Il sindacato tedesco Verdi ha chiesto sabato a Lufthansa di offrire un aumento salariale maggiore per migliaia di membri del personale di terra della compagnia aerea tedesca, prima di accettare un nuovo ciclo di trattative salariali volte a scongiurare ulteriori azioni sindacali.

Il personale di terra ha abbandonato il lavoro nei principali aeroporti martedì, in occasione del secondo sciopero di questo mese, che secondo Lufthansa ha interessato 100.000 passeggeri.

Il quarto incontro nella disputa sulla retribuzione di circa 25.000 persone del personale di terra si è concluso infruttuosamente giovedì e il 13 o il 14 marzo erano già stati fissati come prossima data per un incontro, ma Verdi sta ora cercando di ottenere un incontro anticipato per accelerare un accordo.

"I negoziatori hanno chiesto a Lufthansa di riunirsi per un ulteriore incontro prima del 13 marzo", ha dichiarato Verdi in un comunicato. "Tuttavia, il prerequisito per questo è un'offerta significativamente migliore da parte del datore di lavoro, che dovrebbe essere consegnata (a noi) prima".

Una società di servizi per i media che si è occupata delle comunicazioni aziendali di Lufthansa nel fine settimana non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

La Germania è stata colpita da una serie di scioperi a livello nazionale che hanno interessato il trasporto aereo, le ferrovie e i trasporti pubblici, in quanto i lavoratori che si trovano ad affrontare un'inflazione elevata chiedono una retribuzione maggiore.

I datori di lavoro hanno chiesto un periodo di raffreddamento generale che dia priorità ai negoziati e a un maggiore arbitrato, poiché gli scioperi stanno costando alle industrie clienti e posti di lavoro.

Verdi ha detto che Lufthansa il 21 e il 22 gennaio ha apportato solo due modifiche alla sua offerta iniziale, caratterizzando questi punti come semplici "piccole concessioni". Lufthansa ha anche allungato di tre mesi la durata della nuova struttura salariale proposta, portandola a 28 mesi, ha detto Verdi.

Verdi chiede un aumento salariale del 12,5% o almeno 500 euro (541 dollari) in più al mese per un periodo di 12 mesi, più un pagamento una tantum di 3.000 euro.

(1 dollaro = 0,9244 euro) (Segnalazione di Vera Eckert; Redazione di David Holmes)