(Alliance News) - Glencore PLC ha dichiarato martedì di aver concluso un accordo vincolante per l'acquisto del 77% dell'attività di carbone per la produzione di acciaio di Teck Resources Ltd, Elk Valley Resources, per 6,93 miliardi di dollari in contanti.

L'azienda mineraria e commerciante di materie prime con sede a Barr, in Svizzera, prevede che l'acquisizione, che è soggetta a un "livello normalizzato di capitale circolante", si chiuderà nel terzo trimestre del prossimo anno.

Nell'ambito dell'accordo, Glencore ha dichiarato che Teck, con sede a Vancouver, ha concordato con la giapponese Nippon Steel Corp che la sua attuale partecipazione del 2,5% in Elkview Operations sarà convertita in azioni di Elk Valley, e che Nippon Steel acquisirà ulteriori azioni di Elk Valley da Teck.

Alla chiusura dell'affare Elk Valley, Nippon Steel deterrà una partecipazione del 20% in Elk Valley, che ha sede nel sud-est della Columbia Britannica, in Canada.

Allo stesso tempo, il produttore di acciaio sudcoreano Posco Holdings Inc intende scambiare la sua attuale partecipazione del 2,5% in Elkview Operations e la sua partecipazione del 20% nella joint venture Greenhills con una partecipazione del 3% in Elk Valley.

Alla chiusura della transazione, Glencore acquisirà da Teck, Nippon Steel e Posco i prestiti degli azionisti fatti a Elk Valley. Il rimborso avverrà attraverso i flussi di cassa di Elk Valley. L'importo da pagare per questa parte del prestito dovrebbe essere di circa 250 milioni di dollari USA e 300 milioni di dollari USA, ha detto Glencore.

"Siamo lieti di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione delle attività di carbone per la produzione di acciaio di Teck nella Elk Valley. Queste attività di livello mondiale e le persone esperte che le gestiscono dovrebbero integrare in modo significativo la nostra produzione di carbone termico e siderurgico esistente in Australia, Colombia e Sudafrica", ha dichiarato l'Amministratore Delegato Gary Nagle.

Glencore e Teck hanno ingaggiato un'aspra battaglia pubblica sulle attività di carbone di Teck.

All'inizio di aprile, Glencore aveva inizialmente offerto 7,78 azioni proprie per ogni azione con voto subordinato di Classe B di Teck e 12,73 azioni per ogni azione comune di Classe A di Teck. Ma Teck ha rifiutato questa offerta.

Nello stesso mese, Glencore ha rivisto la sua offerta, portandola a 7,78 azioni proprie per ogni azione con voto subordinato di Classe B di Teck e a 12,73 azioni per ogni azione comune di Classe A di Teck, aggiungendo agli azionisti del minatore di Vancouver un elemento in contanti di 8,2 miliardi di dollari e una partecipazione del 24% in MetalsCo.

Martedì, Glencore ha dichiarato di ritenere che una società autonoma contenente la sua attività combinata di carbone e materiali in acciaio al carbonio, compresa la sua partecipazione in Elk Valley, sarà ben posizionata come azienda generatrice di liquidità per le materie prime.

Ha detto che intende scindere le attività combinate una volta che avrà ridotto sufficientemente il suo debito, cosa che si prevede avverrà entro 24 mesi dalla chiusura.

Le azioni di Glencore sono salite del 3,3% a 444,85 pence nelle prime ore di martedì a Londra, in seguito alla notizia. A Johannesburg, il titolo era in rialzo del 3,5% a ZAR102,07.

Di Artwell Dlamini, giornalista di Alliance News

Commenti e domande a newsroom@alliancenews.com

Copyright 2023 Alliance News Ltd. Tutti i diritti riservati.