Le case automobilistiche statunitensi General Motors e Ford devono affrontare una sfida comune quando la prossima settimana presenteranno i risultati del primo trimestre: Spiegare agli investitori da dove verrà la crescita degli utili nei prossimi mesi, dato che la crescita degli EV rallenta.

Il rallentamento della domanda globale di veicoli elettrici, l'intensificarsi della concorrenza delle case automobilistiche cinesi e gli alti costi di finanziamento degli Stati Uniti hanno costretto le case automobilistiche statunitensi a ritardare gli investimenti e a ridurre i costi negli ultimi 12 mesi. Con l'economia cinese in rallentamento e l'inflazione statunitense in crescita, una spinta alla crescita macroeconomica sembra ancora lontana.

Questo fa sì che aziende come GM e Ford si concentrino sulle vendite dei loro veicoli principali a benzina, da cui traggono la maggior parte dei loro profitti. I risultati di GM e Ford sono previsti rispettivamente martedì e mercoledì.

L'amministratore delegato di GM, Mary Barra, potrà contare sulla forte domanda dei pick-up e dei SUV altamente redditizi dei marchi Chevrolet e GMC. All'inizio di questo mese Barclays ha aumentato il suo prezzo obiettivo per le azioni GM del 10% a 55 dollari, citando le solide vendite della linea di camion e SUV di GM.

Il direttore finanziario di GM, Paul Jacobson, ha dichiarato che l'anno è iniziato bene e che l'azienda si sente positiva sull'andamento della domanda, mentre il direttore finanziario di Ford, John Lawler, nel riaffermare le prospettive di profitto per l'intero anno, ha detto che i prezzi dei veicoli stanno reggendo meglio del previsto.

Le case automobilistiche statunitensi tradizionali, che si basano molto sulle vendite di camion e SUV di grandi dimensioni, sono state impantanate da spese più elevate legate all'elettrificazione delle loro linee di veicoli e dalla domanda irregolare di veicoli elettrici a batteria.

Chris McNally, analista di Evercore ISI, ha affermato in una nota di ricerca che lo slancio si è spostato per i precedenti vincitori, come Tesla, a causa del rallentamento della crescita delle vendite di veicoli elettrici. Gli investitori si sono invece concentrati su GM, Stellantis, Toyota e altri che fanno meno affidamento sugli EV, ha aggiunto.

L'elevato rapporto tra camion a gas ed EV nel mix di vendite di GM in Nord America aiuterà a compensare una perdita prevista nelle attività della casa automobilistica in Cina. GM ha dichiarato che le vendite di veicoli nel primo trimestre degli Stati Uniti sono diminuite dell'1,5% a causa delle minori consegne ai clienti commerciali, ma le vendite al dettaglio sono aumentate del 6%.

Barra non ha ancora delineato piani specifici per la ristrutturazione delle attività di GM in Cina. L'anno scorso, GM ha consegnato 2,1 milioni di veicoli in Cina, con un calo di quasi la metà rispetto ai 4,04 milioni del 2017.

Nel frattempo, gli investitori vogliono un aggiornamento sull'unità di robotaxi Cruise, in difficoltà, di GM.

Barra non ha detto come GM finanzierà il rilancio e la ricostruzione dell'attività dopo che un grave incidente ha costretto l'azienda a interrompere le operazioni di guida senza conducente. GM ha dichiarato che taglierà la spesa di 1 miliardo di dollari quest'anno per Cruise. L'unità ha perso più di 8 miliardi di dollari da quando GM l'ha acquisita nel 2016.

Cruise ha dichiarato il 9 aprile che rimetterà in strada alcuni veicoli a Phoenix, in Arizona, con conducenti umani.

Le azioni della casa automobilistica di Detroit sono salite a gennaio quando hanno segnalato che sarebbero stati restituiti più contanti agli azionisti.

Anche Ford sta ottenendo energia dalla sua attività di autocarri a combustione, oltre che dalle sue operazioni di veicoli commerciali Ford Pro. La casa automobilistica ha riaffermato la sua previsione di 10-12 miliardi di dollari di profitto core quest'anno.

All'inizio del mese, la casa automobilistica ha dichiarato che avrebbe rallentato due importanti programmi di veicoli elettrici. Il direttore finanziario Lawler ha detto a una conferenza di investitori che i futuri investimenti in veicoli elettrici non andranno avanti a meno che non possano "stare in piedi da soli" per mostrare un profitto. (Servizio di Joe White a Detroit Servizio aggiuntivo di Ben Klayman a Detroit Redazione di Matthew Lewis)