizione del tribunale.

In un comunicato, Exxon ha dichiarato che la sentenza l'ha avvicinata al suo obiettivo di riformare il processo di risoluzione degli azionisti. In precedenza ha affermato che le autorità di regolamentazione dei titoli hanno permesso a troppe risoluzioni di arrivare al voto, con conseguenti costi per le aziende.

"È giunto il momento di porre fine all'abuso del sistema e siamo lieti che il giudice abbia concordato sul fatto che abbiamo diritto a un giorno in tribunale", ha dichiarato Exxon.

Interrogato sui voti di CalSTRS, un rappresentante di Exxon ha ribadito i suoi commenti passati sul fatto che il suo consiglio di amministrazione ha supervisionato la creazione di un valore significativo per gli azionisti.