Meta Platforms ha offerto di limitare l'uso di alcuni dati di tutti gli inserzionisti sulla sua piattaforma Facebook Marketplace, come parte delle modifiche alle proposte accettate dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (CMA) a novembre, ha detto venerdì l'autorità di regolamentazione.

A novembre, la CMA aveva accettato da Meta degli impegni che avrebbero impedito al gigante dei social media di 'sfruttare' i dati dei suoi clienti pubblicitari.

Tali proposte includevano la possibilità per i concorrenti che fanno pubblicità sulle sue piattaforme di scegliere di non utilizzare i loro dati per migliorare Facebook Marketplace.

L'autorità di vigilanza britannica sulla concorrenza ha accettato le modifiche proposte in via provvisoria e sta invitando le terze parti interessate a esprimere il proprio parere in merito. La consultazione si chiude il 14 giugno.

Altre eventuali modifiche alle proposte di Meta, accettate in precedenza, non sono state rese note.

A novembre, anche Amazon.com si è impegnata a non utilizzare i dati del marketplace dei venditori rivali, per garantire parità di condizioni ai venditori terzi.