Le principali case automobilistiche hanno dichiarato mercoledì che un piano della California per porre fine alla vendita di veicoli a sola benzina entro il 2035 potrebbe essere impraticabile in altri 11 Stati che lo hanno adottato, citando una domanda insufficiente da parte dei consumatori.

L'Alliance for Automotive Innovation, che rappresenta la maggior parte delle principali case automobilistiche ad eccezione di Tesla, ha espresso le sue preoccupazioni nei commenti presentati all'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente degli Stati Uniti sulla proposta della California.

Il California Air Resources Board (CARB) ha chiesto all'EPA una deroga ai sensi del Clean Air Act per attuare il suo piano di cessazione delle vendite di veicoli a sola benzina entro il 2035.

I requisiti EV della California potrebbero essere fattibili "almeno nei primi anni per la California", ma ha detto che la fattibilità per altri Stati con vendite di veicoli elettrici significativamente più basse "è molto meno certa", ha detto il gruppo industriale dell'auto.

L'onere di rispettare le regole spetta alle case automobilistiche, ma non è chiaro "se i clienti in ogni giurisdizione accetteranno le tecnologie (dei veicoli a emissioni zero) e le acquisteranno in quantità sufficienti". Questi aspetti sono in gran parte fuori dal controllo delle case automobilistiche", ha detto il gruppo che rappresenta General Motors, Toyota, Volkswagen e altri.

Il CARB ha risposto: "Gli Stati che hanno adottato il programma californiano comprendono che le auto pulite migliorano la salute pubblica e affrontano una sfida globale".

L'AAI ha affermato che per raggiungere l'obiettivo del 2035, le vendite di veicoli elettrici, ibridi elettrici plug-in o a celle a combustibile a idrogeno dovranno più che raddoppiare in tutti gli Stati che adottano le regole della California, tranne uno, e triplicare in cinque.

L'EPA non ha commentato immediatamente.

Separatamente, l'American Petroleum Institute, un gruppo industriale, ha esortato l'EPA a respingere il piano della California, che a suo dire rappresenta "l'intervento normativo definitivo".

L'amministrazione del Presidente Joe Biden ha evitato di fissare una data per eliminare gradualmente la vendita di veicoli a sola benzina.

L'EPA ad aprile ha proposto separatamente delle regole per ridurre le emissioni dei veicoli fino al 2032, prevedendo che il 60% delle nuove auto prodotte dalle case automobilistiche dovranno essere EV entro il 2030 e il 67% entro il 2032 per soddisfare i requisiti. Reuters ha riferito questo mese che l'EPA prevede di ammorbidire i requisiti annuali fino al 2030.

Le regole della California iniziano dal model year 2026 e ridurrebbero l'inquinamento da smog dei veicoli leggeri del 25% entro il 2037. Esse prevedono che il 35% delle nuove auto vendute sia elettrico o ibrido plug-in entro il 2026. Questa percentuale salirà al 68% entro il 2030 e al 100% entro il 2035.

Le regole della California richiedono che entro il 2035 l'80% di tutti i nuovi veicoli venduti nello Stato sia elettrico e non più del 20% ibrido elettrico plug-in.

La casa madre di Chrysler, Stellantis, ha dichiarato a dicembre che avrebbe tagliato temporaneamente un turno di lavoro presso il suo impianto di assemblaggio di Detroit che costruisce i veicoli utilitari sportivi Jeep, citando le normative EV della California. (Servizio di David Shepardson a Washington, a cura di Cynthia Osterman e Matthew Lewis)