GIGLIO GROUP SPA SEGNALA CHE ALCUNE AGENZIE DI SETTORE STANNO

ERRONEAMENTE DIFFONDENDO IL COMUNICATO STAMPA DI GIGLIO.COM ANZICHE'

IL COMUNICATO STAMPA DI GIGLIO GROUP SPA DEL 12 SETTEMBRE 2023.

GIGLIO GROUP SPA RIBADISCE LA TOTALE ESTRANEITA' RISPETTO ALLA QUASI

OMONIMA GIGLIO.COM

SI RIPORTA DI SEGUITO IL COMUNICATO STAMPA CON PREGHIERA DI IMMEDIATA

SOSTITUZIONE, LADDOVE SIA STATO COMMESSO L'ERRORE, ONDE EVITARE

COMUNICAZIONI DISTORTE AL MERCATO.

MILANO, 13 settembre 2023

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA

LA RELAZIONE FINANZIARIA INTERMEDIA AL 30 GIUGNO 2023:

Ebitda ed Ebit in aumento rispetto al 30 giugno 2022

  • I RICAVI consolidati, pari ad Euro 15,7 milioni risultano in diminuzione rispetto ai dati consolidati relativi allo stesso periodo dell'esercizio precedente (Euro 19,6 milioni al 30 giugno 2022).
  • L'EBITDA mostra una crescita positiva del 39% attestandosi a Euro 1.153 migliaia rispetto ad Euro 827 per i dati consolidati 30 giugno del 2022.
  • L'EBIT, pari a Euro 558 migliaia, mostra una crescita dell'139% rispetto ad Euro 223 migliaia del 30 giugno 2022.
  • PFN pari a Euro 15,6 milioni, in miglioramento rispetto ai Euro 17,3 milioni del 31 dicembre 2022.
  • RISULTATO NETTO, vicino al pareggio, negativo per 30 migliaia di Euro, in miglioramento rispetto all'esercizio precedente quando ammontava a Euro -252 migliaia.

Milano, 12 settembre 2023 - Giglio Group S.p.A. (Ticker GG), società quotata su Euronext Milan comunica che il Consiglio di Amministrazione della Società, conclusosi ieri pomeriggio, ha approvato la Relazione Finanziaria Intermedia al 30 giugno 2023.

Alessandro Giglio, Presidente e Amministratore Delegato di Giglio Group, ha commentato: "Siamo molto soddisfatti perché, nonostante le difficoltà generate dal conflitto bellico e la conseguente impossibilità di esportare in un mercato importante per il lusso come la Russia, e allo slittamento di alcuni mesi della partenza del progetto con Trenitalia (fissata per ottobre p.v.), abbiamo registrato EBITDA ed EBIT in crescita rispetto al primo semestre 2022 e una PFN in netto miglioramento rispetto al 31 dicembre 2022. La Società è tornata in terreno positivo concentrandosi maggiormente verso i business con migliori margini e maggior valore aggiunto che uniti ai benefici generati dalla razionalizzazione dei costi e dalla ottimizzazione delle risorse, ci consentono di guardare con concreto ottimismo alla fine del 2023 e agli anni a venire".

***

Analisi della Gestione Economica Finanziaria consolidata al 30 giugno 2023

I Ricavi consolidati, pari ad Euro 15,7 milioni risultano in diminuzione rispetto ai dati consolidati relativi allo stesso periodo dell'esercizio precedente (Euro 19,6 milioni al 30 giugno 2022). L'EBITDA mostra un andamento positivo e pari ad Euro 1.153 migliaia (positivo per Euro 827 migliaia per i dati consolidati 30 giugno 2022). L'andamento è influenzato dalla sottoscrizione di un contratto per i servizi di digitalizzazione di contenuti multimediali e televisivi che contribuisce per euro 1,9 milioni.

