BERLINO (Reuters) - La sentenza della Corte costituzionale tedesca della scorsa settimana sulla potrebbe costare a Intel miliardi di euro di sussidi per gli impianti di produzione di chip pianificati nella Sassonia-Anhalt, ha detto ministro dell'Economia del land, Sven Schulze.

La Corte costituzionale tedesca ha stabilito a metà novembre che la decisione del governo di riassegnare 60 miliardi di euro di debito inutilizzato durante la pandemia al fondo per il clima e la trasformazione è incostituzionale.

Berlino aveva concordato con il produttore di chip statunitense finanziamenti per circa 10 miliardi di euro, come aveva riferito a Reuters una persona a conoscenza del dossier.

"Quando la Germania non potrà più permettersi progetti futuri come quello di Intel, il danno economico sarà enorme e quello di immagine gigantesco", ha detto il ministro al magazine WirtschaftsWoche.

(Tradotto da Camilla Borri, editing Francesca Piscioneri)