Login
E-mail
Password
Mostra password
Ricorda
Password dimenticata?
Iscriviti gratuitamente
Registrazione
Registrazione
Parametri
Parametri
Quotazioni dinamiche 
OFFON
  1. Home
  2. Azioni
  3. Italia
  4. Borsa Italiana
  5. LU-VE S.p.A.
  6. Notizie
  7. Riassunto
    LUVE   IT0005107492

LU-VE S.P.A.

(LUVE)
Prezzo in differita. Tempo differito Borsa Italiana - 15/10 17:35:41
23 EUR   --.--%
13/10L'agenda di domani
DJ
13/10L'agenda della settimana
DJ
11/10L'agenda della settimana -2-
DJ
RiassuntoQuotazioniGraficiNotizieRatingAgendaSocietÓFinanzaConsensusRevisioniDerivati 
RiassuntoTutte le notizieAltre lingueComunicati stampaPubblicazioni ufficialiNotizie del settoreAnalisi MarketScreener

LU VE S p A : Comunicato stampa sui risultati al 30 giugno 2021

07-09-2021 | 13:02

COMUNICATO STAMPA

LU-VE GROUP: NEL PRIMO SEMESTRE 2021

CRESCITA ROBUSTA DI FATTURATO,

PORTAFOGLIO ORDINI E UTILE NETTO

Approvata la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2021

Nel primo semestre 2021 il gruppo ha conseguito:

  • fatturato €227.6 milioni (+ 16.8%)
  • portafoglio ordini €146,3 milioni (+78,3%)
  • EBITDA di €26,5 milioni (+21,7%)
  • utile netto di €9,7 milioni (+63,0%).

A giugno 2021 la posizione finanziaria netta era negativa per €116,8 milioni, in miglioramento del 7,4% rispetto a giugno 2020, grazie a una generazione netta di cassa "adjusted" nei 12 mesi di €30,9 milioni (in crescita del 4,0% rispetto al giugno 2020).

Uboldo (Va) 7 settembre 2021 - Il Consiglio di Amministrazione di LU-VE S.p.A., riunitosi in data odierna, ha esaminato e approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2021.

"Il primo semestre del 2021 si è chiuso con una crescita importante del fatturato e soprattutto del portafoglio ordini, superando le difficoltà degli approvvigionamenti e dei costi crescenti. È un buon viatico per la chiusura dell'anno. - ha dichiarato Iginio Liberali, presidente di LU-VE Group - La ripresa economica generale e la ripartenza di progetti rallentati dalla pandemia hanno dato una spinta decisa alla crescita. I nostri buoni risultati derivano in massima parte dagli investimenti strategici per l'innovazione della produzione e dei prodotti, puntando sull'efficientamento energetico e sul maggiore impiego di refrigeranti naturali. Grazie a queste soluzioni abbiamo avuto accesso a nuovi mercati, in termini geografici e di segmento. Proseguiremo su questa strada con la consueta passione, lo spirito positivo e l'impegno che mettiamo nel nostro lavoro quotidiano".

1

RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA

Il quadro generale

Con un valore di €224,5 milioni, il Gruppo LU-VE ha chiuso il primo semestre del 2021 registrando un importante incremento delle vendite di prodotti (+17,6%), rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente, che aveva maggiormente subito gli effetti della pandemia, in particolare nei periodi di lockdown negli stabilimenti italiani e in India (rispetto al 30 giugno 2019 il fatturato cresce del 22,1%).

Il primo trimestre 2021 si era chiuso in crescita (+4,2%), con un valore record del portafoglio ordini: per la prima volta vicino a €100 milioni. Nel secondo trimestre, una domanda estremamente attiva e nettamente superiore a tutte le previsioni, ha portato il Gruppo a raggiungere nuovo record di fatturato: €119,8 milioni (+32,5%) e a chiudere il semestre con un portafoglio ordini salito esponenzialmente fino a €146,3 milioni (+78,3%). Il fortissimo andamento degli ordinativi è in parte riconducibile a due fattori principali: la ripresa economica generale e la ripartenza di progetti che nel 2020 erano stati forzosamente rinviati durante i mesi peggiori della pandemia. Tuttavia, il risultato ha fortemente risentito di fenomeni esterni: andamento e attese relative ai prezzi di materie prime, componenti e servizi (logistici in particolare), nonché dal timore di rischi di "shortage" di materiali e componenti critici.

