Giovedì IBM ha dichiarato di aver sospeso immediatamente tutte le pubblicità su X, di proprietà di Elon Musk, dopo che un rapporto ha rilevato che i suoi annunci erano collocati accanto a contenuti che promuovevano Adolf Hitler e il Partito Nazista.

Il rapporto arriva un giorno dopo che Musk ha appoggiato un post antisemita su X che sosteneva falsamente che i membri della comunità ebraica fomentavano l'odio contro i bianchi.

Il cane da guardia dei media Media Matters ha dichiarato di aver scoperto che le pubblicità aziendali di IBM, Apple, Oracle e Xfinity di Comcast sono state inserite accanto a contenuti antisemiti.

"IBM ha una tolleranza zero per i discorsi di odio e la discriminazione e abbiamo immediatamente sospeso tutte le pubblicità su X, mentre indaghiamo su questa situazione assolutamente inaccettabile", ha dichiarato IBM in un comunicato.

Apple, Oracle e Xfinity non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

X ha dichiarato che il suo sistema non colloca intenzionalmente i marchi "attivamente accanto a questo tipo di contenuti", e il contenuto citato da Media Matters non sarà più in grado di trarre profitto dai suoi post.

I commenti di Musk di mercoledì sulla piattaforma di social media non sono la prima volta che si impegna in discussioni che fanno riferimento a tropi antisemiti o a teorie cospirative. X ha rifiutato di commentare e ha fatto riferimento a una dichiarazione dell'amministratore delegato Linda Yaccarino pubblicata giovedì.

"Quando si tratta di questa piattaforma - X è stata estremamente chiara sui nostri sforzi per combattere l'antisemitismo e la discriminazione. Non c'è posto per questo fenomeno in nessuna parte del mondo: è brutto e sbagliato. Punto e basta", ha detto Yaccarino.

Mercoledì, dopo essere stato interrogato da un altro utente sul fatto di aver preso di mira tutti gli ebrei, Musk ha attaccato l'Anti-Defamation League, un'organizzazione no-profit che lavora per combattere l'antisemitismo, che ha accusato in precedenza senza prove di essere responsabile del calo della pubblicità su X.

Il CEO dell'ADL Jonathan Greenblatt ha risposto su X che in un momento in cui l'antisemitismo sta esplodendo in America e sta aumentando in tutto il mondo, è indiscutibilmente pericoloso usare la propria influenza per convalidare e promuovere teorie antisemite.

Gli inserzionisti hanno abbandonato il sito da quando Musk l'ha acquistato e ha ridotto la moderazione dei contenuti, il che ha portato ad un drammatico aumento dell'incitamento all'odio su X, hanno affermato i gruppi per i diritti civili.

Reuters ha riferito in ottobre che le entrate pubblicitarie mensili negli Stati Uniti di X sono diminuite di almeno il 55% rispetto all'anno precedente, ogni mese, da quando Musk ha acquistato l'azienda nell'ottobre 2022, citando dati di terze parti forniti a Reuters.

Musk è anche l'amministratore delegato della casa automobilistica elettrica Tesla, che è stata colpita da diverse cause legali che denunciano molestie razziali o sessuali dilaganti nei confronti dei lavoratori.

L'antisemitismo è in aumento negli ultimi anni negli Stati Uniti e nel mondo. Dopo lo scoppio della guerra tra Israele e il gruppo islamista palestinese Hamas, che ha attaccato Israele il 7 ottobre, gli episodi di antisemitismo negli Stati Uniti sono aumentati di quasi il 400% rispetto al periodo precedente, ha dichiarato l'ADL. (Relazioni di Yuvraj Malik a Bengaluru e di David Gaffen a New York; Redazione di Lisa Shumaker)