L'attività sottomarina Underwater Armament Systems (UAS) recentemente acquisita da Fincantieri ha prospettive "molto positive", ha dichiarato martedì l'amministratore delegato del costruttore navale Pierroberto Folgiero.

Il costruttore navale controllato dallo Stato ha acquistato UAS dall'azienda di difesa Leonardo in un accordo che conferisce alla linea di business dei sottomarini un valore aziendale di 415 milioni di euro (449,15 milioni di dollari).

In una telefonata con gli analisti, Folgiero ha rifiutato di essere specifico sull'impatto dell'acquisizione di UAS sulle prospettive di Fincantieri.

"Ci sarà tempo per i dettagli, quello che posso dire è che UAS avrà una prospettiva molto positiva. Credo che UAS abbia una grande crescita davanti a sé", ha detto Folgiero quando gli è stata chiesta una guida specifica per l'attività, una volta incorporata nel gruppo.

Nelle slide, Fincantieri ha affermato che l'accordo sarà "accrescitivo del margine fin dall'inizio", con UAS che aumenterà il margine EBITDA del gruppo al 5,5% pro-forma 2023 dal 5,2%.

L'anno scorso UAS ha registrato 160 milioni di euro di ricavi e 34,1 milioni di euro di utile core, ha aggiunto.

(1 dollaro = 0,9240 euro)