Il risultato positivo del primo semestre 2021 deriva anche dal fatto che il Gruppo ha:

  • accresciuto la propria presenza nei segmenti di mercato più innovativi e sensibili ai temi di efficientamento energetico;
  • rafforzato la politica di adozione di fluidi refrigeranti a basso impatto ambientale;
  • capitalizzato gli investimenti in innovazione e tecnologie di produzione e di prodotto, realizzati negli ultimi esercizi.

Nei primi mesi dell'anno sono stati completati con successo anche alcuni progetti di razionalizzazione ed efficientamento della "mappa produttiva" con l'avviamento in Polonia di una linea trasferita dal sito di Uboldo, mentre nel sito di Alonte è partita la prima linea di produzione di apparecchi "green" a fluidi naturali per la refrigerazione commerciale con una piattaforma unificata. Queste iniziative e quelle ulteriormente pianificate permetteranno nei mesi a venire un'ulteriore razionalizzazione dei lay-out dei siti di Uboldo e di Alonte.

In India, con l'ottenimento di tutte le autorizzazioni per l'esercizio delle attività nello stabilimento di nuova costruzione, a Bhiwadi, è stato avviato il processo di modifica del lay-out produttivo allo scopo di predisporre maggiore capacità produttiva anche a supporto dei plant europei.

2

Negli Stati Uniti nel mese di marzo è stata completata la costruzione del primo

lotto del nuovo stabilimento e, nel rispetto dei tempi, nel mese di maggio è stata

avviata con successo la produzione degli scambiatori per i quali era stato

firmato nei mesi precedenti un accordo pluriennale con un importante cliente

del Gruppo. In parallelo nei primi mesi dell'anno in considerazione del ritardo

causato dalla pandemia nello sviluppo dei piani di crescita nel paese, è stata

riscadenzata la pianificazione temporale degli step successivi di ampliamento

del nuovo stabilimento.

Temi ESG

Nel primo semestre il Gruppo ha proseguito nel progetto di consolidamento del

proprio percorso verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile indicati

dall'Organizzazione delle Nazioni Unite (SDGs) implementando sempre di più

temi di sostenibilità nella propria strategia di sviluppo, anche con il supporto di

un gruppo di lavoro dedicato.

Partendo dal presupposto che le innovazioni di prodotto sviluppate dal Gruppo

hanno importanti impatti sociali nella sicurezza alimentare, nell'efficienza

energetica, nel benessere climatico e nella trasformazione digitale è stata

riformulata la Mission del Gruppo ("un Mondo Migliore, Evoluto, Equilibrato

e Consapevole"), attribuendo un focus ancora maggiore ai temi dello sviluppo

sostenibile e della riduzione delle diseguaglianze.

Per dare concretezza alla Mission è stato avviato un percorso di formazione e

sensibilizzazione del management ed è stata definita la matrice di materialità

che costituisce la base di partenza per impostare i nuovi progetti a breve, medio

e lungo periodo, allineati agli obiettivi SDGs previsti nel programma di azione

della cosiddetta "Agenda 2030" che l'ONU ha indicato per guidare lo sviluppo,

concentrando gli sforzi verso temi relativi al miglioramento della società,

all'aumento del benessere delle persone e al contrasto al cambiamento

climatico. Sono stati individuati gli obiettivi percepiti come più urgenti e

confacenti alla realtà del Gruppo oltre che più concreti e misurabili. Tali

obiettivi saranno approfonditamente illustrati nel rapporto di sostenibilità

insieme alle metriche predisposte sulla base della classificazione prevista dalla

normativa europea c.d. "Tassonomia".

I ricavi

I "Ricavi e proventi operativi" sono stati pari a € 227,6 milioni, con un

incremento di €32,8 milioni (+16,8%). A cambi costanti tale incremento

sarebbe stato +19,4%. Il risultato è dovuto per circa il 4% all'aumento dei prezzi

di vendita e per la restante parte all'aumento dei volumi e al cambiamento del

mix di vendita.

