Il Premier cinese Li Qiang ha visitato il gigante lattiero-caseario neozelandese Fonterra sabato, una visita che il Ministro del Commercio Todd McClay ha definito "molto positiva", dopo che il leader cinese aveva parlato della domanda di prodotti agricoli della Nuova Zelanda.

"Fonterra è una parte importante della catena di approvvigionamento alimentare cinese, molti dei nostri prodotti lattiero-caseari sono destinati alla Cina", ha detto McClay nei commenti trasmessi da Radio New Zealand dopo che Li ha visitato la sede centrale di Fonterra ad Auckland insieme al Primo Ministro Christopher Luxon.

Li ha detto venerdì, il secondo giorno del suo viaggio nella nazione insulare del Pacifico, che in Cina c'è una crescente domanda di prodotti lattiero-caseari, di manzo e di agnello di alta qualità provenienti dalla Nuova Zelanda.

Il secondo funzionario più alto in grado della Cina si recherà in Australia sabato per una tappa di quattro giorni in un viaggio volto a rafforzare i legami commerciali e diplomatici con le due nazioni esportatrici di materie prime. La Cina è il principale partner commerciale di entrambi i Paesi.

Pechino si considera una parte fondamentale del piano di Luxon di raddoppiare le esportazioni della Nuova Zelanda nei prossimi 10 anni.

"Penso che sia stato chiaro che il premier cinese e la sua delegazione hanno apprezzato molto la crescita di questa relazione".

Venerdì, Li ha visitato l'Istituto Neozelandese per la Ricerca sulle Piante e gli Alimenti di Auckland, un'agenzia governativa che promuove le industrie agricole, alimentari e delle bevande, prima di incontrare e cenare con uomini d'affari, accademici e diplomatici.

Li ha incontrato Luxon nella capitale Wellington giovedì, firmando accordi sul commercio e sul cambiamento climatico, con i diritti umani all'ordine del giorno.

Nella prima visita di un premier cinese in Australia dal 2017, Li visiterà la capitale dello Stato dell'Australia Meridionale, Adelaide, la capitale nazionale Canberra e lo Stato minerario dell'Australia Occidentale. (Servizio di Sam McKeith a Sydney; Redazione di William Mallard)