Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
  1. Home
  2. Azioni
  3. Norvegia
  4. NORWEGIAN OVER THE COUNTER MARKET
  5. HitecVision AS
  6. Notizie
  7. Riassunto
    HITV   NO0010272503

HITECVISION AS

(HITV)
Prezzo di chiusura. Prezzo di chiusura NORWEGIAN OVER THE COUNTER MARKET - 02/12
150 NOK   0.00%
2021Eni, valuta Ipo per controllata norvegese Var Energi, terrà maggioranza
RE
2021ENI S P A: nuova scoperta petrolio in Norvegia
RE
2021Eni stima 35-65 million barili in posto con scoperta in Mare del Nord
RE
RiassuntoGraficiNotizieSocietąFinanza 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

Il futuro del petrolio e del gas del Regno Unito nel Mare del Nord si oscura dopo l'uscita di Cambo della Shell

06-12-2021 | 11:18
FILE PHOTO: The Royal Dutch Shell logo is seen at a Shell petrol station in London, Britain

Fino a pochi giorni fa, la leadership del produttore britannico del Mare del Nord Siccar Point stava negoziando la vendita di una quota del promettente sviluppo petrolifero Cambo a un'altra società sostenuta dal private equity, NEO, hanno detto fonti a Reuters.

Ma giovedì Royal Dutch Shell, il partner di Siccar Point nel progetto, ha tolto il suo sostegno a Cambo in mezzo a un più ampio dibattito pubblico sul futuro dello sviluppo dei combustibili fossili nel Mare del Nord. L'accordo con NEO, così come il futuro del progetto da 1,9 miliardi di sterline (2,51 miliardi di dollari), sono stati gettati nello scompiglio, secondo tre fonti industriali.

La decisione di Shell manda un segnale negativo ad altre compagnie, investitori e banchieri che stanno pensando di mettere soldi nel bacino che sta invecchiando, anche comprando beni dalle major, hanno detto fonti del settore a Reuters.

Il ritiro da Cambo è arrivato diverse settimane dopo che un regolatore britannico ha respinto i piani di Shell per sviluppare un altro giacimento di gas del Mare del Nord, Jackdaw, il cui futuro rimane anche in dubbio a meno che Shell non presenti un piano rivisto che superi la prova.

Nel suo annuncio di giovedì, Shell ha detto che Cambo non era economicamente sostenibile. Ma fonti della compagnia hanno detto che la decisione è stata anche influenzata dalle proteste del clima contro lo sviluppo di nuove risorse di petrolio e gas nel Mare del Nord, così come l'opposizione pubblica a Cambo da parte del primo ministro scozzese Nicola Sturgeon.

"È una decisione economica, ma questo non significa che l'ambiente esterno non abbia un impatto sulla decisione. Si tratta di rischio commerciale", ha detto una fonte della Shell.

Siccar Point e Shell hanno ritardato la decisione se sviluppare Cambo diverse volte negli ultimi anni, più recentemente a causa della pandemia di coronavirus. Tuttavia, Siccar Point era stata vicina a un accordo con NEO, hanno detto fonti vicine alla questione, anche se non era chiaro quale quota di partecipazione fosse in discussione o quale sarebbe stato il valore dell'accordo.

NEO ha rifiutato di commentare. Siccar Point ha rifiutato di commentare quando gli è stato chiesto dei colloqui con NEO.

CLIMA "TOSSICO

Le compagnie petrolifere tra cui Shell e BP sono state grandi investitori nel Mare del Nord per decenni. Nonostante il ridimensionamento della loro presenza nel bacino negli ultimi anni, lo considerano ancora centrale per il loro futuro nel petrolio e nel gas, così come nelle operazioni eoliche offshore.

Mentre ospitava il summit sul clima COP26 il mese scorso, la Gran Bretagna ha deciso di non unirsi a https://www.reuters.com/business/cop/beyond-oil-alliance-lands-members-shunned-by-uk-climate-summit-host-2021-11-11 un'alleanza di paesi che giurano di fermare nuovi progetti di petrolio e gas sul loro territorio.

La crescente pressione degli investitori, dei governi e degli attivisti per il clima, tuttavia, ha portato le major petrolifere a ridurre le spese per i progetti di petrolio e gas e ad aumentare gli investimenti nelle energie rinnovabili, al fine di ridurre le emissioni di gas serra.

E se il governo britannico non riesce a chiarire il suo sostegno agli investimenti nel settore dopo la mossa di Shell, la produzione del maturo bacino di petrolio e gas del Mare del Nord potrebbe diminuire più rapidamente di quanto previsto in precedenza, hanno detto fonti del settore a Reuters.