Con riferimento all'andamento dei ricavi si segnalano alcuni rallentamenti avvenuti nel corso del primo semestre 2023, per alcuni clienti situati in Paesi dell'Est e per un nuovo importante contratto siglato a maggio 2023 i cui ordini sono slittati nel secondo semestre del 2023.

Il Risultato netto è negativo per Euro 30 migliaia (negativo per Euro 252 migliaia dati consolidati relativi allo stesso periodo dell'esercizio precedente).

Analisi della Gestione Patrimoniale e Finanziaria consolidata al 30 giugno 2023

Il Capitale Investito Netto del Gruppo al 30 giugno 2023, pari a Euro 11,9 milioni è costituito principalmente dall'Attivo Fisso Netto pari a Euro 16,3 milioni e dal Capitale Circolante Netto pari a Euro -5 milioni.

Le Immobilizzazioni Materiali (che includono anche il RoU sui contratti di leasing in essere) pari a Euro 0,7 milioni decrementano prevalentemente (al netto degli ammortamenti del periodo) e si incrementano principalmente per la capitalizzazione di mobilio per 58 migliaia da parte della controllata Salotto di Brera.

Le Immobilizzazioni Immateriali pari a Euro 15,4 milioni, sono principalmente costituite per Euro 13,4 milioni dall'avviamento relativo alle acquisizioni di Giglio Fashion, del Gruppo IBOX, di E-Commerce Outsourcing e di Salotto di Brera. La movimentazione si riferisce (al netto degli ammortamenti del periodo) a incrementi per 241 migliaia sostenuti internamente per l'implementazione e l'integrazione delle piattaforme informatiche sulla controllata Salotto di Brera.

Le immobilizzazioni finanziarie pari a Euro 0,3 milioni sono riferibili principalmente ai depositi cauzionali versati relativamente ai contratti di affitto per gli immobili di Milano e Roma.

Nel dettaglio, la variazione dell'indebitamento è inoltre attribuibile ai seguenti fattori:

E. Debito finanziario corrente:tale voce include linee anticipi su fatture per Euro 1,2 milioni, conti correnti passivi pe Euro 0,5 milioni e passività correnti per contratti di locazione per Euro 0,1 milioni. La voce si è incrementata per un maggior utilizzo di linee anticipi e c/c passivo.

F. Parte corrente dell'indebitamento non corrente:tale voce è decrementata per i rimborsi avvenuti nel primo semestre 2023.

I. Debito finanziario non corrente:a riduzione è dovuta principalmente alla riclassifica alla quota corrente mutui in seguito ai rimborsi del mese.

J. Strumenti di debito:L'indebitamento finanziario non corrente rileva, al 30 giugno 2023, il prestito obbligazionario a lungo verso EBB S.r.l.

K. Debiti commerciali e altri debiti non correnti:Tale voce al 31 dicembre 2022 comprendeva principalmente il debito rateale per l'acquisto della Salotto di Brera S.r.l.. Nel corso del primo semestre 2023 il debito si estingue in conseguenza del pagamento dell'ultima rata.

L'indebitamento finanziario netto rileva, al 30 giugno 2023, tra le passività a lungo il debito finanziario relativo al prestito obbligazionario EBB S.r.l.. Il regolamento disciplinante i termini e le condizioni del Prestito

Obbligazionario contiene anche taluni impegni e limitazioni a carico della Società, ivi inclusi impegni finanziari (c.d. financial covenants), il cui verificarsi potrebbe comportare la decadenza dal beneficio del termine e l'obbligo per la Società di rimborsare integralmente in via anticipata il Prestito Obbligazionario (c.d. eventi rilevanti).

