Le azioni indiane sono salite lunedì, guidate da un rimbalzo dei titoli finanziari, che hanno subito una battuta d'arresto, e seguendo i guadagni dei mercati asiatici.

L'indice blue-chip NSE Nifty 50 è salito dell'1% a 21.567,15 punti e lo S&P BSE Sensex era in rialzo dello 0,97% a 71.395,13, alle 9:59 a.m. IST.

I mercati asiatici sono saliti, guidati dalla Cina dopo che il regolatore dei mercati del Paese ha dichiarato che sospenderà completamente il prestito di azioni vincolate, nel tentativo di stabilizzare i mercati azionari del Paese.

Nel frattempo, la lettura dell'inflazione favorita dalla Federal Reserve ha mostrato una moderazione dei prezzi a dicembre, rafforzando le speranze di un taglio anticipato dei tassi.

A livello nazionale, 12 dei 13 settori hanno registrato guadagni. I servizi finanziari, che hanno il peso maggiore, hanno guadagnato l'1,3%.

I titoli finanziari avevano perso il 6,28% nelle ultime sette sedute, dopo che il principale prestatore privato HDFC Bank aveva riportato risultati trimestrali deludenti. Nello stesso periodo, il benchmark Nifty ha perso circa il 3%.

HDFC Bank, che a sua volta aveva perso il 14,6% in queste sette sessioni, è salita dell'1,3% in giornata.

"Riteniamo che la maggior parte della pressione di vendita sia terminata e che il Nifty di riferimento possa consolidarsi vicino ai livelli attuali nelle prossime sedute, in vista della decisione sui tassi della Fed e del bilancio dell'Unione (indiana) previsto nel corso della settimana", ha dichiarato Narendra Solanki, responsabile della ricerca fondamentale dei servizi di investimento di Anand Rathi Shares and Stock Brokers.

"Mentre la Fed potrebbe fornire maggiori dettagli sulla potenziale tempistica dei tagli dei tassi, il bilancio intermedio dell'India potrebbe portare alla ribalta settori come le infrastrutture, grazie a probabili maggiori stanziamenti".

La decisione sui tassi della Federal Reserve è prevista per mercoledì, mentre il bilancio dell'India sarà presentato giovedì.

Tra i singoli titoli, Oil and Natural Gas Corporation ha fatto un balzo del 4% ed è stato il principale guadagnatore del Nifty 50, aiutato dai futures del greggio Brent che hanno toccato un massimo di otto settimane.

Le azioni di SBI Cards and Payment Services hanno perso il 6% dopo che la società ha riportato un utile del terzo trimestre inferiore alle attese, appesantito da maggiori costi finanziari. (Relazione di Bharath Rajeswaran a Bengaluru; Redazione di Varun H K e Sonia Cheema)