Mercoledì Intel ha dichiarato che prevede di battere la scadenza del 2025 per superare il suo principale rivale nella produzione di chip avanzati e ha fornito nuovi dettagli sui piani per mantenere il vantaggio rispetto a TSMC di Taiwan nel 2026 e oltre.

Intel doveva fare le rivelazioni durante un evento a San Jose, in California, in occasione della prima conferenza tecnologica di Intel Foundry, l'operazione di produzione a contratto che ha creato per competere con Taiwan Semiconductor Manufacturing Co.

Intel afferma di voler riprendere il primato della produzione dei chip più veloci al mondo da TSMC entro la fine di quest'anno con quella che chiama la tecnologia di produzione Intel 18A e di estendere tale vantaggio fino al 2026 con una nuova tecnologia chiamata Intel 14A.

La notizia della tecnologia 14A è la prima volta che l'azienda della Silicon Valley fornisce dettagli sui suoi piani oltre il 2025. Si tratta della scadenza che Pat Gelsinger aveva fissato per riconquistare la corona di produttore di chip quando è diventato CEO di Intel tre anni fa.

Per decenni, Intel ha prodotto chip solo per se stessa e ha sfruttato il suo vantaggio nella produzione per creare un ciclo in cui produceva chip con prestazioni leader nel settore e li faceva pagare un premio. Questi margini, a loro volta, aiutavano a finanziare i progressi della produzione. Ma quando Intel ha perso il suo vantaggio nella produzione, i suoi chip sono diventati meno competitivi e i suoi margini sono diminuiti, esaurendo la fonte di finanziamento per una ripresa della produzione.

Ora, Intel conta su un potenziale miliardo di dollari di sovvenzioni governative statunitensi e di affari da parte di clienti esterni per aiutarla a tornare in pista.

Spera che alcuni clienti siano attratti dalla sua lunga storia di gestione di fabbriche all'avanguardia in più continenti, soprattutto quelli che sono preoccupati per la pratica di TSMC di mantenere le sue fabbriche più avanzate a Taiwan.

"È un'idea di vendita che sta risuonando in questo momento. La gente lo vuole", ha detto Stu Pann, dirigente che supervisiona Intel Foundry, a proposito della diversità geografica dell'azienda.

Intel afferma di avere quattro "grandi" clienti che hanno firmato per la sua tecnologia di produzione 18A, ma non ha ancora fatto i nomi.

Intel dispone anche di una tecnologia speciale che, secondo gli analisti, sarà utile per accelerare i chip di intelligenza artificiale che richiedono molta energia. Nvidia, leader nel mercato dei chip AI, ha dichiarato che sta valutando la tecnologia di produzione di Intel, ma le due aziende non hanno annunciato un accordo.

Lo sforzo di Intel di attirare clienti esterni "è la chiave della storia di svolta", ha detto Ben Bajarin, amministratore delegato della società di consulenza Creative Strategies.

"Sfortunatamente, è una domanda senza risposta, perché si tratta di un viaggio di due o tre anni prima di avere il minimo sentore di sapere se sta funzionando". (Relazioni di Stephen Nellis e Max Cherney a San Francisco; Redazione di Himani Sarkar)