"Al momento è tossico", ha detto una fonte di petrolio e gas del Mare del Nord, parlando di come la decisione di Shell ha avuto un impatto sul clima degli investimenti nel Mare del Nord britannico.

I giacimenti di petrolio e gas richiedono investimenti regolari nella perforazione di nuovi pozzi e campi per compensare l'esaurimento naturale di altri campi. Più maturi sono i giacimenti, più investimenti sono necessari.

La produzione britannica di petrolio e gas a circa 1,5 milioni di barili di petrolio equivalente al giorno (boepd), o circa l'1% della domanda globale di petrolio, è scesa da un picco di circa 4,4 milioni di boe/d nel 1999.

Mentre ci si aspetta che gli investimenti in pozzi vicino ai giacimenti esistenti continuino, le compagnie ora esiteranno prima di prendere decisioni su grandi progetti di capitale.

"Per il Mare del Nord britannico è un po' deprimente", ha detto una fonte.

BENVENUTA L'USCITA DELLA SHELL

Gli attivisti per il clima e alcuni investitori hanno accolto con favore l'uscita di Shell da Cambo, dopo che gli attivisti hanno indicato un rapporto dell'Agenzia Internazionale dell'Energia (AIE) che dice che non dovrebbero essere sviluppati nuovi progetti di petrolio e gas per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius.

Siccar Point e alcuni politici hanno detto che fermare lo sviluppo di nuovo petrolio e gas nel Mare del Nord potrebbe lasciare la Gran Bretagna più dipendente https://www.reuters.com/world/uk/britains-fossil-fuel-dilemma-spotlight-climate-talks-near-2021-10-19 dal carburante importato ad alte emissioni.

Un portavoce del governo ha detto che il 75% della domanda di energia primaria del Regno Unito proviene attualmente dal petrolio e dal gas e la decisione su Cambo "è una decisione commerciale che è stata presa indipendentemente dalla Shell".

Nel frattempo, i tribunali britannici sono diventati sempre più un'arena per gli attivisti del clima che cercano di forzare la fine della produzione di petrolio e gas in Gran Bretagna.

Un tribunale scozzese ha dato alla BP una vittoria su Greenpeace https://www.reuters.com/business/energy/bp-wins-over-greenpeace-north-sea-oil-court-case-2021-10-07 in ottobre in relazione a un giacimento di petrolio del Mare del Nord. Ma un altro caso contro il governo e la sua Oil and Gas Authority sta ottenendo un'udienza giudiziaria presso l'Alta Corte di Londra a partire dall'8 dicembre per determinare se le agevolazioni fiscali per i produttori di petrolio e gas sono legali.

L'erario britannico ha ricevuto circa 248 milioni di sterline (329 milioni di dollari) dalla produzione di petrolio e gas nell'anno fiscale 2020/21, un calo del 71% rispetto all'anno precedente, secondo i dati ufficiali, a causa del crollo dei prezzi del petrolio e del gas durante la pandemia.

Questo si confronta con i 400 milioni di sterline che il governo ha pagato ai produttori di petrolio e gas nel 2016/17 a causa di accordi fiscali quando il prezzo del petrolio è basso. (1 dollaro = 0,7566 sterline)


© MarketScreener con Reuters 2021
Tutte le notizie su HITECVISION AS
2021Eni, valuta Ipo per controllata norvegese Var Energi, terrà maggioranza
RE
2021ENI S P A: nuova scoperta petrolio in Norvegia
RE
2021Eni stima 35-65 million barili in posto con scoperta in Mare del Nord
RE
2021Equinor, Eni collaborano per parco eolico galleggiante Mare del Nord
RE
Pił notizie
Dati finanziari
Fatturato 2020 300 M 34,4 M 30,2 M
Risultato netto 2020 59,8 M 6,86 M 6,01 M
Liqui. netta 2020 59,8 M 6,86 M 6,01 M
P/E ratio 2020 25,4x
Rendimento 2020 2,41%
Capitalizzazione 2 845 M 326 M 286 M
VS / Fatturato 2019 3,54x
VS / Fatturato 2020 4,86x
N. di dipendenti 62
Flottante 100%
Grafico HITECVISION AS
Durata : Periodo :
HitecVision AS: grafico analisi tecnica HitecVision AS | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Evoluzione del Conto di Risultati
Dirigenti e Amministratori
Ole Ertvaag Chief Executive Officer & Director
Liv Marit Lundby Chief Financial Officer
Leif Johan Sevland Chairman
Pål Kristian Berger Director-Information Technology
Mariann Bęrheim Chief Operating Officer