In data 28 giugno 2023 si evidenzia l'ottenimento da SACE, in qualità di garante del prestito obbligazionario, del consenso al bond holder EBB S.r.l. al rilascio del waiver ai seguenti termini e condizioni:

  • Consenso relativo al mancato rispetto dei parametri finanziari "leverage ratio" e "gearing ratio"
    (covenant holiday), concesso in relazione a tutte le date di verifica fino all'integrale rimborso del prestito obbligazionario. Restano comunque in vigore gli impegni di cui la cl.11.2 (impegni informativi) del regolamento del prestito obbligazionario da parte di Giglio Group S.p.A.;
  • Pertanto, l'impegno in capo alla holding Meridiana di cui all'art 10 (regolamento del prestito, Parametri finanziari e ulteriore impegno del garante) della fidejussione è da considerarsi non più vigente. È comunque inteso tra le parti che tutti gli altri obblighi e doveri assunti da Meridiana Holding Srl ai sensi del contratto di garanzia e manleva datato 10 marzo 2020 rimangono in vigore e pienamente esercitabili.
  • A fronte di quanto sopra riportato, si rappresenta che con riferimento al contratto di garanzia e manleva datato 10 marzo 2020 l'importo garantito di cui alla premessa D si intende così confermato a Euro 1.500.000 unitamente all'impegno a concedere un pegno sulle azioni di Giglio Group S.p.A. per complessivi euro 4.152.000 a favore di SACE. Le parti concordano sin da ora che il pegno non comporta la possibilità di esercitare i diritti di voto.
  • L'efficacia del consenso espresso è stata ratificata a seguito della ricezione dell'accettazione della lettera di consenso controfirmata da Giglio Group S.p.A., inviata dalla Società in data 29 giugno 2023.

Fatti di rilievo avvenuti nel corso dei primi sei mesi dell'esercizio

  • In data 14 febbraio 2023 si è conclusa la cessione della partecipazione del 51% in Cloud Food S.r.l., precedentemente deliberata dal Consiglio di Amministrazione il 21 dicembre 2022.
  • In data 23 febbraio 2023 la capogruppo ha sottoscritto un aumento di capitale della controllata Salotto di Brera S.r.l. per Euro 975.000, portando il capitale sociale ad Euro 1 milione. Tale aumento è finalizzato al rafforzamento patrimoniale della controllata.
  • In data 16 marzo 2023 vi è stata l'apertura al pubblico dello shopping center "Caput Mundi The Mall", presso Città del Vaticano, dove la controllata Salotto di Brera S.r.l. ha siglato un accordo per l'affitto del ramo di azienda con Gasak S.r.l. al termine del 2022. La società opera nel settore retail per la prima volta.
  • In data 30 marzo 2023 il Consiglio di Amministrazione ha approvato un nuovo piano industriale 2023- 2027, che sostituisce il piano industriale 2022-2026 e le assunzioni sottostanti. Al riguardo, la Società ha provveduto ad acquisire un'analisi indipendente da parte di un Advisor di standing internazionale, nella quale non sono state evidenziate criticità di livello alto (in una scala basso-medio-alto) in relazione alle assunzioni alla base del Business Plan, tali da compromettere l'attendibilità o implicare l'irragionevolezza delle suddette assunzioni.
  • In data 4 aprile 2023 il Consiglio di Amministrazione ha approvato l'impairment test sulla base delle risultanze del Piano Industriale, su cui una primaria società di consulenza ha redatto una approfondita relazione.
  • In data 13 aprile 2023 il Consiglio di Amministrazione ha approvato il Progetto di Bilancio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2022.
  • In data 2 maggio 2023 la società di revisione BDO Italia S.p.A. ha rilasciato la propria relazione sulla revisione contabile del progetto di bilancio di esercizio e del progetto di bilancio consolidato, nelle quali ha dichiarato l'impossibilità di esprimere un giudizio. Il Consiglio di Amministrazione ha preso atto delle conclusioni raggiunte dalla Società di Revisione nella consapevolezza di aver correttamente operato nell'interesse della Società e si è riservato ulteriori commenti a seguito di un esame più approfondito delle Relazioni.
  • In data 5 maggio 2023, CONSOB ha inviato la richiesta di diffusione di informazioni ai sensi dell'art.
    114, comma 5, del D.Lgs. n. 58/98 (TUF), che dovranno essere forniti alla fine di ogni mese con riferimento al mese precedente, a partire dal 31 maggio 2023.
  • In data 11 maggio 2023, l'azionista Meridiana Holding S.p.A. ha comunicato alla Società di convertire il finanziamento soci di Euro 472 migliaia in conto futuri aumenti di capitale, registrato nella contabilità della Società in pari data.
  • In data 12 maggio 2023, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di richiedere a Borsa Italiana, ai sensi dell'art. 2.5.7 del Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A., l'esclusione dalla qualifica di STAR degli strumenti finanziari di Giglio Group S.p.A. e il conseguente passaggio degli stessi dal segmento MTA-Star al segmento MTA-Standard, in conseguenza delle conclusioni della relazione emessa dalla società di revisione BDO Italia S.p.A. sul progetto di bilancio di esercizio e sul bilancio consolidato della Società al 31 dicembre 2022.
  • In data 16 maggio 2023 la società di revisione BDO Italia S.p.A., con comunicazione a mezzo Pec, ha rassegnato "irrevocabilmente le proprie dimissioni" dall'incarico di revisione legale dei conti.
  • In data 24 maggio 2023 l'assemblea ordinaria degli azionisti ha preso atto del bilancio consolidato di gruppo al 31 dicembre 2022 ed ha approvato il bilancio di esercizio di Giglio Group S.p.A., deliberando di portare a nuovo l'utile di Euro 118.670,56.
  • In data 30 giugno 2023 è stato esercitato il diritto di recesso dal Contratto di Affitto di Ramo d'Azienda relativamente allo shopping center "Caput Mundi The Mall" ed è stata dichiarata la risoluzione del contratto alla controparte Gasak S.r.l.

