La giapponese Inpex ha dichiarato venerdì di aver raggiunto una decisione finale di investimento su un progetto combinato di generazione di energia solare e stoccaggio di energia a batteria in Australia, attraverso Enel Green Power Australia (EGPA), in cui detiene una partecipazione del 50%.

La mossa fa parte degli sforzi del più grande esploratore di petrolio e gas del Giappone per ridurre le emissioni di anidride carbonica e contribuire ad affrontare il cambiamento climatico.

Il Progetto ibrido di Quorn Park fornirà un'alimentazione che combinerà una generazione di energia fotovoltaica da 98 megawatt a corrente continua (MWdc), o 80 megawatt a corrente alternativa (MWac), e un sistema di accumulo di energia a batteria (BESS) da 20 MW/40MWh collegato a una rete, ha dichiarato Inpex in un comunicato.

Il progetto, che sarà situato nel Nuovo Galles del Sud, dovrebbe contribuire a massimizzare le entrate e a stabilizzare la rete, caricando e distribuendo in modo efficiente l'elettricità generata dall'energia solare e regolando l'elettricità inviata alla rete, ha detto Inpex.

Questa è la prima operazione in cui INPEX ha raggiunto una decisione di investimento finale nel settore delle energie rinnovabili in Australia, da quando ha acquistato il 50% di EGPA da Enel Green Power, una filiale della società di servizi italiana Enel, nel settembre 2023.

EGPA è impegnata in operazioni di energia rinnovabile, compresa la generazione di energia ibrida che combina la generazione di energia fotovoltaica ed eolica con BESS in tutta l'Australia.