di Andrea Deugeni - milanofinanza.it

MILANO (MF-NW)--L'Enpam scioglie la riserva su Mediobanca: voterà per la lista Delfin. Dopo il consiglio di amministrazione di giovedì iniziato la mattina e terminato nel primo pomeriggio, la cassa previdenziale dei medici presieduta da Alberto Oliveti (che è anche presidente dell'Adepp, la confederazione degli enti previdenziali privati) aveva puntato addosso il faro del mercato.

Il motivo? Gli operatori volevano capire l'orientamento della fondazione, appena entrata nel capitale della merchant bank con una quota importante (l'1,19%), per l'assemblea di Piazzetta Cuccia che deve rinnovare gli organi sociali e dov'è in corso uno scontro fra i primi due azionisti, la holding della famiglia Del Vecchio e il gruppo Caltagirone (che controllano il 29,7%), e il management capitanato da Alberto Nagel.

Sono state presentate tre liste: quella del consiglio uscente che ripropone il ticket Nagel-Renato Pagliaro (alla presidenza) e quella di minoranza, ma a cinque candidati, stilata da parte di Delfin su cui confluirà il 9,9% in mano al costruttore romano Caltagirone. C'è poi la terza lista di Assogestioni che comunque strapperà un consigliere a patto di raccogliere, come da statuto Mediobanca, almeno il 2% delle preferenze. Un rinnovo che sarà all'ultimo voto, ma per cui le ultime proiezioni, come rivelato da MF-Milano Finanza, vedono in vantaggio la lista del cda.

Questa rosa a 15 - che in caso di vittoria conquisterà 12 posti (al contrario, nove) - può contare sull'appoggio del 10% circa del patto di consultazione, del 2,2% di Edizione della famiglia Benetton, ma soprattutto sul favore dei fondi internazionali che hanno in portafoglio il 45% circa del capitale di Piazzetta Cuccia.

Dopo un giorno di silenzio post-cda, era attesa una nota dell'Enpam a borsa chiusa, nota che non è arrivata: la cassa ha deciso di non comunicare la propria posizione ma secondo quanto si è appreso in ambienti finanziari, la fondazione metterà a disposizione il proprio pacchetto di voti per la lista Delfin. La rosa proposta dal presidente della holding lussemburghese Francesco Milleri, dunque, potrà contare sul 33% circa, considerando anche lo 0,8% in mano al patron di Iris Ceramiche Romano Minozzi e l'1% nel portafoglio dei due imprenditori Bernardo Vacchi e Giulio Gallazzi.

https://www.milanofinanza.it/news/mediobanca-enpam-scioglie-la-riserva-votera-la-lista-delfin-202310271848469453

red/alb


(END) Dow Jones Newswires

October 27, 2023 13:18 ET (17:18 GMT)