3

  • mercati geografici
  • segmenti di prodotto e di applicazione
  • risultati reddituali

L'Unione Europea, con €177,6 milioni di fatturato e un'incidenza del 79,1% sul totale delle vendite, resta l'area geografica più importante per il Gruppo con una percentuale di export diretto dell'80%.

Da segnalare la forte crescita di tutti i principali paesi europei (Italia, Francia, Germania, Polonia e Rep. Ceca), nonché di importanti mercati come Cina, India e USA. Segno negativo invece per Danimarca e Finlandia, principali mercati di riferimento dei segmenti "district heating" e "industrial cooling".

SBU "Components": nel primo semestre ha raggiunto un fatturato di €125,2 milioni (+29%). La crescita è principalmente legata ai segmenti dei componenti per i banchi refrigerati per supermercati, delle pompe di calore e delle asciugabiancheria ad alta efficienza energetica. In particolare, questi tre segmenti hanno dato il maggiore contributo all'esplosione del portafoglio ordini del primo semestre, anche grazie all'acquisizione di importanti nuovi clienti.

SBU "Cooling Systems": fatturato a €99,4 milioni, con una crescita discreta

(+5,9%). L'andamento dei diversi segmenti è stato piuttosto disomogeneo: la refrigerazione commerciale e industriale che ha più che compensato il forte rallentamento dei progetti di "district heating" (legato al venir meno degli incentivi in un mercato particolare) e i ripetuti slittamenti di grandi progetti nel segmento "power gen" (ritardi nei cantieri) e in generale a causa degli effetti negativi della pandemia.

Per entrambe le SBU va sottolineata la forte crescita delle soluzioni di scambio termico ad alta efficienza energetica con il sempre maggior impiego di fluidi refrigeranti naturali a basso impatto ambientale.

Il "Margine Operativo Lordo (EBITDA)" è stato pari a €26,5 milioni (11,6% dei ricavi) rispetto a €21,8 milioni (11,2% dei ricavi) del primo semestre 2020. Nel primo semestre 2021 non c'è alcun impatto di costi non rientranti nella gestione ordinaria, mentre l'EBITDA al 30 giugno 2020 al netto di tali costi sarebbe stato pari a €22,1 milioni. La variazione dell'adjusted EBITDA rispetto al primo semestre 2020 (+€4,4 milioni) è generata per €5,0 milioni dalla contribuzione sui volumi aggiuntivi e per €7,8 milioni all'aumento dei prezzi di vendita al netto di €8,4 milioni di incrementi nei costi delle principali materie prime.

Il "Risultato Operativo (EBIT)" è pari a €13,5 milioni (5,9% dei ricavi) rispetto a €7,6 milioni (3,9% dei ricavi) nel primo semestre del 2020.

Il "Risultato netto del periodo" è pari a €9,7 milioni (4,3% dei ricavi), rispetto a €6,0 milioni del primo semestre 2020 (3,1% dei ricavi). Nel primo semestre 2020, l'incidenza delle imposte era stata particolarmente contenuta a seguito

4

Il capitale circolante netto

dell'effetto della pandemia. Nel primo semestre 2021, tale incidenza è ritornata a livelli ordinari.

Nonostante il forte incremento delle scorte, in termini di volumi (per fronteggiare al meglio i possibili rischi di "shortage" in presenza di una fatturato in forte crescita) e di valore (a causa dell'aumento dei prezzi di acquisto), il capitale circolante operativo del Gruppo al 30 giugno 2021 (dato dalla somma delle rimanenze e dei crediti commerciali al netto dei debiti commerciali) scende leggermente da €49,7 milioni al 30 giugno 2020 con un'incidenza del 12,4% sulle vendite degli ultimi dodici mesi a €48,0 milioni (11%). Al 31 dicembre 2020, ammontava a €35,8 milioni (8,9% sulle vendite). L'incremento rispetto al dato di fine anno è dovuto principalmente alla forte crescita della domanda, oltre che all'abituale stagionalità.

