Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON

F.I.L.A. - FABBRICA ITALIANA LAPIS ED AFFINI S.P.A.

(FILA)
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingAgendaSocietàFinanzaConsensusRevisioniDerivati 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settore

Economia : I media? Più resilienti delle tlc (MF)

14-07-2021 | 09:10

MILANO (MF-DJ)--Si chiama Restructuring Score ed è un calcolo che la società di consulenza Kearney effettua tenendo conto di più 51.000 dati pesando ricavi, ebitda, debito netto e capitalizzazione a livello globale con l'obiettivo di identificare aspetti economici negativi e quindi anticipare i trend di sviluppo. La terza edizione non poteva che essere dedicata agli effetti post-Covid.

Dall'analisi risulta che la Germania è in prima fila per la ripartenza con un indice di 3,4 che evidenzia una forte ripresa già in atto da fine 2020. Spagna e Italia invece nel rapporto sono ancora al di sotto della media europea di 4,4, rispettivamente a 5,4 e 5. «Va detto che l'Italia è entrata in piena crisi prima degli altri Paesi e ha dovuto prendere misure di contenimento drastiche», sottolinea parlando con MF-Milano Finanza Luca Rossi, partner di Kearney e responsabile consumer products e retail in Italia. Il risultato è stato un periodo di lockdown pesante e importante. «Siamo stati i primi, non abbiamo beneficiato dell'esperienza di nessun Paese e ciò ha fatto sì che la nostra curva dei contagi sia stata la più alta ma anche la più ampia temporalmente». In più in Italia la cosiddetta economia dei servizi pesa meno che in altri Paesi europei: «energia, servizi finanziari, ma anche le citate tlc o le banche sono stati colpiti meno dalla pandemia, ma sul tessuto italiano, caratterizzato dalla presenza di pmi, pesano meno rispetto ad altri Paesi».

Stringendo il campo visivo alla sola Italia, tra i settori che hanno meglio performato ci sono i media (3,5), che hanno fatto meglio di entertainment (3,9) e delle telecomunicazioni (5). «Nel complesso le tlc sono rimaste stabili nel tempo», prosegue il partner di Kearney, «perché hanno beneficiato dell'incremento dell'utilizzo della banda larga ma non hanno goduto di grande upside, visto che il mercato presenta una grande penetrazione e nel mobile proprio una saturazione». Hanno fatto meglio invece entertainment e ancora di più i media, «che hanno sfruttato l'incremento nella penetrazione dei servizi. Gli utenti hanno riversato gli acquisti un tempo dedicati alle tlc su altri tipi di servizi». Inevitabile che invece il settore di abbigliamento e lusso sia quello che ha pagato il prezzo più salato, con uno score di 8 che evidenzia un trend di grande difficoltà. Il tutto senza contare l'assenza di turisti, «che ha spinto i benestanti cinesi, che prima venivano in Europa a spendere, a riversare il loro potere d'acquisto in patria, trasformando la Cina nel primo mercato mondiale del lusso». Per fortuna, conclude Rossi, «qualche indicazione di ripresa in Italia c'è: ad esempio, nel settore abbigliamento vediamo segnali di miglioramento e alcune aziende sono già tornate ai livelli di fatturato precedenti il Covid».

fch

(END) Dow Jones Newswires

July 14, 2021 03:09 ET (07:09 GMT)

Tutte le notizie su F.I.L.A. - FABBRICA ITALIANA LAPIS ED AFFINI S.P.A.
16/09RISPARMIO GESTITO: Perrazzelli, da sempre fonte di innovazione
DJ
15/09F I L A FABBRICA ITALIANA LAPIS ED A: 14/09/2021 - Tornano i BAM Season Day. GIOTTO Color..
PU
14/09UPA: crescono investimenti in influencer marketing
DJ
13/09CALCIO: il centravanti Advent (Mi.Fi.)
DJ
10/09TOP STORIES ITALIA: Pil; Bonomi, caro materie prime mette a rischio ripresa
DJ
08/09BORSA: commento di chiusura
DJ
08/09AFGHANISTAN: min.Interni affidato a un terrorista -2-
DJ
08/09AFGHANISTAN: min.Interni affidato a un terrorista
DJ
08/09BORSA: avvio in calo per l'azionario europeo
DJ
08/09FILA: Vei cede 5,9% capitale attraverso Abb
DJ
Più notizie
Dati finanziari
Fatturato 2021 653 M 766 M -
Risultato netto 2021 31,7 M 37,2 M -
Indebitamento netto 2021 447 M 525 M -
P/E ratio 2021 16,1x
Rendimento 2021 1,11%
Capitalizzazione 493 M 579 M -
VS / Fatturato 2021 1,44x
VS / Fatturato 2022 1,31x
N. di dipendenti 8 465
Flottante 25,4%
Grafico F.I.L.A. - FABBRICA ITALIANA LAPIS ED AFFINI S.P.A.
Durata : Periodo :
F.I.L.A. - Fabbrica Italiana Lapis ed Affini S.p.A.: grafico analisi tecnica F.I.L.A. - Fabbrica Italiana Lapis ed Affini S.p.A. | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica F.I.L.A. - FABBRICA ITALIANA LAPIS ED AFFINI S.P.A.
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendRibassistaNeutraleRialzista
Evoluzione del Conto di Risultati
Consensus
Vendita
Acquisto
Raccomandazione media Comprare
Numero di analisti 5
Ultimo prezzo di chiusura 9,66 €
Prezzo obiettivo medio 13,16 €
Differenza / Target Medio 36,2%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Massimo Candela Chief Executive Officer & Director
Stefano de Rosa CFO & Manager-Investor Relations
Giovanni Gorno Tempini Chairman
Giorgina Gallo Independent Director
Donatella Sciuto Independent Director