Fatti di rilievo successivi ai primi sei mesi dell'esercizio

  • In data 8 luglio 2023, la Società ha ricevuto le dimissioni, con decorrenza immediata, dell'avvocato
    Sara Armella dalla carica di consigliere non esecutivo ed indipendente della Società, per sopraggiunti impegni lavorativi. Anche i ruoli ricoperti dall'avvocato Armella nei Comitati verranno assunti dal nuovo consigliere, in possesso dei requisiti di esperienza e competenza, che verrà nominato per cooptazione.
  • In data 21 luglio 2023 l'Assemblea ha conferito l'incarico di revisione legale dei conti per il periodo 2023-2031 alla società Nexia Audirevi S.p.A..

Evoluzione prevedibile della gestione

Negli ultimi tre anni il contesto mondiale è stato caratterizzato dal susseguirsi di tre eventi straordinari: i) l'emergenza pandemica, ii) il conflitto tra Russia e Ucraina con la conseguente crisi energetica e alimentare, iii) il ritorno dell'inflazione sostenuta e la fine delle politiche monetarie ultra-espansive.

I rischi all'outlook macroeconomico globale restano significativi e orientati al ribasso. L'evoluzione del conflitto tra Russia e Ucraina continua a rappresentare uno dei fattori negativi che potrebbe accentuare il rallentamento dell'attività economica mondiale. L'inflazione rappresenta uno spartiacque nei diversi scenari alternativi ipotizzati, che vanno da quello peggiorativo che prevede una crescita economica globale di 0,7 punti percentuali con un'inflazione del 6,1% a quello migliorativo con una crescita del pil mondiale di 2,2 punti percentuali e un'inflazione del 4,6% (fonte Oxford Economics, World Economics Prospects Monthly, gennaio 2023).

Attachments

  • Original Link
  • Original Document
  • Permalink

Disclaimer

Giglio Group S.p.A. published this content on 13 September 2023 and is solely responsible for the information contained therein. Distributed by Public, unedited and unaltered, on 13 September 2023 10:03:03 UTC.