La posizione finanziaria netta e la generazione di cassa

La posizione finanziaria netta è negativa per €116,8 milioni (€106,8 milioni al 31 dicembre 2020) con una differenza di €10,0 milioni, principalmente dovuta

  • investimenti (€18,4 milioni), distribuzione di dividendi (€6,5 milioni), incremento del capitale circolante netto (€12,2 milioni), al netto di circa €24,9 milioni di flusso positivo della gestione. La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2020 era pari a €126,2 milioni (miglioramenti di €9,4 milioni negli ultimi dodici mesi). Nel periodo 1 luglio 2020 / 30 giugno 2021, il flusso di cassa della gestione rettificato delle componenti non operative è stato di circa €30,9 milioni (+4,0% rispetto al dato al 30 giugno 2020).

Il patrimonio netto

Il patrimonio netto consolidato ammonta a €155,5 milioni rispetto a €150,9 milioni al 31 dicembre 2020. L'incremento (pari a €4,5 milioni) è dovuto al risultato del periodo (€9,7 milioni) rettificato dalla distribuzione di dividendi per €6,5 milioni, dalla variazione positiva della Riserva di traduzione (€2,0 milioni) e da altre variazioni pari a €0,6 milioni.

EVENTI SUCCESSIVI ALLA FINE DEL PERIODO

Il fatturato consolidato dei soli prodotti alla fine del mese di agosto ha raggiunto il valore di €302,8 milioni con una crescita del 19,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il portafoglio ordini segna un nuovo valore record pari a €159,2 milioni con un incremento del 111,9% rispetto ad agosto 2020 (+8,8% rispetto al dato a fine giugno).

5

Questo è un estratto del contenuto originale. Per continuare a leggere, accedi al documento originale.

Disclaimer

LU-VE S.p.A. published this content on 07 September 2021 and is solely responsible for the information contained therein. Distributed by Public, unedited and unaltered, on 07 September 2021 11:01:02 UTC.


ę Publicnow 2021
Tutte le notizie su LU-VE S.P.A.
13/10L'agenda di domani
DJ
13/10L'agenda della settimana
DJ
11/10L'agenda della settimana -2-
DJ
11/10L'agenda della settimana
DJ
08/10L'agenda della prossima settimana -2-
DJ
08/10L'agenda della prossima settimana
DJ
08/10LU VE S P A: Comunicazione dell'ammontare complessivo dei diritti di voto
PU
07/10LU VE S P A: Variazione capitale sociale
PU
06/10LU VE S P A: La crescita accelera nel terzo trimestre 2021
PU
06/10LU VE S P A: Q3 financial highlights
PU
Pi¨ notizie
Dati finanziari
Fatturato 2021 463 M 537 M -
Risultato netto 2021 17,9 M 20,7 M -
Indebitamento netto 2021 102 M 119 M -
P/E ratio 2021 28,6x
Rendimento 2021 1,20%
Capitalizzazione 511 M 593 M -
VS / Fatturato 2021 1,32x
VS / Fatturato 2022 1,21x
N. di dipendenti 3 001
Flottante 34,7%
Grafico LU-VE S.P.A.
Durata : Periodo :
LU-VE S.p.A.: grafico analisi tecnica LU-VE S.p.A. | MarketScreener
Grafico a schermo intero
Trend analisi tecnica LU-VE S.P.A.
Breve TermineMedio TermineLungo Termine
TrendNeutraleRialzistaRialzista
Evoluzione del Conto di Risultati
Consensus
Vendita
Acquisto
Raccomandazione media ACCUMULARE
Numero di analisti 2
Ultimo prezzo di chiusura 23,00 €
Prezzo obiettivo medio 26,43 €
Differenza / Target Medio 14,9%
Revisioni EPS
Dirigenti e Amministratori
Matteo Liberali Chief Executive Officer & Executive Director
Eligio Macchi Chief Financial Officer
Iginio Liberali Executive Chairman
Michele Faggioli Chief Operating Officer & Executive Director
Stefano Paleari Independent Non-Executive Director
Settore e Concorrenza